martedì 27 dicembre 2016

Liquore alle albicocche



Ricordando l'estate, ora che fa freddo e non ci rimane che la sua essenza dorata in una bottiglia...

C'era una volta un albero di albicocche. Ogni estate diventa stracarico di deliziosi frutti dolci e profumati, la cui varietà assomiglia un po' all'albicocca vesuviana, piccola, croccante, con le macchioline rosse e il sapore dolce e leggermente acidulo. E come ogni anno, non si riescono a consumarle perché arrivano tutte insieme. Questo fantastico albero si trova nel giardino di una mia amica, e per aiutarla a non sprecare la frutta(e fare una scorpacciata di albicocche che è la frutta più amata da me dopo le ciliegie), vengo spesso da lei, e ci inventiamo di tutti i colori: marmellate, albicocche essiccate al sole, composte e decotti, albicocche surgelare. E non riusciamo mai a consumarle. Quest'anno il suo marito ci ha dato un nuovo spunto: di metterle sotto spirito e di farne un liquore. 
Detto fatto.
Mi sa che il prossimo anno ne faremo molto di più.



Aspettando che maturino... Ohmmm....


Liquore alle albicocche

2 kg di albicocche mature ma sode, senza macchioline
1 l di alcol 95°
1,5 kg di zucchero
1,5 l di acqua

- tagliare a metà le albicocche, metterle in un grosso barattolo con la metà di noccioli, versare l'alcol e lasciare a macerare per almeno 40 giorni

- trascorso il tempo, preparare lo sciroppo, sciogliendo lo zucchero nell'acqua e portandolo a ebollizione, senza far prendere il colore

- intiepidire lo sciroppo e versarlo nelle albicocche macerate

- quando tutto è completamente freddo, filtrare il liquore attraverso un setaccio piuttosto fino, per non far passare i residui della frutta

- versare il liquore nelle bottiglie e conservare in un luogo buio e fresco



Nessun commento: