lunedì 9 marzo 2015

Pancakes al kefir




Non c'è bisogno di ribadire che la versione classica di pancakes americani si fa con il latte e la polvere lievitante. In Russia esiste una preparazione molto simile, ma si usano spesso  il kefir e bicarbonato, e queste frittelle si chiamano olad'i (non è sempre facile facile trascrivere una parola straniera in modo comprensibile). Io personalmente preferisco usare il kefir, secondo me sia pancakes sia bliny vengono più gustosi e saporiti, ma alla fine è la questione di gusto e di salute. I fermenti e i batteri che contiene il kefir, bevuto fresco,  regolarizzano le funzioni intestinali, aiutano chi ha l’intestino in disordine, rinforzano le difese immunitarie e combattono le infezioni intestinali. Tra l'altro è anche un alimento che può essere consumato anche da chi è intollerante al lattosio in quanto durante la fermentazione si trasforma in acido lattico.
Insomma, ecco una versione più sana e più leggera di pancakes.









Pancakes al kefir
(per 16-18 pezzi)

1 tazza di kefir (latte fermentato)
1 tazza di farina
1 uovo
3 cucchiai di zucchero
3 cucchiai di burro fuso o olio vegetale
1/2 cucchiaino di bicarbonato
1 pizzico di sale

poco burro per ungere la padella
panna acida
marmellata

- intiepidire il kefir, aggiungervi l'uovo, il burro, lo zucchero e il sale, mescolare bene

- unire la farina e il bicarbonato e mescolare con un frustino (la pastella deve essere abbastanza densa)

- scaldare la padella antiaderente (di solito uso una padella speciale per i pancakes), ungere leggermente con il burro e versare un paio di cucchiai di pastella per pancake/frittella

- cuocere a fuoco medio-basso 2 minuti per lato

- servire i pancakes con la panna acida, marmellata, miele liquido, sciroppo di acero i altro a piacimento


1 commento:

Patalice ha detto...

sono, a dir poco, allettanti...