venerdì 28 febbraio 2014

Crostata all'olio di grano Verna



 Dopo la mia divertente avventura a Siena, a parte le amicizie ritrovate e i ricordi di felici momenti, mi sono portata a casa un pò di prodotti tipici senesi, tra cui c'era anche questa particolare farina di grano Verna. Per farvi capire meglio di cosa si tratta, cito la descrizione del prodotto:

" VERNA è il nome di un'antica varietà di grano, molto apprezzata in passato per le sue caratteristiche di grande rusticità e poi dimenticata per lunghi anni perchè meno produttiva rispetto alle varietà moderne...
...il fatto che il grano tenero di varietà "Verna" sia caratterizzato da un contenuto proteico modesto (12% di proteine totali), lo rende particolarmente interessante per i soggetti con intolleranze alimentari...
...La farina "Verna" contiene solo lo 0,9% di glutine rispetto al 14% di media delle farine tradizionali e potrebbe rappresentare una buona oppotunità nutrizionale per migliorare le funzionalita' digestive e quindi il benessere di molte persone non direttamente celiache, ma comunque con intolleranza verso il frumento. "
 
   Il pane fatto con questa farina è decisamente saporito e particolare, ma come verrebbero altre preparazioni, dolci per esempio?

Non è la solita crostata. Meglio.





Anche se non è una farina integrale, ha tutte le sue caratteristiche: il colore, la consistenza, il profumo, il sapore. Così, per fare la pasta frolla, ho preferito di non usare il burro, ma l'olio, delicato, certo, ma sempre l'olio, e abbinarla ad un sapore forte di agrume, aggiungendo la scorza di limone nell'impasto e usando la marmellata di limoni di Zuegg.

Crostata all'olio di grano Verna

250 g di farina di grano Verna
100 g di olio evo delicato 
100 g di zucchero
2-3 tuorli
1 cucchiaio di polvere lievitante
1 presa di sale
1 limone ( la scorza grattugiata)
1 barattolo di marmellata di limoni

Unire in una ciotola la farina con tutti gli ingredienti (tranne la marmellata!) e impastare fino a quando non si amalgama tutto. L'impasto viene comunque sabbioso, ma è normale.

A questo punto di solito la pasta frolla va a riposare nel frigo per via di burro, ma in questo caso non serve.

Riempire con l'impasto uno stampo rettangolare (il mio è 24x24 circa), premendo bene con le dita e infornare nel forno preriscaldato a 180° per 10-12 minuti. Volendo, si può riempire il guscio con i fagioli per non far lievitare troppo la base, ma, essendo una preparazione molto rustica, ho semplicemente schiacciato dopo il fondo "gonfiato".

Versare la marmellata nel guscio precotto e infornare per altri 15 minuti. 

Lasciare raffreddare completamente prima di tagliare








5 commenti:

Angie ha detto...

Mi piace molto scoprire nuove farine e soprattutto mi piace quando si riscoprono vecchi cereali, quindi questa crostata, rustica come piace a me (con l'olio al posto del burro <3), con la marmellata di limoni... beh... l'adoro già!
Un abbraccio

Alice ha detto...

questo grano non lo conoscevo proprio e la frolla con l'olio immagino si sposi benissimo con la marmellata di limoni. ha un ottimo aspetto!

Mirtilla ha detto...

che bell'aspetto rustico che hai ottenuto :)

Micol Cerruti ha detto...

Adoro l'utilizzo di farine alternative e poco note....questa che hai utilizzato non la conoscevo ....e' stato difficile trovarla?Interessantissima ricetta.......complimenti....

Günther ha detto...

non conoscevo questa farina mi ha molto incuriosito