mercoledì 29 agosto 2012

4 anni di Rossa di sera, poche considerazioni e un dessert ligth



Eccoci, ad un altro traguardo. 4 anni di blog, iniziato "senza un perché". Ho una buffa tendenza di dimenticare l'anniversario più importante della mia vita virtuale.... Ma che dico, virtuale, è già da molto tempo che questa realtà virtuale si è fusa con la vita vera, dandomi gioie e soddisfazioni, conoscenze superficiali e amizie che toccano il cuore, collaborazioni e partecipazioni... insomma,  tutto questo è  tremendamente vero e reale. Il piccolo blog, uno dei tanti nell'infinito virtuale, è diventato parte di me.

Rossa di sera non è più solo il nome di un diario, Rossa di sera sono io, Giulia.

Ed è pure vero che più vado avanti, più le cose cambiano, crescono e prendono forme, colori e intensità inaspettate. Vediamo cosa è successo nell'ultimo anno. Scrivo meno ricette on line (e va bene, oramai  sono talmente tante che è difficile distinguersi!), ma ne scrivo tantissime per la carta stampata, per i libri - i miei piccoli tesori che al giorno d'oggi sono 4 in Russia e 5 in Italia, e ce ne sono altri in arrivo!

Sono sempre in giro, e la cosa mi piace da matti: adoro viaggiare, soprattutto quando si tratta di viaggi enogastronomici (e quando non lo sono?..) Scrivo più di eventi esterni che di cucina mia, ma è solo l'altra parte della medaglia, perché imparo sempre molte cose e le metto in pratica, anche se non si vede.

Quest'anno, all'improvviso, sono dimagrita di 6 chili, senza fare nessuna dieta, anzi mangiando e bevendo come prima. Io dico di aver perso i chili di noia: sono sempre adrenalinica, vado a duemila, sono felice e a volte stressata, ma mi sento terribilmente viva. Ed è bellissimo.

Negli ultimi 366 giorni ho conosciuto più persone incredibili, ho visitato più luoghi straordinari, ho partecipato a più eventi interessanti, e ho fatto mille altre cose: molto più che in tre anni precedenti messi insieme! Son soddisfazioni...

Quest'anno ecco la mia immagine: il giro con il cellulare in mano, a twittare, chiacchierare, fotografare... in due parole, a comunicare. Oppure...


... questa è un'altra immagine che mi appartiene: bollicine rosé, sempre e ovunque, diventate la mia grande passione in pochi anni.

... Ho detto, poche considerazioni?.. Si, ma quando mi trovo a scrivere, è difficile frenarmi (devo sempre accorciare i testi perché supero di gran lunga il numero di battute richieste). Già, scrivere è un'altra mia passione, come fotografare, cucinare, mangiare, creare, inventare...

Cosa dovrei aspettarmi al quinto anno? Non lo so, è una sorpresa, ma, come dicevo un pò di tempo fa, "...Sono fortunata perché li raggiungo sempre, i miei obiettivi, ottengo sempre ciò che voglio. Prima o poi, in un modo o nell’altro."

Buon compeanno, Rossa!



E si festeggia molto ligth e molto rosso!

Continua...

martedì 21 agosto 2012

Una foto al giorno per i momenti da ricordare



                                        (...giusto per non "rovinarmi" la reputazione!..)

Certo, la mia assenza da casa è durata un pò più del previsto, ma rifarei tutto daccapo, ogni cosa, esperienze bellissime, scoperte inaspettate, disavventure comprese, perché "meglio rimorsi che rimpianti". 

Facciamo un pò di numeri?
14 giorni pieni fuori
10 regioni visitate/attraversate
4 paesi oltre l'Italia visitati/attraversati
3800 km in macchina (anzi, 2 macchine)
quantitativi dei rosé e dei cibi non meglio precisati, ma...
...1 kg in più addosso (speriamo, per poco)

Tante persone incontrate, ma visto che è un post/non post, più promemoria che racconto, magari non faccio i nomi, perché rischierei di non nominare qualcuno, preferisco fare qualche post a parte. Comunque, chi mi segue sui social, è più o meno informato sui miei spostamenti e incontri, giusto?

Ho voluto fare una cosa difficile: scegliere una sola foto ( al massimo due, ma facendo il collage) per ogni giorno passato fuori (dai 16 Gg pieni). Dovevano essere le più significative, quelle che mi dicono o mi ricordano qualcosa di particolare, accompagnate da poche parole. Forse ci sono riuscita.
Dedicato a me.

Giorno 1. Una rilassante e rigenerante passeggiata nel bosco



Continua...

mercoledì 15 agosto 2012

La vita (non tanto) segreta di La Credenza




... Quella mattina, aprendo, come d'abitudite, FB, ho ricevuto una richiesta di amizia. Fin qui niente di strano, ne arrivano di diversi tutti i giorni. Solo che questa era particolare, la persona in questione si chiamava Giovanni Grasso. Confesso, non avevo subito collegato il nome alla persona, avevo pensato a certe stranezze che succedono nella vita. Dopo un pò ho una conferma che è QUEL Giovanni Grasso del ristorante "La Credenza" a San Maurizio Canavese (To). E dopo ancora un pò scopro che .... ci sarei andata a conoscerlo proprio quella sera stessa! Béh, queste non sono coincidenze, sono i piccoli gradevolissimi "complotti", sono le deliziose sorprese che ti riempiono di gioia e ti fanno sorridere senza un motivo (apparente).



Volete seguirmi?..


Continua...

domenica 12 agosto 2012

"Questa non è una vacanza, è un sacrificio!.."



Cosi dice sempre la mia dolce metà quando va fuori con me. In effetti, non ci si ferma mai. L'unica volta che io ricordi, a fare la vacanza in stile "tappettino", è stata l'anno scorso, in Messico, quando eravamo sdraiati sotto le palme di fronte al mare, dalla mattina alla sera, con un Margarita in mano.  E poi mai più.
Stavolta è lo stesso. Giusto ieri sera, arrivati in albergo nel tardo pomeriggio, mi sono sdraiata sul letto, esausta, e ho rifiutato di muovermi ( per fortuna eravamo in mezzo al nulla e non avevo programmi per la sera). Adesso invece?.. Dopo una passeggiata nel bosco di montagna ( dove ci sono lupi e altri animali pericolosi!), dopo aver pianto le mie povere ballerine  (quasi defunte) da "signorina per bene", dopo un pranzetto delizioso, sono salita in camera e .. mi sono addormentata. Io!!! Di giorno!!!! Cose dell'altro mondo... Esaurita...
Di cose importanti in questa mia "via Crucis" personale, ne sono rimaste due: la cena di stasera e un incontro di domani. Dopo di che... forse avrò 24 ore di relax!

Cosa volevo dire con tutto ciò? Anche se mi piacerebbe condividere nel mio blog tante cose ed esperienze, fatte di recente, non ce la faccio proprio. Magari quando torno.

Un salutino a tutti gli amici della Rossa!
Buon Ferragosto!

Continua...

lunedì 6 agosto 2012

Not(t)e di gusto - cena di gala sotto le stellle




Qualche tempo fa sono stata invitata a partecipare a questa simpatica serata "Not(t)e di gusto - cena di gala sotto le stelle", che avrà luogo esattamente la notte di San Lorenzo presso l'hotel Montemezzi (Vr). Perché no? Avevo già in programma di passare qualche giorno da quelle parti, e così l'ho accettato ancora più volentieri.
Non posso dirvi molto perché sarà tutto una sorpresa anche per me: sapori, luoghi, incontri, persone, programmi...

Se volete scoprirlo anche voi, siete in tempo per prenotare!
Qui troverete qualche info in più (menù, qualche accenno al programma ecc)
Questa è la pagina FB della serata.

Insomma, mi piacerebbe festeggiare la notte delle stelle cadenti con tanti amici!
Che ne dite?


Continua...

giovedì 2 agosto 2012

Insolito gelato allo stracchino e panettone al mandarino Loison



Quando Loison chiama, la Rossa risponde!
Partecipare al nuovo contest estivo "Insolito Gelato"? Subito!
Di che si tratta? Di produrre  il gelato particolare con il panettone,anzi, con uno dei 4 panettoni mandati ai partecipanti-sfidanti.  Sapete che mi sento un pò il Babbo Natale, circondata da tutti questi sfiziosi panettoni in piena estate?! Mancano solo le (st)renne! :-)))



Volete sapere di che si tratta?


Continua...

mercoledì 1 agosto 2012

Zuppa di cucuzza siciliana e un video di zuppa à la francese




Due cose al volo: la riabilitazione della zucchetta siciliana ( altrimenti detta cucuzza, e mi piace moltissimo il nome!) è avvenuta con successo! Tutto merito di Stefania: quando sono stata sua ospite l'anno scorso a Palermo, l'ho interrogata a lungo sull'argomento, perché non riuscivo a capacitarmi del fatto che, una volta sperimentata, la cucuzza non mi era piaciuta per niente. Lei, gentile e paziente, ha sopportato tutte le mie domande, mi ha raccontato qualche ricetta ed ora, grazie a lei, posso mangiare anche questa verdura! Peccato che a novembre non si trovavano più, ma adesso l'ho ricomprata e ho fatto altre 2-3 cosine sfiziose.
Grazie, Stefy!

Già che ci siamo a parlare delle zuppe, vi racconto anche questa: una ventina di giorni fa abbiamo fatto una serata divertente a casa degli amici, una serata bretone/marinara a base di ostriche, champagne e... zuppa di pesce bretone style, fatta da me in loco! Mentre tritavo l'aglio e la cipolla, arriva il marito dell'amica, con la nuova videocamera, e mi propone di testarla, registrando la ricetta. Perché no? Tanto ci stavamo divertendo! Così l'abbiamo fatto, con tutti i passaggi, ma con nonchalance unica, solo da ridere! Se la vedete, capirete.
P.S. Ma volendo, tra risate, battue e quant'altro, la ricetta c'è! :-)






Continua...
Related Posts with Thumbnails