giovedì 5 dicembre 2013

Quadratura del cerchio e Calamari con crauti



"Quando si fanno le cazzate, l'importante è esserne consapevoli. Possibilmente ancor prima di farle".

Cose che non quadrano.
Conti che non tornato.
Note che stonano.
Persone che si perdono (e dire "in un bicchier d'acqua" non sarebbe una esagerazione)
Periodi in cui succede di tutto: lucciole e lanterne, amori e tradimenti, viaggi nello spazio, il vedo-non-vedo. Periodi di transizione, periodi in cui si cerca di far quadrare il cerchio, impossibile. 

"Ci sono i segni che si vedono e gli altri che si sentono" (Neffa)

Quando i segni sono troppi, scatta quella famosa "ultima goccia" che porta con se conferme, smentite, prove e valori.
A volte è stupido negare l'evidenza, ma fermarsi è impossibile, è un vizio.
E si ritorna alla quadratura del cerchio. E stavolta il cerchio quadra.

"Devi stare  molto calma. Devi stare molto calma. Devi stare molto calma. " (Neffa)


                              



 Però, però... a volte, mettendo insieme ingredienti improbabili, si ottengono dei risultati incredibili. Nella vita come in cucina. Sono fiduciosa. Nonostante tutto. 

...A prima vista cosa centrano calamari con i crauti? Niente, eppure la sapidità dei primi e l'acidità dei secondi si sposano alla perfezione, soprattutto se serviti sul letto di patate leggermente acidule e speziate. Gioco di contrasti. Provare per credere.




Calamari con crauti sul tortino di patate speziate

4 calamari non troppo grandi 
4 patate medie
1 limone
prezzemololio evo
sale
pepe
spezie miste (coriandolo, cumino, curcuma)

- pulire i calamari, lasciandoli interi, e lessare al vapore per 10-12 minuti; raffreddare complitamente

- strizzare bene i crauti, condire con un filo di olio e farcire i calamari, premendo bene

- sbucciare e lessare le patate, raffreddare completamente, poi schiacciare con la forchetta e condire con sale, pepe, spezie miste a piacere, un pò di succo di limone (ci vuole acidità!) e olio. Mischiare e aggiungere il prezzemolo tritato

- impiattare le patate, formando dei tortini con l'aiuto di un coppapasta

- tagliare i calamari a rondelle di 1 cm circa e sistemare sopra le patate

- condire con un filo di olio e servire a freddo







2 commenti:

Chiara Setti ha detto...

A parte che con questi colori sono bellissimi ma poi chissà che buoni!! Brava!

CoCò ha detto...

Una vera prelibatezza, un piatto che fa davvero gola Giulia