mercoledì 27 marzo 2013

Beppino Occelli ed il Borgo dei Formaggi di Valcasotto




Beppino Occelli ed il Borgo dei Formaggi di Valcasotto

Una storia Ricca di Gusto 



Se vi capita di fare l’autostrada Torino - Savona e avete una mezza giornata di tempo, fate una piccola deviazione, prendete l’uscita Niella Tanaro e andate a Valcasotto, il Borgo dei Formaggi , situato in montagna, con soli 46 abitanti. Perché dovreste andarci? Il posticino è delizioso, sembra un bomboniera dove si respira l’aria d’altri tempi; qui vedrete un vecchio mulino napoleonico ancora funzionante, troverete un ristorantino-bistrot con una buona cucina casereccia , con sopra le camere nel caso voleste fermarvi…  

mercoledì 20 marzo 2013

#SocialChefPiemonte, uno stellato a scuola di social



Qualcuno doveva essere il primo. Walter Ferretto de Il Cascinale Nuovo (Isola d'Asti) si è buttato nell'avventura #socialchefpiemonte e si è proprio divertito a quanto pare. Di cosa si trattava? Semplice: della "scuola di social" pensata e ideata per gli chef stellati (e non) e ai produttori di ecccellenze del Piemonte.

Per raccontare la nostra avventura in modo divertente, "a fumetti" (si fa per dire, eh!), ho pensato di preparare qualche storify, i link li trovate sotto.

                                     SocialChefPiemonte, giorno 1, in giro con Walter Ferretto   



 

Dopo la giornata passata in giro tra i produttori, tornati in albergo, ci siamo sentiti dire: "Avete 20 minuti per rinfrescarvi, poi tutti in cucina, a seguire il cooking class di Walter!" Ottimo, cosa volere di più?







The day after. Una splendida giornata di sole, il vento gelido, una compagnia affiatata, programmi interessanti, assaggi golosi. Che dire? Puntata zero di #socialchefpiemonte è stata un successone!

                         SocialChefPiemonte, giorno 2, di galline e nocciole, con Walter Ferretto


domenica 10 marzo 2013

Spaghetti di zucchine all'Orientale







Una delle mie insalate dai sapori orientali preferite!
Qualche suggerimento:
- le zucchine devono essere piccole e sode, altrimenti non c'è gusto e poi non si tagliano bene, e poi la parte bianca diventa troppa
- si può aggiungere una carota tagliata allo stesso modo, il piatto diventa bello colorato
- ovviamente, il condimento si potrebbe comporre a proprio piacimento, cambiando il tipo di olio, aggiungendo un pò di aglio, un 1/2 cucchiaino di miele oppure preparare il classico condimento a base di olio-sale-limone
- volendo, l'insalata potrebbe fare da condimento ad un piatto di spaghetti veri o anche quelli di soia o di riso

Volete favorire?..

venerdì 8 marzo 2013

Risotto con albicocche secche, parmigiano e...




Pensate che abbia "chiuso" con albicocche al rhum? Neanche per sogno!
Ma partiamo dall'inizio. Quando andavo in palestra (c'era una volta...), il mio turno preferito era all'ora di pranzo. E quindi non mangiavo? Si e no. Prima di immergermi anima e corpo nel pilates, mangiavo qualche pezzettino di parmigiano (proteine e calcio) con alcune albicocche secche (zuccheri e potassio). Così, senza appesantirmi, ero sazia, non avevo cali di pressione nè crampi, mi sentivo forte e appagata.
L'altroieri, mentre meditavo sulle albicocche al mercato, ho avuto un lampo e ho deciso di fare il risotto con, appunto, albicocche secche e parmigiano. Ma siccome niente rimane invariato, invece di sfumare il riso con il vino, ho aggiungo quel poco rhum che mi rimaneva dopo averci ammollato albicocche e uvetta.
Che buono che era!
E poi mica è finita così... :-)






giovedì 7 marzo 2013

Albicocche al rhum in glassa di cioccolato



...Smetto di pensare, mi lascio andare, vedo i sogni prendere forma. 
Inseguo i colori, i profumi e gli abbinamenti immaginari, come Alice inseguiva il Bianconiglio.
Li fermo, ci gioco, le consistenze e i sapori sono come le tessere di un mosaico...

Le mie ricette nascono dalle voglie o dalle intuizioni del momento. Ma a volte mi basta parlare di tutt'altro per avere un'idea-lampo, vedere una cosa e subito dopo "vedere" un'altra. Tante volte, mentre preparo un piatto, lo stravolgo e lo trasformo, seguendo un'immagine creatasi nella mente nell'istante in cui aggiungo un ingrediente, o sentendo in bocca il sapore della mia futura creazione, ancora ignara della propria esistenza.
Come una visionaria.
Sono una visionaria.

Ma oggi è andata diversamente. Mi è bastato assaggiare le morbidissime albicocche al cioccolato, portate dalla Russia, e le ho volute replicare. Ma con una chicca in più.