martedì 29 gennaio 2013

Venezia, tutta da mangiare




Sapete, una decina di giorni fa sono finalmente tornata a Venezia, dopo 9 anni, per passarci un weekend favoloso, rilassante e solitario quanto basta, ma comunque pieno di amicizie affettuose, di valore inestimabile. Infatti, ringrazio coloro che mi hanno invitata, ospitata e coccolata, con gesti e parole, con il sostegno morale, ma anche con i piccoli segreti di Venezia golosa, tutta da scoprire. Di che parlo? Ma di famosi cicchetti veneziani, una sorta di tapas, ma che non hanno niente da invidiare ai loro "cugini" spagnoli!





Infatti, il mio tour gastronomico è iniziato non appena sono scesa dal treno, era l'ora di pranzo. La cosa divertente è che non è necessario fermarsi in un locale soltanto, ma si si può benissimo mangiare un bocconcino al bancone, bere un goccio di vino e spostarsi verso il locale successivo. Esperienza davvero simpatica!

                   Polpettina tenerissima e un bicchierino di vino alla trattoria "Alla Vedova"
                               in basso un pò di assaggini di mare all'Ostaria "Al Ponte"



Spizzichi qua, spizzichi là -  il pranzo è fatto nei migliori dei modi! Rimane qualche altro sfizio: un "pasticcino" di polentina croccante e baccalà mantecato e le crostatine di riso e di ricotta, gustati ai Quadri, in piazza San Marco. Quadri, come vedete, non è solo bar pasticceria, ma anche un bellissimo ristorante con una stella Michelin e la cucina firmato Alajmo.


Le foto delle mie passeggiate a Venezia vi mostrerò nel prossimo post, stavolta parliamo del mangiare e del bere! Ho preso l''aperitivo (lo riconoscete, lo spritz?) al Centurion Palace, in compagnia di uno chef del ristorante Antinoo's premiato con 4 forchette Michelin (ma una stellina?..), ma soprattutto amico, Massimo Livan. (Massimo, devi sorridere di più quando ti faccio le foto!) Un paio di ore di chiacchierate sono davvero volate: di quante cose abbiamo parlato e quante sono ancora da dire! Trovo davvero interessanti i concetti di cucina di Massimo: pochi ingredienti, in media 3, accostamenti spesso inattesi, pesce abbinato alla frutta. C'è da approfondire parecchio!






Poi -  la cena, in un luogo di cui ho sentito parlare moltissimo, e che finalmente ha aperto le sue porte a me: Vecio Fritolin , gestito dalla deliziosa signora Irina, italianissima, ma con il nome russo.
Cosa vi devo dire? Coccolata di nuovo: baccalà mantecato su polentina bianca, capppesante con chips di topinambour e crema di patate, variazione di carote (si-si, tutte carote, gialle, rosse, viola), assolutamente sorprendente, e calamari con le rape rosse.



Mica è finita però! Qui siamo ai ravioli di rombo (se non sbaglio il pesce) sulla crema dolcissima di peperoni e il famoso "cartosso de pesse", una vera specialità!
Non avevo forze nè spazio nello stomaco per gustare il dolce, così ci siamo accordati che quando ci sarà la stagione di moeche (i teneri granchietti fritti, un'altra specialità locale, strafamosa), vengo un giorno e mangio solo quelle e il dolce! Bèh, mi sembra giusto! Intanto mi sono "accontentata" di biscottini molto friabili, credo, fatti con la farina di mais.



La mattina del giorno dopo è iniziata con un doppio caffé e una passeggiata sotto la pioggia. Meglio, c'era ancora meno gente del solito in questa stagione, peccato però che non mi bastano mai le mani: borsa, ombrello, macchina fotografica... Ma come si fa??
Tornata in albergo, infreddolita e con i piedi bagnati, mi sono cambiata per il pranzo e .. sono scesa giù, perché il pranzo era previsto al ristorante dell'albergo, Do Leoni. Locale elegante, pieno di luce, con delle proposte davvero interessanti nel menù. Innanzitutto ho scoperto un altro rosé (chi è che ancora non conosce la mia passione per le bollicine rosé?) Derbusco Cives Franciacorta.


E poi... Vari tipi di pane fatti in casa con il burro aromatizzato e l'olio, uno stuzzichino di sfoglia di polenta e crema di baccalà, una tartare di dentice al lime, uno spiedino di cappesante, un delizioso risotto con i funghi e i moscardini fritti e infine... una crema di gelato di vaniglia con cointreau, menta e scorza di arancia. Rinfrescante e leggera!



Un riposino, una passeggiata, un aperitivo al vicinissimo Danieli con un'altro amico chef Gianni Colucci , una chiacchierata, anzi, molte chiacchiere e altrettante risate!
Poi un altro ristorante, molto frequentato dai veneziani stessi, Do Forni. Ottima accoglienza, bel locale, buona la cucina. L'unica cosa è che quella storia che abbiamo sentito tutti sui ristoranti veneziani a Striscia la notizia, è vera: ci sono prezzi per gli stranieri, per gli italiani e per i locali. Ed è un vero peccato.

Aperitivo: un bel frittino abbondante di verdure e crostini con un Bellini.



Antipasto del Doge: gamberetti, polpa di granchio e aragosta. Freschissimo, delizioso.
Baccalà mantecato e polenta grigliata. Cremoso.
Risotto da sballo con scampi e carciofi!
Fritole veneziane ovvero frittelle di Carnevale, profumate!



Per fortuna il ristorante si trovava a 10 minuti di camminata dall'albergo, perciò non ho fatto in tempo a prendere tanta pioggia, ma ho visto le passerelle già sistemate per l'acqua alta che era prevista per quella notte.
Infine, un dopocena condito con bollicine e chiacchiere, e poi a dormire, la stanchezza si sentiva. In effetti, non ho fatto altro che mangiare per due giorni! :-)


Il panorama dalla mia finestra, incantevole! Non volevo nemmeno chiudere le serrande per non perdere  un attimo di bellezza.  Ma di bellezza parleremo nel prossimo post.






4 commenti:

Manuela e Silvia ha detto...

Ciao Giulia! eh si, a casa nostra il pesce lo sappiamo ben preparare! quante ghiottonerie in questa tavola, tutti piccoli spuncetti originali e ben presentati!
scicchettosissimo l'albergo anche!
un bacione
PS: ci aspettiamo una visita in quel di padova eh?!

Patty ha detto...

Mamma mia Giulia. Questo sabato dovrò andare ad accompagnare un gruppo a Venezia per il carnevale. Non avrò tutto il tempo che hai avuto tu, ma sicuramente cercherò di usare i tuoi consigli utilissimi e le tue dritte. Spero solo non piova perché ho già avuto l'esperienza in passato ed è drammatico.
Bellissimo post, grandissimi privilegi!
Ti abbraccio, Pat

Giulia ha detto...

Manu, Silvia, prima o poi!.. :-)

Patty, speriamo che non piova altrimenti perdi la metà del divertimento! Se provi qualcuno dei posti, fammi sapere, è una curiosità! Baci

venezia aeroporto hotel ha detto...

Mmm una gustosa delizia tale. Tutto sembra assolutamente delizioso!

Related Posts with Thumbnails