sabato 5 gennaio 2013

Cosce di anatra al mandarino




Pensando ai miei ultimi post dedicati alla ricerca del Capodanno perfetto, qualcuno forse si domanderà com'è andata. Posso essere fiera di me: la mia delicata ragnatela di preparativi, umori, eventi e affetti è stata davvero impeccabile, sia prima che dopo. Persone giuste, ambiente rilassante, atmosfera leggera, menù squisito, pure un'esperienza nuova - come potrei desiderare di più? Insomma, sono felice, e sono profondamente convinta che questo Capodanno sia il miglior auspicio per l'anno da affrontare, difficile senz'altro, ma pieno di novità, amicizie, affetti e dolcezza. 

Ma ora passiamo alla parte golosa del post. 



Ieri ho trovato delle piccole cosce di anatra e mi domandavo come cucinarli. Arrostirle semplicemente non mi andava, farle all'arancia - banale, confit -  troppo lungo, al porto -  non ce l'avevo... E poi ho pensato al mandarino, delizioso frutto invernale, simbolo di Capodanno per ogni russo. Detto -  fatto. Ecco la mia cena.

Cosce di anatra al mandarino

2 cosce di anatra
4 mandarini
1 cucchiaino di olio evo
sale
pepe

- intagliare a rete la pelle sulle cosce di anatra

- scaldare l'olio in un tegame e porvi le cosce a pelle in giù, per farle rosolare e togliere il grasso in eccesso; cuocere a fuoco medio-basso per 10 minuti

- spremere il succo di mandarini

- girare le cosce e rosolare anche la carne; eliminare il grasso in eccesso

- versare il succo di mandarini, salare e pepare, portare a ebollizione e coprire; cuocere a fuoco molto basso per 30-40 minuti, finché la carne diventi morbida

- servire le cosce al mandarino con  un'insalatina di finocchio tagliato a julienne




1 commento:

lalexa ha detto...

Wow! Sembrano davvero deliziose, ottima l'alternativa al mandarino. Interessante davvero, un abbraccio

Related Posts with Thumbnails