lunedì 29 ottobre 2012

Eco Food Contest. (Mini) Bordura di riso con crema di carciofi



Forse qualcuno lo sa, forse qualcuno ne ha sentito parlare, ma noi, molti blogger romani, sabato scorso, il 20 ottobre, siamo stati invitati ad un evento particolare e utile: Eco Food Day, organizzato da Riccardo Dary, presidente della più antica scuola di cucina di Roma Pepe Verde con l'insostituibile aiuto dello chef Cesare Amato, e dalle ragazze di Food140, "un primo e significativo passo per promuovere in rete una cultura alimentare più attenta all’eco sistema che ci circonda e di cui siamo parte".
Sponsor dell'evento sono stati  la fattoria San Sebastiano con il suo magnifico olio alla menta, La Riserva San Massimo con il riso superfino e Idee di Casa che penserà ai premi per i finalisti.

Ora veniamo alle cose importanti: l'essenza di Eco Food Day e il Contest dedicato.




Continua...

venerdì 26 ottobre 2012

ContestFiandino2012, una ricetta a caso 2. Piccole crostate alle mele rosse




Ve lo dico subito, sono di parte.
Di parte non per il blog o per la sua autrice, Marina, che conosco di persona, ma perché si tratta delle mele, mele rosse. Il mio colore preferito, il frutto che amo, una deliziosa frolla arricchita dal burro Fiandino, una ricetta semplice e di grande effetto, non solo esteticamente, ma soprattutto al palato.
Insomma, le crostatine.
Devo dire la verità però: avevo meditato un pò prima di decidere, perché stamattina ho visto arrivare i graziosissimi e golosissimi pain au chocolat che mi hanno fatto subito venire in mente Costa Azzurra, Parigi, le colazioni sul terrazzo e i sapori meravigliosi, ma poi ho capito: le crostatine. Punto.

Come sapete già tutti, noi, 5 foodblogger (Carola, Giovanna, Concetta, Ady ed io) continuiamo ad aiutare a Lelio a gestire questo bellissimo contest (non avete idea di quante ricette siano già arrivate!), e non vedo l'ora di sapere che cifra raggiungeremo alla fine.

Detto ciò, vi invito ad andare a curiosare nel blog di Marina, La Tarte Maison, e magari  a provare a fare queste golose crostatine. 

Alla prossima ricetta!





Continua...

giovedì 25 ottobre 2012

Il Mangelo 2013 - la prima guida dei ristoranti scritta dai foodblogger







Per chi ancora non lo sa, vorrei fare una segnalazione importante: è uscita da pochi giorni la prima guida dei ristoranti di Roma, "Il Mangelo",  scritta dai foodblogger, e non dai "soliti" critici enogastronomici, basata sui commenti e sulle opinioni dei clienti dei ristoranti stessi. Quindi, una guida valita, veritiera e, indubbiamente, utile.
Con una grande soddisfazione dichiaro di averci lavorato anch'io, insieme a Laura Casaldi, Valentina Brida, Sara Milletti e Claudia Tiberti, tutte foodblogger note e competenti, nonché amiche e compagne di avventure golose.
Se volete, fate anche un salto sul sito de Il Mangelo, troverete molte cose interessanti e informazioni utili. Ah, "Il Mangelo" non tratta solo Roma, ma anche altre grandi città italiane: Milano, Torino, Genova, Napoli e Venezia. E se volete comprare una guida che vi interessa, acquistandola dal sito direttamente, avrete uno sconto di 15%.

Allora?.. State ancora a leggere? Sbrigatevi invece a prendere la guida!



Continua...

sabato 20 ottobre 2012

Vie del Gusto. Il mio primo articolo. Olive all'ascolana.








Ecco il mio primo lavoro per la rivista che ammiravo da molto tempo, Vie del Gusto. Mi sento davvero onorata di farne parte, anche perché è la cosa che amo di più: scrivere, fotografare e unire il tutto ai viaggi! Meglio di così!
Sto pubblicando l'articolo qui perché alcune mie amiche non possono reperire la rivista, stando all'estero, e poi, scusate, ma la prima volta è la prima volta! Senza dire che le parole dedicate a me nell'editoriale mi hanno fanno crescere le ali! (meglio di quella bevanda famosa)

Se c'è qualcuno chi non conosce ancora questa rivista, compratela, ci sono un sacco di cose interessanti per amanti del cibo, del vino e dei viaggi! E, una bella coincidenza, c'è un articolo sul hotel Laurin, a Bolzano, dove sono stata con la Citroen Tour di recente, e si parla anche del giovane e talentuoso chef  Manuel Astuto!



Per leggere meglio, bisogna cliccare sulle foto che si ingrandiscono, altrimenti, se ci sono problemi, fatemi sapere, metterò i link alle pagine in dimensione originale.



Continua...

venerdì 19 ottobre 2012

"Frico & Formaggi", il mio nuovo libro è in uscita!



Eccolo, il frutto delle mie ultime fatiche! Non dico da Ercole perché potrei al massimo paragonarmi ad un fantasma Rosso (paura?!!)

Frico & formaggi (Morganti Editori), ancora una volta cucina friulana. Ho cucinato e fotografato il tutto in piena estate, con 40° fuori, è stata dura, ma le Rosse, come sapete, non si arrendono mai.

L'ho già detto e lo ripeto: "Volere è potere".

A prestissimo con le altre novità!

Con affetto, la vostra Rossa




.
Continua...

lunedì 15 ottobre 2012

ContestFiandino2012, una ricetta a caso. Agnolotti al Barolo ripieni di Lou Bergier con nocciole tostate








Non ho voglia di cucinare. Per niente. Nemmeno un uovo in padella. Non ho voglia di mangiare. Quindi non aspettate da me ricette e golosità. D'altronde  non posso abbrutirmi fino all'infinito, devo tirarmi fuori per le orecchie, se servisse.

Insomma, uscendo un pò fuori dalla valanga di bruttissimi eventi che mi hanno travolta ( e ci sono ancora dentro e sotto un treno, mica è finita con la morte di mio padre, ma almeno ho ripreso a respirare), sono sempre dell'idea che l'ultima cosa da fare - è di piangersi addosso, ma di cercare le vie d'uscita, le soluzioni, i modi di superare l'insuperabile. Insomma, non sto passando un bel momento, al contrario, non riesco a lavorare, a concentrarmi, e questo contest lo considero un modo carino per dedicarmi ad altro e di non pensarci per almeno un pò. 

Come sapete, siamo noi 5 foodblogger (Carola, Giovanna, Concetta, Ady ed io) ad aiutare a Lelio a gestire quell'idea grandiosa che ha avuto. Per facilitarci un pò di cose e per dare visibilità alle vostre proposte, abbiamo pensato di prendere uno dei post alla settimana pervenuti al Contest e farne 2 parole. In fondo, perché no? Così non sono diamo risalto al contest, ma anche a qualche ricetta interessante o creativa che potrebbe passare altrimenti  inosservata.

Ecco, oggi voglio farvi notare  quei magnifici Agnolotti al Barolo ripieni di Lou Bergier con nocciole caramellate  di Lasagnapazza alias Maria Luisa Colucci. Lo considero un bel piatto, ben presentato, molto autunnale e in linea perfetta con i prodotti proposti, che in più sono prodotti del territorio, del Piemonte.

Brava, Maria Luisa!


Continua...

martedì 9 ottobre 2012

Il mio triste autunno a Mosca in 10 foto. Da orfana.





Oramai sapete tutti  o quasi del perché di questo viaggio improvviso.
Mio papà non c'è più.
La mamma mi ha lasciata 19 anni fa.
E il papà di mia figlia è scomparso 7 anni or sono.
Ho perso tutte le persone care, mi sento più orfana che mai.
Ed è indescrivibile la sensazione di vuoto, di angoscia, del senso di abbandono, della solitudine.
Mi sento essere  letteralmente sospesa tra il passato, il presente e il futuro, e l'unico legame che ho adesso con questo mondo è mia figlia.


                                                     Mosca, sto arrivando...




Continua...

lunedì 8 ottobre 2012

Di aeroporti e controlli, di cose paranormali e ordinari, di vita...






…Certo che in fatto di sicurezza i tedeschi non li batte nessuno. Manco gli svizzeri! Non più tardi di oggi (oramai di ieri, perché sto scrivendo ad alta quota, in volo per Roma) l’ho sperimentato di persona. Il mio volo non era diretto, ho fatto scalo a Francoforte. Partendo da Mosca, nessun problema: soliti controlli, anzi, meno pesanti di prima. Arrivando in Germania, il primo controllo è stato fatto appena scesi dall’aereo e entrati all’aeroporto. Anche a quelli che non dovevano proseguire. Ok, nessun problema, ecco il mio passaporto. Vado avanti, ad un certo punto fanno mostrare i biglietti. Ok, va bene.  

    Poi… è come se fossi entrata all’aeroporto da fuori:  stesse modalità di controllo di bagagli a mano, di persona… Anzi, no, peggio: ognuno viene scansionato dalla testa in piedi in una piccola gabbietta e in più tastato con le mani manco fosse un terrorista! In realtà sono rimasta leggermente scioccata. Ma non è mica finita qui: i bagagli a mano vengono perquisiti con la pignoleria che solo tedeschi hanno: ogni bustina aperta, ogni flaconcino contato, macchina fotografica e pc passati nello scanner 2 volte. Dopo di che la signora che mi teneva sotto tiro (e non aveva bisogno nemmeno di un fucile!), vede la bottiglietta d’acqua nella borsa, rimasta dal volo di prima, e mi ordina di berla o di buttarla. Le rispondo, mentre sistemo il casino lasciato da lei nella mia borsa,  che lo faccio tra qualche minuto, e lei: “Non ha capito! Deve farlo immediatamente!”  Con tutta calma le dico:” HO CAPITO. PRIMA sistemo le mie borse, e POI bevo la mia acqua”. “Ah!.. Sono qui che la controllo!” Io: “Nessun problema”. Senza fretta, ho rimesso a posto tutto come si deve e poi ho l’ho bevuta. Con un gran sollievo lei quasi mi ha strappato la bottiglietta di mano e ha aggiunto che la buttava lei.

   Sembra una comica mentre lo scrivo, invece, secondo me, sono leggermente, ma proprio pochissimo, esagerati. Tuttavia, a Monaco di Baviera, dove avevo fatto lo scalo all’andata, non è successo nulla di tutto ciò: scesa dall’aereo da Roma, sono entrata direttamente nella zona interna, ho fatto un giretto nel Duty Free e poi sono andata dritta-dritta all’imbarco. Nessun controllo. Però… all’andata hanno dimenticato la mia valigia a Monaco, e sono arrivata a Mosca, passando da 25° a 15° con i vestiti estivi e senza cambio.  Per fortuna -  e che fortuna! -  ho fatto shopping all’aeroporto di Fiumicino, in un negozio di intimo. Come se l’avessi saputo. 
 
   Ora, mentre lo scrivo, penso: “E se dovessero dimenticare la mia valigia un’altra volta ancora?..” Ma no, 2 volte di seguito sarebbe da supersfigata, e non lo sono di certo. In più ho una teoria riguardo agli eventi (brutti, tanti!) di quel periodo, ma lo so che farà ridere, perché non ci crederebbe nessuno. Ma ve lo dirò lo stesso, tranquilli. La colpa sarebbe di un certo braccialetto a forma di quadrifoglio, di quelli che vanno molto di moda ultimamente. Da quando me l’hanno regalato, è successo di tutto, a cominciare dall’incidente di macchina nemmeno un’ora dopo. Poi parliamo di danni, di litigi, di rotture improvvise di cellulari, di stampanti, ecc. Di piccoli e grandi incomprensioni, diverbi, delusioni, arrabbiature, e il clou – la notizia della scomparsa di mio padre. Disperazione. Ritardi. Valigia dimenticata. Traffico inspiegabile. Ritardi ovunque. Valigia che non portano il giorno dopo perché stranamente hanno il numero di cellulare sbagliato, e devo aspettare un altro giorno ancora. Finché non comincio a parlarne con la mia amica-sorella e ad analizzare i fatti. E lei mi fa: “Lo dobbiamo bruciare, te ne devi liberare”. Non ci credevo, ma poi mi sono fatta convincere. In fondo, cosa perdevo?.. Siamo uscite fuori e l’abbiamo bruciato, quel braccialetto, tutto, fino all’ultimo filo.

Poi...

Continua...

sabato 6 ottobre 2012

Giro goloso del Trentino a bordo della Citroen DS5







Se volete scoprire le mie avventure a bordo della Citroen DS5, ecco la cronaca (quasi) completa via storify!

Giorno 1

Giorno 2

Giorno 3

p.s. Domani sera torno a casa, a presto e un abbraccione a tutti che mi hanno sostenuto in questi giorni!


Continua...
Related Posts with Thumbnails