martedì 25 novembre 2014

Insalata di petto di anatra e cachi



Tutto molto semplice. Quando sono tornata dalla Sardegna, ho dichiarato di non voler più cucinare per giorni/mesi/settimane. Stanca, satura, con mille altre cose da fare e da risolvere, altro che cucinare!.. Infatti, mi avvicino al fornelli giusto per fare il caffé (e, spero, a giorni non dovrò fare nemmeno quello). Però ieri ho fatto una piccola eccezione: avendo un petto di anatra surgelato, ho deciso di prepararlo per usare come affettato nei panini o nelle insalate. In fondo la cosa è stata veloce: 5 minuti in padella e 15 al forno, basta.
Béh, non c'è senso di insegnarvi a cucinare il petto di anatra, ma mi piace abbinare le insalate di carne con la frutta, i cachi vaniglia in particolare. Provate, no?..





Insalata di petto di anatra con cachi

1 petto di anatra
1-2 cachi
1 cipolla rossa (facoltativo, ma consigliabile)
1 manciata di insalata (anche puntarelle)
olio evo
limone
sale
pepe
melassa di melagrana

- incidere il petto di anatra dalla parte del grasso e cuocerlo 3-4 minuti da una parte, in modo che il grasso si sciolga, e dall'altra

- infornare il petto scottato nel forno a 180° per 15 minuti, poi avvolgerlo nella carta stagnola e lasciare per 15 minuti circa (deve restare rosato all'interno)

- affettare sottilmente tiepido o lasciarlo raffreddare completamente

- tagliare i cachi a spicchi sottili (magari anche la cipolla rossa di Tropea) e sistemare tutto su un piatto da portata, mettendo al centro un ciuffo di insalata

- condire con la salsa preparata con olio, succo di limone, melassa, sale e pepe, dosandoli a piacere



1 commento:

Günther ha detto...

sembra un idea assurda invece è molto interessante quest'anatra con i cacchi :-)