lunedì 9 dicembre 2013

Crema di scarola con patate, acciughe e peperoncino. Tempo delle zuppe




Tempo delle zuppe.
E' arrivato l'inverno, ecchissenefrega se dicono che l'inverno vero arriva il 21 dicembre, per me è arrivato non appena le temperature sono scese sotto 18 gradi, e questo significa maglioni, cappotti, sciarpe e niente sandali; non si va più in giro scalze e la sera si accendono i riscaldamenti. Bene, i riscaldamenti servono, ma non solo per rendere la casa un rifugio caldo, accogliente e coccoloso, servono anche i riscaldamenti "interni", nel senso di "comfort food", quel cibo morbido e avvolgente che solo in inverno ha senso, e che nessuna fiorentina o polpettina è in grado di essere. Con tutto il rispetto per una fiorentina da almeno un kg, molto al sangue, saporita e decisamente carnale.
In estate faccio spesso un contorno di scarola saltata in padella con aglio, olio, peperoncino, olive e acciughe; stavo per farlo anche oggi, ma poi... Stop, voglio una zuppa, no, una crema, una vellutata, saporita ma leggera, in fondo, a pranzo mi piace rimanere leggera.
Detto fatto.




Crema di scarola con  patate, acciughe e peperoncino

1 grande cespo di scarola
2 patate medie
1 piccolo spicchio di aglio rosso
4 filetti di acciuga
Olio evo
Peperoncino
Sale

- mondare e sbollentare la scarola, strizzare bene e tritare

- sbucciare le patate, tagliare a cubetti e lessare in 0,5 l di acqua

- quando sono cotte, aggiungere la scarola e portare a ebollizione, aggiungere le acciughe, un pizzico di peperoncino, grattugiare l'aglio e frullare il tutto con il frullatore ad immersione

- aggiustare di sale se serve, aggiungere altro peperoncino e servire con il pane bruscato 


Nessun commento: