mercoledì 1 maggio 2013

Alette della libertà



Questo è il mio primo post da donna libera.

Non saprei come descrivermi adesso, anche perché apparentemente è cambiato poco, ma mi sento come se avessi chiuso dietro una pesante porta, sapete, di quelle antiche, scure, spesse, di ferro battuto, con i rilievi e le scene strane impresse, insomma, inquietante. E  invece davanti  vedo uno spazio enorme, come se fosse un prato infinito, velato da una leggera foschia, quella delle prime luci dell’alba, uno spazio poco definito nei dettagli, ma che mi dona serenità, fiducia e nello stesso il brivido dell’ignoto, tutto da scoprire. Ecco, in parole povere è ciò che sento. 

Non potete immaginare...


 ...quello che ho vissuto negli ultimi 6 mesi, potrei scriverci un romanzo, e forse un giorno lo farò, a testa fredda, un po’ più in là. Ma ora non ci voglio pensare, ho troppo da fare per riorganizzarmi la vita. Mi vien da ridere: alcuni amici mi chiamano “la recidiva” -  è il secondo matrimonio che finisce, gli altri dicono che sono fortunata in amore: c’è chi non arriva nemmeno ad un matrimonio. Non so, non so. Ma va bene così, in fondo è affascinante, iniziare di nuovo la propria vita, ogni volta con un bagaglio differente e sempre più importante di esperienze e di saggezza acquisita (si spera).
So anche che non sarà facile, per niente, ma finché ho a fianco mia figlia, la famiglia da parte di suo papà e i miei amici, non ho paura di niente.
E per celebrare questo nuovo inizio, vorrei proporre un piatto simbolico, le ali, anzi, le alette di pollo che amiamo tutti. Solo che stavolta sono diverse, sia per la marinata sia per il metodo di cottura. 


Alette di pollo


6 alette di pollo

1 cucchiaio di senape

1 cucchiaino di wasabi

1 lime (succo e scorza grattugiata)

1 cucchiaino di miele

1 spicchio di aglio grattugiato

½ cucchiaino di salsa piccante messicana

½ cucchiaino di pepe di sichuan

Sale



-unire tutti gli ingredienti in una ciotola, aggiungere le alette di pollo e ricoprirli di marinata; trasferire il tutto in un contenitore di plastica e mettere nel frigo per 24 ore



-cuocere le alette marinate nel forno a microonde per 10 minuti a potenza media



-versare 1 cucchiaio di olio in una padella e friggere le alette, infine aggiungere la marinata e lasciarla addensare per qualche minuto



-servire le alette con l’insalata verde

 





4 commenti:

Araba Felice ha detto...

Un nuovo inizio, come il bel nome evocativo che hai dato a questo piatto fa intendere.
Un abbraccio.

Stefania ha detto...

Viva la libertà! Ti auguro di poter spiccare il volo e di volare lontano!!! Ti abbraccio, cara!

fantasie ha detto...

Ad un futuro migliore e che tutto il brutto possa scomparire!
:*

Elena ha detto...

Ti capisco molto bene purtroppo e per questo ti auguro con tutto il cuore il futuro che sogni e che meriti!