martedì 30 dicembre 2014

Polpette di pane al sugo


Il prototipo di queste polpette ho assaggiato un mese fa, in una trattoria vegana So What?!, e si chiamavano "Le polpette che la nonna non ti ha mai fatto". Ovvio, erano vegane, ma strepitosamente buone e golose, e ve lo dice una carnivora convinta. In realtà per fare queste polpette non ci vuole niente, tranne un pò di pane raffermo e di pomodoro sotto forma della passata, dei pelati o altro. Il "problema" è la soia in casa mia entra solo come salsa, quella "classica" della cucina cinese o giapponese, quindi niente latte, tofu ecc. Poco male: da vegane le polpette sono diventate vegetariane, ma non per questo meno buone. Anzi, ho usato il pane di Pane e Tempesta (me ne era rimasto molto dopo l'inaugurazione, e, amici romani, vi consiglio di farci un salto!), e secondo me le polpette ne hanno solo guadagnato.









Polpette di pane al sugo

per 25 pezzi circa

500 g di pane raffermo (multicereale, segale, farro ecc)
400 g di latte (per ammollo)
1 uovo
1 mazzetto di prezzemolo
1 spicchio di aglio
sale
pepe

2 lattine di pomodori a pezzi (o pelati)
2 spicchi di aglio
1 cipolla
1 gambo di sedano
1 carota
2 cucchiai di olio
sale
pepe

olio di arachidi per friggere

- tagliare il pane a fette, mettere in una ciotola e bagnare abbondantemente con il latte. Lasciare per 10 minuti, poi scolare il latte in eccesso, strizzare forte il pane e sbriciolare con le mani

- tritare il prezzemolo e l'aglio, aggiungere al pane insieme all'uovo, salae, pepare e impastare

- formare le palline e friggerle nell'olio caldo finché saranno dorate; asciugare sulla carta assorbente

- preparare il sugo: pulire le verdure e tritarle grossolanamente. Far appassire nell'olio, aggiungendo qualche gambo di prezzemolo, versare il pomodoro e 1/2 bicchiere di acqua, salare, pepare e cuocere a fuoco basso per 40-45 minuti; frullare

- ripassare le polpette nel sugo e servire calde. 

Dire di fare anche la scarpetta mi sembra inutile. La si fa a prescindere. Oppure, se avanza il sugo, è perfetto per condire la pasta.


4 commenti:

Manuela e Silvia ha detto...

Ciao Giulia! Perchè non provare anche la versione senza carne ;-)
Sembrano proprio ben riuscite e sfiziosissime, meglio ancora con questo pane ai cereali!

Cinzia Ceccolin ha detto...

Devono essere fantastiche!!! Bravissima :-) un forte abbraccio e tantissimi auguri di buona fine e buon inizio 2015!

denise ha detto...

Che bella ricetta, la faró di sicuro. Grazie!! I tuoi panini giorgiani qui a casa sono i preferiti!

Giulia ha detto...

Ciao, ragazze! Le polpette senza carne hanno sicuramente il loro perché!

Cinzia, tanti auguri anche a te!

Denise, grazie! Sono felice che quei panini sono diventati i preferiti!