mercoledì 22 giugno 2016

Paired di Sheraton, piccoli sfizi a piccoli prezzi



Ogni occasione è buona per fare un’esperienza sensoriale, sopratutto se è mini e se si tratta di piaceri della tavola. Questa è la tendenza che ha contagiato non solo gli chef più noti o i cultori più raffinati dell’enogastronomia che si lanciano nei giochi degli abbinamenti tra vino e cibo, ma anche i giganti come Starwood Hotels & Resorts, presente con 430 alberghi in 75 paesi.


In effetti, Paired, che è una delle ultime iniziative lanciate dallo Sheraton, ha pensato di combinare sfiziosi piccoli piatti a vino e birre artigianali, preferibilmente locali. Interessante è che l’offerta gastronomica di Paired nei vari alberghi non è globalizzata come si potrebbe pensare, ma viene personalizzata in base alla zona, ai prodotti locali di stagione e all’estro dello chef.


Così, a Milano lo chef Paolo Croce propone per Sheraton Diana Majestic un taglio tenero di manzo massaggiato all’olio extravergine di oliva in abbinamento alla birra Montesella del Birrificio Lambrate. I paired dello chef Carlo Molon allo Sheraton Lake Como comprendono l’uovo tiepido con funghi trifolati abbinato ad un calice di spumante Contarini. 



Infine, tra le proposte dello chef Fabio Colace dello Sheraton Roma Hotel & Conference Center spicca il cartoccio alla romana accompagnato da un Satrico di Casale del Giglio.  Anche il modo di impiattare è personalizzato: a Roma, per dare un tocco di mediterraneità, tutti i piatti vengono serviti sulle piastrelle di ceramica dipinte a mano.


E’ consuetudine, oramai, inserire nel menù le proposte vegane, vuoi per par condicio o per chi vuole seguire lo stile di vita sana. A Roma alle varianti vegane, come le polpettine fritte di miglio e patata dolce, ha pensato Morgan Witkin, creatrice di Morganic Kitchen, blog dedicato alla cucina senza derivati animali, senza glutine e senza zuccheri raffinati, e di Biolosophy, un bio bistrot a due passi dalla piazza Navona.



Insalata di pomodorini rossi e gialli con limone e erbette da abbinare alle polpettine vegane.


Le erbe aromatiche vengono raccolte nell'orticello del ristorante


Queste polpettine sono abbinate al Pecorino di Valori o ‘Nabio di Birradamare, ma ci sono tanti altri sfizi anche per gli onnivori come gamberi scottati agli agrumi con spinacini all’aglio (Pinot Grigio di Feluca o Duchessa di Birra del Borgo) o manzo marinato con cipolla mostardata e pecorino romano stagionato (Dolcetto d’Alba di Prunotto o ‘Na Birretta di Birradamare)

Ovviamente non sono mancati altri sfizi da assaggiare, come uno spaghetto alle vongole e crema di piselli,


o il tonno rosso scottato al sesamo con i cubetti di mango,


per finire con una piccola macedonia di frutta estiva e gelato di crema.



Ed ora io vi lascio questi 3 menù PAIRED, studiateli e provateli se doveste capitare dalle parti giuste!
                                                                  PAIRED COMO

PAIRED MILANO


PAIRED ROMA


Nessun commento: