mercoledì 28 dicembre 2011

Rossa quiz



Assolutamente al volo, e v lascio stare per qualche giorno, ok, fino al prossimo anno!

Qualcuno di voi ha indoivinato la mia posizione geografica, ma... dove sono e cosa ci faccio?

A prestissimo, con le risposte giuste e la sorpresa dalla vostra Rossa!

martedì 27 dicembre 2011

...Sweet, sweet Tuesday...




Coming soon....

...relax...






.

lunedì 26 dicembre 2011

Buon compleanno, amore!




Oggi non è solo il giorno di Santo Stefano, è il giorno del mio Santo personale, è il compleanno della mia dolce metà! 
Auguri, Stefano!!!!



.

domenica 25 dicembre 2011

Buon Natale!






Buon Natale a tutti!!!



.

sabato 24 dicembre 2011

Aspettando il Natale...



"... e che c'entra?.." direte voi. Niente, solo che sono da qualche parte qui, nel blu-smeraldo-turchese. Dove?.. Eh no, adesso tocca a voi!
Qui indovina per primo dove sono e cosa sto facendo, riceverà un regalino a sorpresa al mio rientro.  Si-si, avete capito bene, siamo ritornati al caro vecchio Rossa quiz!

Tentate, buttatevi ( anche se sarò io a buttarmi per davvero in queste calde acque cristalline! :-))


p.s. Quelli che sanno, non possono partecipare, altrimenti non vale!!! Ed io so chi siete!
 .

venerdì 23 dicembre 2011

giovedì 22 dicembre 2011

Mozzarella in carrozza per un pranzo superveloce, e siamo a -2!!!



Sicuramente tutti noi stiamo correndo come matti per ultimare tutte le cose prima di Natale: regali, spese, organizzazione di cene e di pranzi, gli ultimi inviti, qualcosa saltato fuori all'improvviso... E, come in quella famosa pubblicità, ad un certo punto diciamo: " .. non ci vedo più dalla fame!" E chi lo trova il tempo per cucinare, mettersi a tavola e rilassarsi? Nessuno, lo so. Però il panino si può mangiare anche al volo. Certo, non è il solito panino con una triste fettina di prosiutto e una foglia di lattuga, è un panino goloso, caldo e nutriente, ma la cosa più bella è che per prepararlo ci vuole davvero pochissimo!..

Ok, pausa pranzo finita.
Buon proseguimento!



martedì 20 dicembre 2011

Meringhe al cioccolato per festeggiare la Rossa sul Panorama!



Un'altra ricetta promessa, buonissima, facile, gustosa e anche ... dietetica (ma come, 60 kc a meringa con la crema non vi sembrano poche?)  Insomma, perfetta per festeggiare! Cosa? Per esempio Natale, Capodanno... Ma anche la vostra Rossa che è apparsa su un articolo del Panorama del giovedì scorso, "Indovina chi viene (a preparati) la cena"! Dire che sono contenta è non dire niente perché trovarsi accanto ai grandi è un privilegio da pochi.
Confesso, negli ultimi giorni non mi va di scrivere niente (ho lavorato tanto nei giorni scorsi), quindi  non mi dilungo e vi invito semplicemente a leggere la ricetta e a eseguirla prima possibile, lo merita.





per ingrandire


venerdì 16 dicembre 2011

Tacchinella in salsa di birra

birra Moretti Grand Cru




La ricetta di oggi l'ho pensata e l'ho ideata apposta per Tania che mi ha gentilmente invitata a ritornare di essere sua ospite nel blog Pinta in cucina, visto che la nostra prima volta, è andata, a quanto pare, benissimo. Quindi, un'altra ricetta con la birra. Ho sempre detto che non bevo birra, ed è assolutamente vero, ma non la disdegno affatto in cucina, in quanto i piatti preparati con "la bionda" vengono sorprendentemente profumati e delicati. Basta pensare agli stufati di manzo o di vitello, al mio pesce spada, alle salse o, addirittura, alla torta di cioccolato! Quindi, perché non la tacchinella? In più ho deciso di aggiungere al piatto una nota natalizia, sbriciolando un profumato prianik (biscotto a base di panpepato). In quanto alla birra, ho optato per la Grand Cru, assaggiata (ebbene si, mi hanno pure convinta di fare il test-degustazione, anche se alla fine ho sbagliato tutto) e portata a casa dopo la serata finale Premio Birra Moretti Grand Cru  nella Città del Gusto a Roma.

cocotte staub



giovedì 15 dicembre 2011

Crostatine di sablé con crema di ricotta e pomodorini al forno




Senza troppe parole. Solo una ricetta-non ricetta, una golosa idea per l'aperitivo, sperimentata in più di una volta e approvata da più amici. Uno sfizio semplicissimo e gustoso, per niente impegnativo e perfetto per le feste. Invece di pomodorini si può usare un filettino di acciuga,  una "rosellina" di prosciutto, i peperoni o carciofini sottolio. Oppure, per la versione dolce, diminuire il parmigiano e decorare con le scaglie di cioccolato, ciliegine candite, albicocche secche ecc.


mercoledì 14 dicembre 2011

Macco di fave



Tutto è iniziato con una bustina di fave secche di Modica. Bellissime, enormi pepite dorate, invitanti, sembrava  mi dicessero "Mangiaci!.." Alla fine ho ceduto. Anche se mi piacciono i legumi, li cucino raramente perché mi scoccia doverlo pensare in anticipo, metterli in ammollo e aspettare; sono per la cucina immediata, fatta sul momento, della serie "veni, vidi, vici" , come disse una volta il mio illustre omonimo. Però ho ceduto. E poi ero curiosa di preparare da me quel piatto siciliano,  originario del ragusano, il maccu di fave, di cui ho avuto un assaggio a cena di gala di World Pasta Day , grazie a Ciccio Sultano e il suo Patrinnostri con zuppa e pesce nobile di scoglio, "maccu" di fave secche e zucca gialla. 

Allora ho messo le fave in ammollo e ho cominciato a sfogliare i libri: niente, solo ricette di macco di fave fresche. Poi ho cercato un pò su internet, ho visto che le modalità di preparazione sono più o meno le stesse, e ho fatto un pò a modo mio, sostituendo il finocchietto con l'aneto (abbastanza simile, tra l'altro), creando così un piatto che ricongiunge la calorosa Sicilia e l'algida Russia. Ancora una volta. 
Curiosità: il nome Maccu deriva dal tardo latino maccare, che vuol dire schiacciare, ridurre in poltiglia. Il suo nome si ricollega a Maccus, personaggio delle favole romane, progenitore di Pulcinella.

martedì 13 dicembre 2011

Cotognata



Ultimamente mi sento un pò iena. Anzi, Iena Ridens. Sembra quasi nome e cognome, vero? Sempre pronta ad azzannare, a mordere, a stracciare il "nemico" ( o chiuque mi si mette contro o sulla mia strada). Cattiva, acida, sarcastica. Sarà l'influenza negativa della stelle? Dei pianeti posizionati male? Branko, quando finirà che non mi piace essere così?

Si è soliti pensare che le iene si nutrono esclusivamente di carogne, ma è un luogo comune. Si dice che  La iena macchiata o iena ridens o iena maculata (Crocuta crocuta) è un mammifero carnivoro appartenente alla famiglia degli Hyaenidae ed unica specie appartenente al genere Crocuta. Alle volte disprezzata dall'uomo per la sua dieta necrofagica ... la iena in realtà è un'abile cacciatrice capace di catturare prede di notevoli dimensioni. 
Prede, tremate!

Mi sento soddisfatta. E per questo per una volta non ho voglia di una fiorentina al sangue, di carne cruda o del sangue degli innocenti , ma .. di qualcosa di dolce, morbido, delicatamente profumato e profondamente appagante. L'altroieri ho sfornato delle meringhe al cioccolato (spettacolari, metterò la ricetta), ieri abbiamo fatto una breve sessione in palestra con una mia crostata di sablé con ricotta e pomodorini (pubblicherò anche essa) e con un tiramisù spettacolare di uno dei nostri (lo so, lo so che mi state leggendo voi, sportivi golosi!) Ma oggi ho voglia di cotognata, quella morbida, delicata, gelatinosa ma non troppo, piacevolmente cedevole in bocca. Quest'anno stranamente avevo difficolta di trovare le mele cotogne, poi, finalmente, un colpo di fortuna! Anche se erano piccole, non fa niente, andavano benissimo lo stesso. Per il resto avevo tutto il necessario: la ricetta nel libro "I tesori della cucina siciliana", regalatomi da Stefania e gli stampini giusti.




venerdì 9 dicembre 2011

Cronache Golose



Mercoledì 7 dicembre, nel bellissimo scenario di Open Colonna, sono state presentate "Cronache Golose", il nuovo libro scritto a quattro mani da Marco Bolasco e Marco Trabucco, che racchiude vicende e aneddoti  di 50 grandi chef che hanno fatto storia della ristorazione italiana.  Ma il libro è anche altro: non solo racconta le passioni di questi 50 uomini così simili e così diversi, ma contiene anche le loro ricette, una a testa, che hanno voluto condividere con noi. Confesso, non appena arrivata alla sezione puramente gastronomica, ho subito addocchiato una decina di ricette da provare immediatamente. A trovarne il tempo!..


Cucina russa natalizia: Anatra ripiena e Prianiki, (st)ré chic!



Ormai tutte le  (st)renne si sono esibite in capolavori spettacolari, basta dare un'occhiata agli (st)raordinari blog di Alessandra e Daniela, Maria Pia, Stefania, Fabio e Annalù, Flavia.
Si sono esibite anche pe (st)rennine per un mese (e speriamo, non solo per un mese ma a vita!):  
i cucchiai con chutney di mango speziato e fois gras di Eleonora
il panettone di Stefania .

Ora tocca a me. Chiudo, a quanto pare, un mese di ricette (st)repitose pensate per il Natale, e volevo farlo bene, restando all'altezza di proposte (st)ré chiccose. Per questo ho scelto due piatti di cucina russa delle feste, della mia cucina, una ricetta salata e una dolce. E adesso ditemi voi, se sono degne di far parte della raccolta delle (st)renne e se sono di vostro gradimento!




giovedì 8 dicembre 2011

Uovo poché con zabaione salato e tartufo bianco e, naturalmente, il Barolo



Quando devo scegliere una ricetta "da festa", mi trovo sempre in imbarazzo: a casa mia non esiste la cucina esplicitamente festosa, non ci sono ricette da eseguire soltanto nelle occasioni particolari. Se mi va di preparare, mettiamo un nome a caso, un'anatra ripiena o una qualche torta favolosa (non credetemi, le torte non fanno parte del mio menù!), non aspetto una domenica o una festa comandata, me la preparo e basta, l'importante in questo caso è trovare il tempo necessario. Già. Ma quando ho il tartufo a portata di mano, sopratutto quello bianco, per me è subito festa, in qualsiasi giorno della settimana. Il bello è che non deve essere cucinato, quindi niente ricette elaborate, niente cotture lunghe, ma solo abbinamento azzeccato, con il cibo e, naturalmente, con il vino. In questo caso assolutamente con il Barolo "Brunate" Docg 2006 (Borgogno Francesco).
Dopo una divertente esperienza del mese scorso del Taste &Match svoltasi grazie a Fernando del Winexplorer  nel caffé letterario Mind di Roma, ho accolto con gioia la proposta di Fernando di continuare la collaborazione, trovando abbinamenti giusti per i vini. Stavolta mi è "toccato" proprio il Barolo (che sofferenza, eh!) Non volendo fare "il solito brasato", ho preferito tirare in ballo il tartufo che "casualmente" aspettava il suo turno nel frigo.

...Gli esperti concordano: tartufo bianco e Barolo sono una coppia perfetta. Bianco e Rosso. Terra e Acqua. Etereo e Eterno. Profumo unico,  persistente, indimenticabile e Sapore, vellutato, ricco ed equilibrato, che si abbracciano senza sovrastare ne essere dominati. Si fondono in bocca. Una poesia d'amore. Enogastronomico.


sabato 3 dicembre 2011

Melanzane fritte con alici e mozzarella e Mafaldine con alici e ragusano





Cris, lo devo confessare: se non fosse per la tua ricetta del baccalà alla livornese per MTC ( che abbiamo abbondantemente stravolto, capovolto, reinventato, disintegrato, destrutturato, scomposto, frullato, caramellato, assemblato, associato ecc), non avrei scoperto del tuo interessantissimo contest. Ultimamente giro poco ( va bene, per niente) tra i blog, non so più niente di quello che succede in giro. Per fortuna però l'ho saputo in tempo e ci tengo a partecipare con le due ricette semplicissime. In realtà di idee ne ho avute una decina, una più strana dell'altra ( pensa, avevo anche inventato un dolce), ma alla fine ho preferito andare sul tranquillo, dopo che abbiamo combinato con Flavia qui e qui, anche perché qualcuno comincia a guardarmi in modo strano.


giovedì 1 dicembre 2011

Tartufo bianco d'Alba all'Open Colonna



Martedì scorso l'ho rifatto. 
Si, dopo la cena di gala per il  World Pasta Day sono di nuovo ritornata all'Open Colonna, stavolta per festeggiare Antonello Colonna nominato come Ambasciatore nel mondo del tartufo bianco d'Alba in occasione della XIII Edizione dell'Asta Mondiale del tartufo Bianco d'Alba.
Oramai sapete tutti che per il tartufo farei pazzie e venderei l'anima (a qualcuno potrebbe interessare?) Infatti, stanotte me lo sono pure sognato e dicevo, non ricordo a chi, che
"Ci sono gioielli che non accetto in versione bijou, così il tartufo bianco esiste per me solo in purezza."
Bella questa, vero?
Avete già capito, non avrei potuto rinunciare a questo pranzo per nessuna ragione al mondo, e voi?..

lunedì 28 novembre 2011

Five-o-Clock Livornese Style



Credevate di aver finito di leggere le nostre follie con Flavia?? Eh no, oggi stiamo dando il meglio (hmm...) di noi, ci siamo impegnate seriamente! Il bello di questa donna è che sta al gioco, sempre e comunque, non si tira indietro, anzi, va avanti come un treno e trascina dietro anche gli altri! Potevamo non prenderci, io e lei, non trovarci in sintonia, di non inventare qualcosa di nostro? Le sorprese non sono finite, ma non arriveranno oggi, contenti?

Dunque, amiche di MT, Cris, pensate di sopportarci ancora un pò?...





Livornese da pazzi: dolce e croccante





Io e Flavia ci siamo date da fare. Tantissimo. Dall'altroieri. E' tutto per MTC. Si, è sempre colpa di MTC. Non dirò mai a nessuno quello che ci siamo scritte nel privato, io e lei, sopratutto i pezzi "da ricovero". Ma, come al solito ( è da un pò da 'ste parti), il tutto è nato da una battutina su fb. Buttata giù così, a caso, senza troppi pensieri. Invece l'abbiamo presa al volo, l'idea, l'abbiamo sviluppata, pensata, definita, messa a punto e ... realizzata!

- ...allora, la spesa: datterini, baccalà, pomodori, prezzemolo... altro?
- no, basta così!
- ... ma come pensi di fare ... ?
- sai, volevo .. e .... tu che ne pensi?
- ah, bene, però se facciamo ... in questo modo?
- perché no, potrebbe essere un'idea! Lo sai che ci faranno ricoverare?!!
- e che problema c'è? Basta che stiamo nella stessa stanza!..



Come avrete già intuito, l'abbiamo fatta praticamente in diretta, in tempo reale, consultandoci, aggiornandoci e scrivendoci momento per momento. E, vi devo dire la verità, è venuta favolosa!
Cosa?!
Leggete!
Ale, Dani, Cristina, credevate di aver finito??



sabato 26 novembre 2011

Baccal'all'Alba, ovvero tartare di baccalà con tartufo e nocciole



Senza troppi preamboli, leggete questa chiacchierata su fb, ma, come dice Alessandra, il primo che fa una battutaccia di qualsiasi genere, sarà bannato!
Amici (st)Renne, non faccio nomi, ma voi sapete chi siete!

"- ...si può dormire male, pensare alla ricetta tutta la notte, metterla a punto appena alzato e prepararla all'alba? Si, per l'MTC si può!
- certo che si può, anche se io di solito dormo!
- baccal'alba?
- bacc'allalba...
- baccalà a colazione!
- "A colazione da Baccaly"
- Ecco, bastava la battuta sul baccal'all'alba che mi è venuta un'idea...
- Grande Giulia! Cosa fai, il baccalà al tartufo di Alba?
- secondo me ci sta una favola, anche se non è propriamente alla livornese
- con tutte le ricette che stanno arrivando all'MTC...direi "Baccalà dall'alba al tramonto"
- ....e dal tramonto all'Alba!..."




venerdì 25 novembre 2011

Baccalà in panatura croccante con concassé di pomodoro, sempre per MTC e per la gola!




Ora lo so per certo, è tutta colpa delle (st)Renne! Non si sa quello che ci siamo detti sul baccalà e dintorni negli ultimi giorni! Il bello è che ogni parola e ogni battuta fanno nascere nuove idee sempre più pazzesche, e meno male che nessuno (a parte i miei sfortunati famigliari) sente risate demoniache provenire dal mio angolino del pc, o ovunque mi trovi con questo aggeggio diabolico che mi ha fatto mettere in contatto con quel gruppo dei matti! E come se non bastasse, la ricetta di oggi è pure gluten free, visto, Stefania, come mi sei entrata nel sangue? Eccomi con un'altra proposta per il tuo contest!



Fatta la premessa, ve ne faccio un'altra: aspettatevi altro baccalà nei prossimi giorni, e non sarà una passeggiata... o forse si?!

Allora, care Alessandra, Daniela e Cristina, questo baccalà è anche vostro!


'



giovedì 24 novembre 2011

Uova affogate nella crema di patate con tartufo per le (st)Renne gluten free



   Stefania, lo sai che non posso più abbandonarti, vero? E non perché sei bella, brava e simpaticissima, non perché hai preparato  apposta per me i cuoricini rossi (ve li farò vedere, curiosi!), non perché siamo state benissimo a Palermo (aspetta che arriva la puntata successiva!), e neanche perché cucini da dio (quei profiteroles salati erano strepitosi!)! E' che quest'ultimo periodo passato insieme, anche se virtualmente, con le (st)Renne fondatrici/ori ( te, Daniela e Ale di MT, Annaluisa e Fabio di Assaggi di Viaggi, EliFla di Cuocicucidici e Mapi di L'Apple Pie di Mary Pie)e le (st)Rennine per un mese ( Ema di Arricciaspiccia, Stefania di Profumi & Sapori, Mai de Il colore della Curcuma, Eleonora di Burro e Miele), mi ha completamente fatto drogare/ubriacare/innamorarmi, non posso più stare senza di voi! Ecco, ho fatto una dichiarazione d'amore pubblica, peggio di certe trasmissioni la cui condittrice non voglio nemmeno nominare!
Ma cosa fumiamo per stare così bene insieme??

Detto ciò, vorrei raddoppiare, partecipando al tuo contest (St)Rennne Gluten free e, magari, vincendolo, ma non tanto per potermi aggiudicare il premio finale (un week end a Paceco nell'Agriturismo Baglio Costa di Mandorla.), ma per restare ancora con voi!

A Natale siamo tutti più buoni, VERO?!!!




 


mercoledì 23 novembre 2011

Risotto al baccalà e pomodorini, insomma, un finto livornese per MTC!



Ecco, è di nuovo il tempo delle sfide MTC! Stavolta, dopo gli elaboratissimi profiteroles, ci tocca il semplicissimo baccalà, che tanto semplice, ovviamente, non è, anche perché amiamo complicarci la vita, gastronomicamente parlando e non solo. Ma per me il baccalà è perfetto, è molto meglio dei dolci perché 
a. amo il pesce,
b. baccalà in particolare,
c. cucinato in tutti i modi
Volete anche una d??..
Dunque  (non l'ho fatto apposta, mi è venuto da solo!), ho dato il via libera al cervello che per prima cosa ha iniziato con un mantra: "...vai a comprare il baccalà, vai a comprare il baccalà, preferibilmente ammollato, perché sennò, quando ti farò venire le idee e non l'avrai sottomano, bell'e pronto, scorderai tutto come al solito! Vai a compare il baccalà..." ...



martedì 22 novembre 2011

Tempo delle Zuppe - nuovo corso sulle zuppe e i golosi pirozhki





Ebbene si, è giunto il momento di (ri)proporre qualche corso nuovo. Ora che è arrivato il freddo, si ha voglia di mangiare qualcosa di caldo, di coccolarsi con una pietanza che fa tanto comfort food, senza troppi fronzoli né cene da gran gala. E cosa potrebbe essere meglio di una ciotola con la zuppa fumante, accompagnata da un morbido e profumato pirozhok , ovvero, un piccolo paninetto lievitato con un goloso ripieno, da mangiare rigorosamente sul divano davanti alla tv/camino/libro?

Per questo Carola ed io abbiamo pensato ad un corso adatto alla stagione, "Tempo delle Zuppe", da presentare domenica 4 dicembre alle 10.00 nella sua accogliente Casetta delle pesche .

Per tutte le info non esitate a contattarci a

corso_cucina_russa@libero.it

lacasettadellepesche@gmail.com


Nel programma:

Borsch (zuppa di barbabietola) e paninetti all’aglio

Schi di crauti (zuppa magra con crauti e funghi) e pirozhki con patate e funghi

Ucha (zuppa di pesce) e rybnik (pirog con il pesce)

Soljanka (zuppa di vari tipi di carne con verdure in salamoia) e pirozhki con uova e riso

Zuppa da dessert (es. di amarene) e focaccine dolci con il formaggio fresco



Vi aspettiamo numerosi!

.

sabato 19 novembre 2011

La prima guida delle pasticcerie d'Italia



Ieri alla Città del Gusto del Gambero Rosso di Roma per la prima volta è stata presentata la guida più golosa dell'anno, Guida delle pasticcerie d'Italia. Ve lo dico subito: non essendo golosa di dolci ( e lo sapete bene), mi sento comunque fortunata di esserci stata perché ho deliziato tutti i miei cinque sensi in uguale modo, e non riesco nemmeno immaginare come si sentivano quelli che per i dolci farebbero pazzie. O, meglio, l'ho visto ieri. E' stato un delirio, iniziato da un religioso silenzio, che si è trasformato  nell'ammirazione per i capolavori esposti, dolci e salati (per fortuna!), poi il timido approccio -  nessuno voleva sentirsi responsabile nel rovinare le composizioni perfette del panettoni gastronomici, le file ordinate dei pasticcini e dei bicchierini...

Ma sto correndo troppo (mi hanno contaggiata?), prima volevo farvi sapere chi sono i migliori, almeno secondo gli esperti del Gambero (ma quanto hanno sofferto facendo le valutazioni??)

Dunque, le tre torte sono andate a 8 pasticcerie che hanno conquistato 90 o più punti.
Il titolo di miglior pasticcere d'Italia con 93 punti è andato alla
Pasticceria Veneto di Iginio Massari di Brescia.
Seguono
Biasetto (Padova) 91
Gino Fabbri Pasticcere (Bologna) 91
Nuovo Mondo (Prato) 91
Pasquale Marigliano (Ottaviano, Napoli) 91
Cristalli di zucchero (Roma) 90
Dalmasso (Avigliana, Torino) 90
L'Orchidea (Montesano sulla Marcellana, Salerno) 90

 A parte questi riconoscimenti, sono stati assegnati anche 3 premi speciali.

Pasticcere emergente -  Michel Paquier, Douce (Genova)
(amiche mie genovesi, non sapete quanto vi invidio! Questo bel ragazzo, tra tutte le delizie, ha creato una mousse ai frutti della passione, da vera estasi!)


Miglior packaging -  Pasquale Marigliano (Ottaviano, Napoli) per aver creato delle confezioncine singole per le fette di torte, ed è una gran bella idea! Tra l'altro Pasquale  ha ideato dei cioccolatini stupendi, che frizzano in bocca, è una sensazione strana ma bellissima!


Miglior sito web -  Acherer (Brunico, Bolzano)


I migliori pasticceri insieme per una foto ricordo


e adesso... andiamo che vi faccio vedere le sette, macché, le mille meraviglie della pasticceria italiana!


venerdì 18 novembre 2011

Insalata di arance, cipolle rosse e salmone



Insalata per un pranzo veloce e leggero, quando "si ha voglia di qualcosa di buono", ma anche di saporito, gustoso e fresco, piatto dolce e salato, una perfetta unione tra nord e sud. Avrei aggiunto anche un finocchio a fettine, ma non ce l'avevo, però andava bene anche una mela ( infatti, l'ho provata ad aggiungere qualche giorno fa, era perfetta).
Insomma, è una ricetta-non ricetta versatile e anche dietetica, sopratutto quando si ha fretta o se ci sono appuntamenti golosi in vista! :-))


mercoledì 16 novembre 2011

Pasta, patate e fagioli con tartufo nero



L'hanno già fatto in tanti , lo potete vedere da Patrizia , promotrice di questa iniziativa, ma io, come al solito, arrivo per ultima ( o quasi). Ma leggete cosa dice, è meglio:







La cosa importante è i riferimenti bancari della Cooperativa, il numero IBAN, su cui ciascuno di noi può fare una donazione.


Ci vuole davvero poco per aiutare chi ha bisogno.


lunedì 14 novembre 2011

Roma - Palermo , parte 2



Roma - Palermo, 1 parte

Contente e soddisfatte, continuiamo il nostro giro del mercato. Non so dove guardare, mi sento come quando da bambina salivo sulla giostra e, appena iniziava a girare, non riuscivo a fissare niente per più un millesimo di secondo. “Oh, guarda, che bei peperoncini!.. E cos’è quel pesce?.. Fragole! Stefania, fragole! Ma senti quanto sono buone?!” Sembra che sto delirando, ma non è così. Le belle fragole (belle si fa per dire, perché erano irregolari, piccole e grandi, storte e non) profumavano davvero, le ho annusate. Mica erano quelle perfette, di plastica, del supermercato! “Prendiamo anche le fragole, le mangiamo a casa, dopo pranzo!..” Perché il pranzo ci sarebbe stato, cascasse il mondo. Potevo rinunciare ai piatti preparati amorevolmente apposta per me?


mercoledì 9 novembre 2011

Che Palle 'sto Paul... e ... Buon compleanno Mapi!!!




Buonissimo e golosissimo compleanno strennoso, Mapi!!!
Noi, (st)Renne e (st)Rennine, abbiamo deciso di farti gli auguri in contemporanea, regalandoti, ahimé, solo virtualmente, degli splendidi tartufi di cioccolato (tutti diversi!) di Paul A. Young, speriamo li apprezzerai!


Cioccolatini al ribes nero e liquerizia

3 pezzi di liquerizia naturale
200 g zucchero di canna
300 g di mirtilli freschi o surgelati
450 g di cioccolato 72% fondente
50 ml di Creme de Mures o de cassis
300 g di cioccolato da copertura

- far bollire i tre bastoncini in 250 ml di acqua, per 6 minuti, lasciarli in infusione tutta la notte e poi filtrare

- che il giorno dopo filtrare la liquerizia e nella stessa acqua bisogna versare lo zuccheri e i mirtilli. Far bollire per 5 minuti e ridurre in purea con un frullatore. Passare al setaccio per togliere eventuali pellicine dei frutti

- rompere il cioccolato in pezzi aggiungerlo al liquido caldo e frullare finché diventerà omogeneo. Aggiungere il liquore e far riposare; coprire con il cioccolato temperato




La mia versione è leggermente diversa. Prima di tutto non amo la liquerizia, così ho deciso di sostituirla con la fava tonka ( sono sempre fava tonka addicted, ricordate?) Poi ho ridotto le dosi, dividendole in quattro e invece di coprirli di cioccolato, ho rotolato i tartufini nel cacao. Preparazione fatta in 10 minuti, poi riposo notturno, e altri 10 minuti al mattino, giusto il tempo di fare le palline!

Tartufini di ribes nero e fava tonka  (per 15 pezzi)


50 g di zucchero di canna
75 g di ribes nero surgelati ( o mirtilli)
60 ml di acqua
150 g di cioccolato fondente
1 cucchiaio da dessert di creme de cassis
1/2 fava tonka
3 cucchiai di cacao amaro

- far bollire l'acqua con lo zucchero e i ribes nero per 5 minuti, frullare e passare al setaccio

- riportare la purea di ribes a ebollizione e togliere dal fuoco, grattugiare la fava tonka e aggiungere il liquore e il cioccolato a pezzi, mescolare con un cucchiaio di lengo finché il cioccolato sarà sciolto

- coprire con la pellicola e lasciare a riposare per 6-8 ore ( o per la notte)

- quando il cioccolato è solidificato, prelevarne un pò con un cucchiaio e fare le palline; farle rotolare nel cacao




p.s. Sto cercando di preparare la seconda parte del post su Palermo, ma non riesco a trovare nemmeno un minuto: in questi giorni ho degli ospiti che devo, anzi, voglio coccolare e portare in giro nei posti che non conoscono.
Ma lo farò, promesso!
.