sabato 13 novembre 2010

Coniglio alla cacciatora (ma non troppo)


E ci risiamo. Solo che ora mi lamento sul serio.
Immagino che la mia famiglia appartiene a quella stragrande maggioranza delle famiglie italiane che tra tutti i pasti preferiscono quello serale, perché è finita la giornata, perché ci si può rilassare e passare a tavolo più tempo, perché si beve un bicchiere di vino per accompagnare un piatto meno sbrigativo e più ricercato rispetto a quelli del pranzo.
Infatti, è difficile che cucino delle cose un pò più particolari a pranzo, perché non c'è gusto, perché ci sono altre mille cose da fare, e perché preferiamo restare abbastanza leggeri, sennò come si fa ad affrontare il resto della giornata?
Proprio per questo è difficile che mi metto a fotografare i piatti del pranzo.
Proprio per questo preparo qualcosa di sfizioso a cena.
Proprio per questo che cerco di scattare delle foto.E non ci riesco, perché dopo le 5 del pomeriggio arriva il buio, perché a casa non ho uno studio fotografico attrezzato e perché le luci serali fanno orrore.
E quello che doveva sembrare una delizia, risulta un qualcosa di poco definito.
Sto parlando del coniglio alla cacciatora di Ginestra per la sfida MTChallenge di novembre  che non vedevo l'ora di cucinare.






 ...E poi succede come al solito: prendo la ricetta, nemmeno penso di modificarla perché tutto sommato, mi piace, e ... la cambio.
Ho omesso le olive, un pò perché non ce l'avevo, un pò perché non piacciono a mia figlia, anche se dei capperi ne ho messi parecchi!
Ho marinato il coniglio a lungo, e poi ho usato in cottura tutto il vino restante ( eh si, mica lo potevo buttare!)
Ho aggiunto una bella manciata di castagne cotte al vapore -  è autunno, e poi non mi dispiace il loro sapore.
Dunque, la ricetta base è sempre di Ginestra, salvo le mie piccole modifiche.

Ale, sono la prima, vero?.. :-))



Coniglio alla cacciatora (ma non troppo)

1 coniglio
1 cuore di sedano fresco
3 carote
1 cipolla
2 spicchi d’aglio
0,5 l di vino rosso
200 g di castagne cotte
chiodi di garofano
timo,origano, rosmarino
2 foglie di alloro
1 manciata di capperi
2 cucchiai di concentrato di pomodoro
2 cucchiai di farina
sale
olio evo

- tagliare il coniglio a pezzi, sistemarlo in un contenitore con le erbe aromatiche e chiodi di garofano, versare il vino, coprire e lasciare per 3-4 ore

- tritare cipolla, aglio, carote e sedano, soffriggerle nell'olio abbondante, aggiungere i capperi e cuocere qualche minuto ancora a fuoco basso

- togliere il coniglio dal vino e asciugarlo, poi infarinare leggermente e rosolare in poco olio

- quando il coniglio è bello dorato, versare il vino della marinatura filtrato, aggiungere il soffritto, il concentrato di pomodoro e le castagne. Coprire e cuocere a fuoco basso per 1 ora circa

- alla fine, se necessario, salare


IL coniglio lo amiamo davvero, in tutte le salse, ma questo coniglietto ubriaco è stato un capolavoro, con tutte quelle verdure del soffritto e le castagne quasi disfatte, morbide e dolci...


24 commenti:

gloria cuce' ha detto...

Bella rossa anch'io non amo le olive mentre adoro le castagne quindi vorrei davvero essere li con te per gustarmi una porzione di quel che è rimasto, anche se ne dubito che ce ne sia.
Perfetta questa tua interpretazione.
Anch'io ho lo stesso tuo problema per le foto.
Bravissima come al solito.
Baci!

arabafelice ha detto...

Bravissima come sempre, e ti capisco: a pranzo sono al lavoro, e per fotografare degnamente cucino porzioni per...merenda!!!

Cranberry ha detto...

Direi che questoconiglio è ottimo!
Come te anche io mi riduco a fare cose "particolari" la sera....e le luci in casa sono quello che sono!
Devo dire che però quell'aria "scura " dele foto dona al tutto un senso di caldo e misterioso!:O
Boh!
Brava la Rossa:D
baci^^

Pippi ha detto...

devo dire che i tuoi 'ritocchi' alla ricetta mi piacciono molto :-) capita che si decida di fare una cosa e poi strada facendo....ci scappa una modifica ehhehe
il problema delle foto serali invece è a dir poco tragicoooooooooo
:-)
ma durante la settimana non cucino molto a volte per anticiparmi e organizzarmi meglio la giornata cucino la cena subito dopo pranzo...pensa te....ed è in quel caso scatto le foto :-)
un bacione
Pippi

MMM ha detto...

ciao cara!!
ti invitiamo a partecipare al nostro primo contest.. dai un occhio a
http://modemuffins.blogspot.com/2010/11/evereybody-loves-muffins.html#comments
baci!
MMM

Mamma in pentola ha detto...

Sono al mio primo MT Challenge, piacere..Claudia! Ero curiosissima di vedere la prima ricetta pubblicata...ed è apparsa la foto del tuo coniglio...non mi prendere per scema...ti sei accorta che quel cosciottino di coniglio sembra un omino appostato col fucile...forse più un soldatino in trincea che un cacciatore, ma è fantastico!!! Deduco dal tuo post che non l'hai fatto apposta....Complimenti oltre che per la foto anche per il coniglio.
A presto Clau

Raffaella ha detto...

Che bel coniglio succulento!
Complimenti anche per la foto!^-^
Un bacio
Raffa

I VIAGGI DEL GOLOSO ha detto...

MMM buono !!! presentazione superba complimenti ... Ciao buon week end dai viaggiatori golosi...

( parentesiculinaria ) ha detto...

Lascia perdere... stesso problema! Con la luce che via presto è davvero un disastro. Mi credi però se ti dico che sei riuscita con questa foto a rendere benissimo una calda atmosfera di casa? Raffinata direi...
E non è facile. Brava!

alessandra (raravis) ha detto...

Sei la prima. Ti rispondo ora perchè sono stata senza connessione fino a un minuto fa- e quoto il tuo post dalla prima all'ultima virgola.Anche qui si fotografa di sera, anche qui le foto son tutte diverse da quello che mangiamo (io oggi ho una salsiccia fucscia in home page che fa paura :-)))) r anche io cambio sempre le ricette in corso d'opera. Le scelgo perchè mi piacciono- e quindi, perchè diavolo devo cambiarle, mi chiedo tutte le volte... Niente, è più forte di me. Tornando alla tua foto, a me però piace da impazzire. La trovo avvolgente, intima, calda... insomma, sei riuscita a rendere sexy pure un coniglio alla cacciatora... Neance Jessica Rabbit avrebbe osato far tanto!!!!
Un bacione
ale

Mirtilla ha detto...

un ...cacciatorino ubriaco allora :)

Ginestra ha detto...

Mi rifiuto di riscrivere le stesse identiche parole della Ale, mi limito a pensarle! :D Io c'ho l'acquolina in bocca, la foto mi piace da morire e anche la scelta delle castagne... ops...non devo dire oltre!
sono qui comunque a sbavare davanti al pc!

manuela e silvia ha detto...

Anceh nella nostra famiglia il pasto più importante è quello serale (tranne nel week end si intende)m porpprio perchè di giorno siamo tutti in giro e sempre di corsa e ci si ritrova a tavola la sera tutti assieme.
Gustoso questo coniglio e aromatizzato al punto giouto.
baci baci

La Gaia Celiaca ha detto...

se le tue foto sono brutte io vado a nascondermi nello stanzino e non ne esco più!
e sulla ricetta, mi piace l'idea delle castagne, credo ci stiano molto bene.
bellissima versione del coniglio alla cacciatora!

anche per noi il pasto è quello serale, a pranzo i bambini, che fanno il tempo pieno a scuola, non ci sono quasi mai, e io mangio sempre insalata e formaggi o giù di lì. infatti quando per qualceh ragione sono a casa mi prende il panico perché non sono abituata a cucinare il pranzo nei giorni normali. la domenica è diverso.
...
...
...
spesso la domenica si va a pranzo da mia madre :-)

Patrizia ha detto...

Giulia, questa foto ha un grande fascino: vellutata e un tantino esotica. Bellissima.
Qui si fotografa ..prima di cena. Con i piatti che si raffreddano, la fotografa che sbuffa, l'altra figlia che intona nenie dolenti...
Ricetta davvero intrigante!!
Se ti fa piacere, da me c'è un contest di Finger Food delle feste!Viste le tue splendide preparazioni, hai voglia di partecipare?
Un abbraccio

cristina b. ha detto...

ricetta e foto bellissimi!! brava giulia, come sempre.

Gunther ha detto...

è unico modo in cui mangerei il coniglio :-)), copmplimenti

stella ha detto...

Wow che sciccheria questo coniglio con le castagne! Sarà che ho appena partecipato ad un corso di cucina a base di castagne e non vedo l'ora di preparare la mia faraona ripiena di castagne, slurp! Ascolta, ti va di partecipare al mio primo contest sulla nocciola? Passa a trovarmi ;-) Baci

enza ha detto...

avevo visto il tuo post sulla mia blogroll mentre passavo ai soliti 200 all'ora :D
e, come hai ragione, come.
ma ho imparato che delle luci me ne frego altamente se una cosa è buona è buona e tutti noi il coniglio lo amiamo.
quindi evviva.
ogni volta mi riprometto di partecipare anche io ma poi non se ne parla.
non partecipo più al daring bakers avrei da fare il post sul finocchio e mille altre idee.
piano piano...

PS sulle castagne concordo alla grande

dolci a ...gogo!!! ha detto...

tesoro una rivisitazione del coniglio alla cacciotora che mi piace tantissimo e come te la cena è smepre il pasto a cui ci si dedica con piu calore e con il tempo necessario e per gustare un piatto cosi nn si puo andare di corsa!!!!bacionisiimi,tvb,imma

Kitty's Kitchen ha detto...

Vero vero vero tutto vero la sera ci si concede un pasto più in serenità dove è possibile "gustare" invece che mangiare di corsa. Sono sicura che lo assaggerei con molto piacere questo piatto dal gusto un pò autunnale.
Un abbraccio cara Giulia a presto

speedy70 ha detto...

Quanto è ghiotto il coniglio cucinato così, e che meraviglia la foto!!! Complimentissimi per tutto cara, sei bravissima!!!

Mapi ha detto...

Se la tua foto è brutta io corro a nascondermi nello sgabuzzino con Gaia, che almeno ci consoliamo.
A patto però che ci porti un piattino con questa meraviglia e un bel calice di quel vinello che si vede accanto al piatto. :-p

Meravigliosa interpretazione e... geniali quelle castagne!

EliFla ha detto...

Oh finalmente ho postato anche io e così mi posso finalmente godere in santa pace le vostre meraviglie per il contest ( se l'avessi fatto prima...questo mese avrei passato!!!).... la foto è stupenda e mi ha fatto venire una fame da paura...ciao e buon weekend!!!

Related Posts with Thumbnails