lunedì 14 maggio 2018

Carpaccio in insalata


Premessa: nessuna scoperta dell'acqua calda, ma solo l'ottimizzazione dell'esecuzione della classica ricetta di carpaccio. L'idea appartiene ad un mio carissimo amico, che una volta ha detto che per pranzo preparava il carpaccio e ha presentato sul tavolo l'insalatiera invece di un vassoio.
Dopo lo stupore iniziale ho apprezzato la sua modifica, e ho deciso di adottarla. Insomma, l'ingegno maschile colpisce ancora!


Sarà capitato a tutti, di dover stendere le fettine di carne su un piatto, di non trovarne mai uno abbastanza grande per contenerle tutte e di impazzire con il servizio. La modifica del carpaccio originale consiste nello stracciare le fettine di carne (volendo, si possono appiattire con un batticarne), metterle in una ciotola e condire comodamente a proprio piacimento.
Vi piace l'idea?


Naturalmente, le varianti possono essere tante: i pomodorini confit o datterini tagliati a metà, il condimento a base di senape, qualche cappero o, magari, una goccia di tabasco. Di solito prendo la rucola selvatica che compro al mercato, è più saporita e piccante.


Carpaccio in insalata

200 g di carne tagliata a fettine sottili
rucola
Parmigiano
olio evo
sale
pepe
limone (facoltativo)

- appiattire le fettine di carne con l'aiuto di due fogli di carta da forno e un batticarne, in quel modo si straccia meglio

- aggiungere gli stracotti in una ciotola e condire con olio, sale e pepe, mescolare e lasciare marinare per 10 minuti

- aggiungere le foglie di rucola e le scaglie di Parmigiano (si ricavano comodamente con l'aiuto di un pelapatate) e mescolare, lasciando marinare per altri 5 minuti 

- all'ultimo si può aggiungere qualche goccia di limone

- servire come una normalissima insalata



Nessun commento: