venerdì 27 gennaio 2012

Occhio, malocchio, prezzemolo e finocchio... Buon compleanno, Ale!!!





« Occhio, malocchio, prezzemolo e finocchio,
ego me baptizzo contro il malocchio.
Puh! Puh!
E con il peperoncino e un po' d'insaléta
ti protegge la Madonna dell'Incoronéta;
con l'olio, il sale, e l'aceto
ti protegge la Madonna dello Sterpeto;
corrrrrno di bue, latte screméto,
proteggi questa chésa dall'innominéto. »

Alessandra, buon compleanno, tesoro!!!!!!!

 Oggi troverai gli auguri di tutti noi, citati sotto, ma anche di tantissime altre persone che ti vogliono bene: Eleonora , Stefania cardamoma, Annalù e Fabio , Stefania P&S , Mapi , Flavia, Cristina , Mai , Ema , Patty , Cristina b,  Loredana , Mario , Sandra , Greta , Muscaria , Simonetta , Roby, Ale.
Non puoi capire quanto ci siamo divertiti a confabulare riguardo la giornata di oggi, inventando auguri, post, ricette, parole, amuleti... Anzi, lo potrai capire non appena avrai accesso ad un gruppetto molto ma molto particolare! Già rido pensando alla tua espressione!


Per quanto riguarda me, sono felice di averne preso parte, ma siccome di solito me la vado proprio a cercare, non ho potuto sottrarmi nemmeno stavolta alla prova del nove!...

Continua...

giovedì 26 gennaio 2012

E' di nuovo MTC! Tagliatelle con salmone, arancia e vaniglia. E rhum.

Tagliatelle con salmone

E va bene, e va bene, ci sto. Giuro, non lo volevo fare, anche se all'inizio avevo detto "Ma figuriamoci, due tagliatelle!... Che ci vuole?.." Però più si avvicinava il giorno X, meno me la sentivo, di mettermi alla prova. E avevo ragione: dopo aver visto cosa hanno combinato le mie "colleghe"/sfidanti, mi è mancato il coraggio, sul serio. E come se non bastasse, dopo aver steso la pasta all'uovo, fatta di soli 2 uova, e non 6 e nemmeno 4, come si faceva una volta, avevo dei dolori alle braccia, anzi, precisamente ai tricipiti, allucinanti, manco le prime volte in palestra mi ero fatta così male! Insomma, un disastro. Si vede che non ho i geni emiliani?
Alessandra, Daniela e la vostra complice Ale, ho compiuto questo sacrificio  per voi, e vi prego di tenerlo presente!



...Ora mi viene da ridere: dopo aver fatto questo sforzo disumano, non ce la facevo a tenere in mano nemmeno la forchetta, e tutti i buoni propositi (sul condimento) si erano sfumati e trasformati in un semplice burro e parmigiano! Per fortuna burro e parmigiano sono finiti in una sola porzione di tagliatelle (buonissime comunque anche così!), la seconda, il giorno dopo, ha avuto il condimento più dignitoso.

p.s. Non ridete, ma la mia dolce metà ha apprezzato le tagliatelle ancora più al naturale: solo con il burro, senza parmigiano, ed è stato soltanto perché il burro l'avevo messo prima, altrimenti non è detto che non le mangiava "nudi e crudi"! Alla mia domanda sul perché ha risposto serenamente che sono troppo buone. Anzi, erano.

p.p.s. La prossima volta la pasta all'uovo la faccio con l'attrezzino del KA. Ci tengo troppo alle mie povere braccia!


Continua...

martedì 24 gennaio 2012

Biscotti della fortuna


Fortune cookies

Non potevo lasciarvi senza questi biscottini, sono davvero deliziosi! Credo che li rifarò presto, oltre ad essere divertenti, sono anche buonissimi!
Prossimamente vi darò la ricetta di focaccia, è di una semplicità e di una bontà uniche!


Continua...

lunedì 23 gennaio 2012

Buon Capodanno (cinese!) Arriva l'anno del Drago!


Fortune cookies

Ragazzi, buon Anno del Drago! Eh si, oggi è iniziato il nuovo anno secondo il calendario cinese, e per me, come sapete, ogni scusa è buona per festeggiare e per mettermi a tavolo ( e, ovviamente, per cucinare prima!) Insomma, ieri avevo organizzato una cena cinese con una coppia di amici, ma il marito di lei (sempre colpa degli uomini!) ha preso l'influenza e hanno dovuto rinuncuiare all'ultimo. Ed io stavo già a metà opera! Che faccio? A chi le offro tutte quelle cosine buone? Chi legge le frasi nei biscotti della fortuna? Allora ho allertato mia figlia, ancora ammalata pure lei, sapendo che i suoi amici adorano la mia cucina. Sapete, alla fine ci siamo divertiti lo stesso, abbiamo mangiato praticamente tutto e abbiamo letto i bigliettini in tutti i biscotti! Per fare una cosa carina, ho stampato gli aforismi di Confucio, e sapete cosa è capitato proprio a me?

Se vedi un affamato non dargli del riso: insegnagli a coltivarlo.

Il nostro menù prevedeva:

Continua...

sabato 21 gennaio 2012

Cake alle arance caramellate e mandorle

Cake alle arance caramellate

Qualche tempo fa sul fb ho conosciuto Contadini per Passione, una giovane impresa di agricoltura a Ribera, in provincia di Agrigento. Ci siamo messi a chiacchierare con Paolo che mi aveva raccontato della loro avventura dell'aranceto ereditato dai nonni, della voglia di farsi strada, di farsi conoscere, di portare avanti il progetto, di alcune iniziative che vedono coinvolti anche noi, foodbloggers.  Speriamo che in primavera ci sarà qualcosa di divertente da fare e da raccontare, ma per adesso i ragazzi hanno voluto far conoscere i loro prodotti, le buonissime arance di Ribera Dop, che sono arance particolari a polpa bionda,senza semi, molto dolci.
Morale della favola? Lunedì ho ricevuto una cassetta di arance, e il primo pensiero era "Ma quando le consumero tutte???" Dopo averle assaggiate però ho smesso di preoccuparmi. Sono talmente buone che non ho voglia di altra frutta, mangio solo arance, le uso anche in cucina (altre ricette sono in arrivo!) e faccio le spremute alla mia piccola (piccola per il modo di dire!) ammalata influenzata che non vuole altro.

Per questa ricetta mi sono ispirata ad una torta rovesciata americana con le pesche, ma ho cambiato stampo, quantità di burro, ho sostituito alcuni ingredienti con gli altri ecc. E vi assicuro che è venuta buonissima, non troppo dolce, umida al punto giusto e morbidissima. Le arance caramellate sono diventate comunque un pò amarognole, ma a me quel poco di amaro piace.



Continua...

martedì 17 gennaio 2012

Zuppa di patate e bieta allo zafferano



Ultimamente sono sparita di nuovo. Lo so, è quasi una consuetudine oramai, la Rossa che non si fa più vedere, nè di giorno nè di sera, ma avevo una scusa importante: gli ospiti.  Mi hanno tenuta impegnata per 4 giorni, con il full immersion nel cibo, nel vino, nelle chiacchiere e nei divertimenti. Alcuni di voi sanno anche altri particolari che ho scritto su fb, ma non importa più.  Ora però mi tocca ricominciare a lavorare, sul serio. Intendo, cucinare, scrivere, fotografare, mangiare (poco) e non dimenticare di partecipare alla prova di tagliatelle, di torte cremose e ... basta, non ce la faccio più. Naturalmente, non potevo lasciar perdere nemmeno le zuppe gluten free, perché .. come diciamo noi, (st)renne e (st)rennine?? "Voglio vincere!!!" Il che non succede mai, ma tanto ci divertiamo lo stesso.
E poi diciamo la verità, con questo freddo polare, non si può fare a meno delle zuppe calde e sostanziose!




Continua...

mercoledì 11 gennaio 2012

Costine di cinghiale al vino rosso con cacao e spezie esotiche



Quello di oggi è lo stufato che avevo pensato di fare inizialmente per il contest di Eleonora, ma poi la storia dei cambiamenti ve l'ho spiegata tutta nell'altro post. Eppure non potevo tenerlo per me, sarebbe troppo da egoista! 
... Avevo per le mani una bottiglia di Nobile di Montepulciano, e a me il Montepulciano, morbido e avvolgente con sentori di frutti di bosco a bacca nera, ha sempre ispirato l'idea di un piatto ricco e corposo a base di selvaggina, cinghiale o daino, magari con un pizzico di cioccolato e di spezie, come si usava una volta. Detto -  fatto. In una macelleria vicino a casa mia c'è quasi sempre in vendita la selvaggina, perciò non avevo più scuse per rimandare.  Ma l'argomento fondamentale era, ed è tuttora: "FA FREDDO!" Detto da una russa fa quasi ridere, ma che devo fare se la mia cicogna aveva smarrito la strada?...




Continua...

lunedì 9 gennaio 2012

Stufato di manzo al gin

cocotte di ghisa staub

Inizialmente volevo postare un'altra ricetta per il contest "Lo stufato" di Eleonora, l'avevo anche preparata, assaggiata, goduta e fotografata, ma il caso ha voluto farmi cambiare idea. E' andata così: mercoledì scorso, mezza raffreddata, sono uscita a fare la spesa e sono tornata a casa senza una minima idea di cosa cucinare per cena. Non avevo voglia di niente, nè di classicissime aragoste con lo champagne, nè di raffinati sapori mediorientali, ne di "fettine in padella". Ho chiesto aiuto alla mia dolce metà, ma pensate che l'abbia ricevuto?. No, nessun suggerimento, come al solito: "Amore, fai tu, quello che vuoi, andrà benissimo". Viziato. Sa che con me va sempre bene. Alla fine io, vendicativa, ho deciso di tirare fuori formaggio e prosciutto e fare una cena quasi al sacco, molto minimal e poco chic. E poi...

... e poi arriva mia figlia e fa: "Mamma, oggi pomeriggio viene Luca, può restare a cena da noi?.." Nessun problema, a parte che Luca è celiaco e quindi non potevo farli mangiare pane con prosciutto ( e poi non mangia nemmeno il prosciutto, non gli piace).
A volte basta una piccola spinta, un piccolo stimolo per far (ri)funzionare il cervello, così, 2 minuti dopo ho capito che la soluzione migliore sarebbe stato lo stufato, un bello stufato invernale servito con la polenta. Giusto?? Per non renderlo noioso, ho deciso di sfumarlo con il gin e aromatizzarlo con spezie da BBQ per aggiungere il sapore del bosco, e per non renderlo pericoloso per un celiaco, ho infarinato la carne con l'innocua farina di grano saraceno.







...Ed è venuto talmente buono che ho deciso di farlo partecipare al contest di Ele, che lei ha lanciato in collaborazione con lo chef  Gualtiero Villa e con lo sponsor d'eccezione, il Teatro 7.
Sapete quali sono  i premi? Un buono per un corso di cucina con Gualtiero Villa proprio nel Teatro 7 e una tajine berbera in terracotta da parte di Eleonora.



Continua...

sabato 7 gennaio 2012

Bliny di grano saraceno per il Natale ortodosso

bliny di grano saraceno

Oggi è il Natale. Si-si, non mi sono sbagliata di 15 gg, oggi è Rozhdestvo, il Natale ortodosso. Qui, 2 anni fa, avevo già scritto qualcosa sugli usi e costumi del Natale in Russia, oggi volevo soltanto aggiungere una ricetta particolare, una ricetta natalizia, di tradizione. Il piatto principale secondo la tradizione deve essere un qualcosa di intero, di integro: un arrosto, una coscia di maiale, o, meglio, un maialino da latte farcito, un'oca o una tacchinella. Per il resto (e ci rimangono altri 11 piatti, sempre secondo la tradizione) possiamo spaziare tra salumi fatti in casa, carne in gelatina, frutta e verdura in salamoia, zuppe a base di brodo di carne e non, piroghi e pirozhki, ma anche prianiki, kutja ecc. E, naturalmente, i bliny.
Bliny di grano saraceno puro sarebbero più tradizionali, ma non mi piacce molto il loro sapore, troppo forte, perciò ho scelto una ricetta dove la farina di grano saraceno viene tagliata con quella normale, 00. Sono molto più buoni, fidatevi!

bliny di grano saraceno


Continua...

mercoledì 4 gennaio 2012

Salmone alla vaniglia e al nero di seppia e (St)ré Chic in 2 pdf!

salmone alla vaniglia e al nero di seppia

Amici, ed ecco a voi..... (rrrrrullo di tamburi!) ... le due raccolte di gustosissime proposte delle (st)renne di Natale, una, per così dire, semplice, e l'altra gluten free! Naturalmente, quasi tutte le ricette possono andare benissimo anche per le altre feste, quindi, vi consiglio vivamente non solo di darci un'occhiata, ma anche di scaricare i due pdf e di conservarli gelosamente.

E mentre li scaricate, preparate pure questo salmone, semplice da fare e di grande effetto, che, tra l'altro, può essere comodamente surgelato e tirato fuori al momento opportuno, che vi farà fare la gran bella figura.

E l'ultimo piccolo consiglio per gli amici torinesi:  la vaniglia che ho usato io, mi è stata regalata da una amica  che ha un negozio di spezie proprio a Torino, "Atelier Madagascar"  (via Borgo Dora 21, Torino) . Da Edith, la proprietaria, potete trovare di tutto e di più, fateci un salto! Intanto potete dare un'occhiata a questo filmato!

Tra l'altro Edith oggi festeggia il suo compleanno, auguri, carissima!





(St)ré Chic                     (St)ré Chic gluten free



Continua...

martedì 3 gennaio 2012

Rossa quiz, la soluzione



In realtà avrei voluto continuare a giocare, ma la verità è che sono talmente impigrita che non mi va di fare nulla. In effetti, dopo una bella ed intensa vacanza ci vuole un'altra, per ritornare in se.  Ammetto che gli indizi erano molto vaghi, e poi, durante le feste nessuno ha voglia di scervellarsi in cerca di una risposta , anche perché si vorrebbe piuttosto trovarsi direttamente lì, nell'azzurro-turchese, a oziare al caldo.
Eppure qualche risposta giusta, o, meglio, quasi giusta, è arrivata. E quindi...


Continua...
Related Posts with Thumbnails