venerdì 24 luglio 2015

Insalata di mango con feta e cipolla rossa



Fa caldo. Fa caldo. Fa caldo. E’ un leitmotive delle ultime tre settimane, da quando è arrivato Flegetonte. Un’afa così non me la ricordavo da tempo, perché nemmeno di notte si riesce a trovare il sollievo, perché non passa un filo d’aria, nemmeno nella mia casa sul mare. Gatti buttati per terra sotto il ventilatore sempre acceso, piante essiccate da sole, io con la sensazione di vivere in un bagno turco. Eppure bisogna lavorare, andare agli appuntamenti, scrivere, parlare, inventare e -  ebbene si -  mangiare. 

Ovvio, niente carbonare né fritti, ma tante verdure, crude e cotte, svariate insalate e frutta fresca. Il caldo mi fa pensare ai tropici, e allora mi viene voglia della frutta esotica (e anche di una spiaggia bianca con le palme, ma vabbeh, questi sono i miraggi). Adoro la papaya, ma per un’insalata con la feta saporita ho preferito usare il mango che è più dolce. 

Inoltre il mango è composto per l’81% da acqua, ha una marea di vitamine, in particolare la vitamina A, di minerali e di antiossidanti. Ha proprietà lassative e diuretiche, ed è perfetto per contrastare la ritenzione idrica. Infine è un validissimo ricostituente, per rimediare allo stress fisico (dovuto anche all’afa odierna). 

Insomma, meglio di così per coccolare una cara amica a cena con un’insalata sfiziosa ma leggera?






Insalata di mango con feta e cipolla rossa

1 mango
200 g di feta greca
1/2 cipolla rossa
1 manciata di olive nere
1 limone
peperoncino
olio di oliva evo

  • sbucciare il mango e prelevare la polpa, eliminando il nocciolo.
  • tagliare la polpa a cubetti o la fettine sottili.
  • sbucciare la cipolla, tagliarla a fettine molto sottili e irrorare con il succo di limone, lasciando a marinare per 10-15 minuti
  • tagliare la feta a cubetti o sbriciolarla direttamente con le mani
  • comporre il piatto: mettere la polpa di mango sul fondo, aggiungere la feta e le cipolle, spolverare con il peperoncino e condire con un filo di olio, decorare le le olive nere e servire bela fredda.


Di frutta esotica per fortuna ne abbiamo tanta, e di ricette pure, anche se la prossima volta cercherò di usare dei frutti molto meno diffusi, scommettiamo?



Nessun commento: