giovedì 11 gennaio 2018

Remise en forme. Giorno 8. Primi bilanci.



E così, dopo una settimana dall'inizio dal mio percorso #remieenforme, voglio fare il punto della situazione. In 7 giorni ho perso esattamente 3 kg, e sono arrivata a 63,7 kg. Saranno stati i gonfiori,  la ritenzione idrica, l'acqua, ma ci sarà anche qualche etto di ciccia? Il maritozzo, che mi ha seguito fedelmente sia nel digiuno, sia nella dieta, sia nell'attività fisica (no, non va in palestra, ma ha iniziato a camminare, qualche volta a settimana, in ideale tutti i giorni tempo permettendo, da casa al negozio (e sono 5 km), ne ha persi 4. Beh, è più grosso, quindi è pure proporzionata la cifra.

Inoltre, bilancia a parte, mi piace usare il centimetro, prendendo le misure. In una settimana ho perso 3 cm di circonferenza in punto vita e ai fianchi, e 1 cm a coscia e a ginocchio. Eh già, sono molto rigorosa in tutto ciò che riguarda il mio benessere e bellessere. E il famoso vestito oramai mi sta bene!


Ho iniziato il pilates, e anche se mi sento un po' una foca rispetto ad alcuni esercizi che facciamo, non ho più dolori muscolari, la stanchezza dopo la lezione è molto gradevole, e ora che sono tornata a sentire il mio corpo e a controllarlo, vi assicuro, è bello. Sarà una mia sensazione, una settimana è troppo poco, ma mi vedo più tonica e in forma. Insomma, le soddisfazioni dopo solo una settimana sono tanti.

Ma la cosa importante è che tutto quanto è avvenuto senza un minimo disagio né senso di fame nonostante le limitazioni. Dovete sapere (ma chi mi conosce, lo sa già), che sotto certi aspetti sono un essere piuttosto primitivo. Per sentirmi bene e non diventare un mostro asociale, devo mangiare, bere, dormire e, pardon, fare la pipì quando ne senso il bisogno, altrimenti divento scorbutica, a volte intrattabile e decisamente più antipatica della Rossa solare che conoscete. Ricordo anche certe litigate con mio marito, quando eravamo in viaggio ed io avevo fame, e lui cercava un ristorante buono, ma se tardava... come ha fatto a sopportarmi, non lo so.

Con gli anni ho imparato a controllarmi, ma avverto sempre qualche disagio se mi manca il cibo. Ora in macchina ho un pacchetto di crackers e tante bottigliette di acqua, però il lettino e il bagno mancano ... ma sto scherzando!!!


Scherzi a parte, sono convinta che tutto questo è merito non solo della mia determinazione (volere è potere), ma anche della mia serenità. Sono una donna felice e serena, perché sto finalmente con una persona che amo e posso permettermi di fare ciò che più mi piace, e non la corsa alla sopravvivenza. Anche i miei meravigliosi gatti, due raggi di sole coccolosi, sono più sereni. Perché sono doppiamente amati e coccolati.


Il prossimo traguardo: questi pantaloni. Dovrebbero calare perfettamente e non tirare (che si vede bene sulla foto). In ideale vorrei perdere altri 3 cm di circonferenza fianchi e vita e 3 kg. Ci vorrà tempo.


Nei prossimi giorni incomincio a introdurre qualche carboidrato, come cereali o patate lesse. Ma oggi abbiamo la zuppa di legumi misti con la zucca e insalata mista.

A cena sono fuori (è per lavoro!), ma per il maritozzo preparo una bistecchina di pollo alle erbe e le verdure lessate.


2 commenti:

Cristina ha detto...

Ho scoperto il tuo blog ieri su scattidigusto. Anche io mi ritrovo con 5-6 kg da perdere e voglio iniziare un percorso simile. Proverò a seguire le tue abitudini, spero di ottenere risultati. Grazie di postare la tua esperienza giorno per giorno. In bocca al lupo

Giulia ha detto...

Ciao, Cristina!
Grazie a te per il feedback. Ti auguro un buon dimagrimento (credo sia fattibile, alla fine dipende molto da noi). Per qualsiasi cosa ci sono. ;-)
In bocca al lupo!