martedì 9 gennaio 2018

Remise en forme. Giorno 6. Se #èperlavoro, come fare?



Altri 400 grammi sono andati via senza che soffrissi di fame! E sono solo all'inizio, la dieta continua per un mese, ma la domanda che mi pongo ora è come fare a mantenere la costanza, non sgarrare, o se sgarrare, come fare meno danni possibile?

Chi, come me, lavora nell'ambiente food&wine, sa bene che è doppiamente complicato stare a dieta e frequentare vari eventi (quando si dice che è per lavoro!) Mi direte di non frequentarli, ma non è possibile: le feste sono finite, e ricominciamo con le presentazioni, le nuove aperture, le degustazioni e via dicendo.

Cercando di capire qual'è il minore dei male, ho deciso di agire in questo modo.

1. Fare una dura selezione tra gli inviti. Non più di una, massimo due uscite a settimana.
2. Non darsi alla pazza gioia, assaggiare tutto, ma non finire tutto quello che c'è nel piatto. In fondo un boccone basta per capire se è buono.
3. Alcol! Un calice e basta. Lo so, è dura, ma la mia silhouette è più importante. Anche la vostra. E poi non è per sempre.
4. Il pasto precedente all'evento deve essere a base di verdure e legumi (tante fibre che, non essendo digeribili, non vengono assorbite, ma danno un prolungato senso di sazietà che aiuta a mangiare di meno)
5. Il pasto successivo a base di verdura e frutta

Mercoledì c'è il primo evento della nuova stagione, e vorrei vedere se sarò abbastanza forte e determinata. E poi ho un pranzo di lavoro giovedì. Aiuto!..


Oggi è lunedì, quindi, pilates. I giorni della palestra non pranzo, ma faccio uno spuntino un paio di ore prima della lezione. Un po' di cavolfiore e due alette di pollo lesso di ieri. Niente foto però!
Il pilates mi toglie la fame e sto bene tutto il pomeriggio, durante il quale mangio una mela verde.



Stasera ho preparato le spigole al naturale al cartoccio, con limone, aglio e aneto, una ciotola di broccoletti siciliani (una vera ossessione) e un'insalata di pomodori, cipolle rosse e un peperone verde chiaro che ho portato dalla Croazia.





Nessun commento: