sabato 1 dicembre 2012

Per tutti i gusti. Sicilia che mi ha fatto rigenerare.



                           Eccole, le mie adorate "gnocche del food" (l'abum è aggiornato, per chi sa!)

Poche parole, ancora meno del solito. Del resto tra gli amanti e gli assidui frequentatori di quella fantastica iniziativa "Per tutti i gusti" ci sono così  tanti bravi foodblogger cronisti e fotografi che per una volta posso farmi anche da parte. In fondo, sapete tutti oramai che sto vivendo un periodo molto complicato, pieno di cambiamenti radicali, e mi devo concentrare su altre cose. Però non ho voluto rinunciare all'appuntamento con il gusto: per staccare, per rivedere amici, per assaporare la mia amata Sicilia e per cercare di divertirmi come una volta. Tra l'altro ho molte amiche in Sicilia, e aver toccato con mano un pezzettino di quella bellissima isola nella fredda Milano autunnale mi ha fatto pensare tantissimo a loro.

Prima di passare alla cronaca, vorrei dire un infinito grazie di cuore ai numerosi amici e amiche reincontrati finalmente di nuovo, che mi hanno riempita di calore e di dolcezza, mi hanno accarezzato il cuore e mi hanno coccolato l'anima, mi hanno fatto sentire amata e rassicurata. Grazie, amici di #xtuttiigusti!

                                        Enrico e Gianni, ma come farei senza di voi?!






Il pesciolino rosso (non Rossa!) alias triglia, dopo aver subito il trattamento di Massimo Giaquinta (Zafferano Bistrot di Siracusa) , per diventare una triglia alla beccafico con semolino, crema di fave e cialda di carrube.


Se doveste scegliere tra il cannolo al Nero d'Avola con ricotta, mandorle, gelato di cachi e la spuma di infusione al gelsomino e e lui, Massimo, chi/cosa scegliereste???


Ahhh.. Questa è stata una scoperta fantastica! Giuseppe e Carmelo (uno di loro manca sulla foto) dell'azienda Petrolo (allevamento di asini ragusani) che producono il latte d'asina! Ne ho sentito parlare tanto e finalmente ecco l'assaggio! Sembra il latte di mandorla, delicatissimo e molto magro.


La produttrice del Frappato (non ho preso appunti -  in effetti mi sono dedicata più ai rapporti sociali che a seguire attentamente tutto il cooking show, molto lungo tra l'altro!) Colore fantastico, gradevole in bocca. Bella scoperta.


Marcello Valentini,  blogger e personal chef. Bisbetico, non sembra nemmeno il "solito" solare siciliano, ci ha sgridati talmente tante volte durante la sua esibizione, che a noi (tanti di noi!) sembrava di stare a scuola, che per poco non ci chiamava i genitori e non faceva note sul diario! Però è riuscito lo stesso a fare due piatti deliziosi: hamburger di pesce azzurro con la salsa pantesca e la mousse di cioccolato modicano con salsa di cioccolato e l'acqua di ricotta. E dire che a me non piace il cioccolato di Modica!


                                           Le "solite" scene durante il cooking show






Oh, ecco a voi Alessandro Orefice di Antica Focacceria San Francesco di Palermo dove ci sono stata l'altr'anno, grazie ad una delle mie tante amiche siciliane, Stefania (Profumi e Sapori)! Solare, divertente, simpaticissimo, ci ha preparato la pasta con le triglie al finocchietto e la crema al finocchietto con pistacchi (che profumo!)





e poi (o prima?) si è dedicato agli sgombri a beccafico con salsa di pomodoro, arancia e il formaggio Ragusano.



Un altro produttore! Anche se nascosto dietro il nostro uomo bionico, Emilio si è distinto per la qualità dei prodotti presentati: 3 tipi di Marsala.
Il bello è che ieri alla Città del Gusto del Gambero Rosso, alla presentazione/degustazione Berebene 2013 lui c'era, mi ha salutata ed io ho fatto la mia solita figuraccia: non l'avevo risconosciuto e c'ho messo pure tanto per capire in quale Sheraton ci siamo conosciuti la settimana scorsa! Bèh, la mia testa è un vero colapasta... Per fortuna  Emilio, da vero gentiluomo, non se l'è presa e al contrario, mi ha riempito di complimenti!


Carlo sta tramando. Aveva fatto praticamente sotto il mio naso quel delizioso cocktail che, stranamente, non ho più visto!


L'ultimo chef, l'ultimo di numero ma non di bravura, Tano  Simonato di "Tano passami l'olio". Rideva sempre!
Qui abbiamo il gamberone scottato (per il modo di dire, sulla carta da forno in padella) con la riduzione di Aperol, assolutamente fantastico!






E qui? Cos'è questo avvertimento??
Niente, c'erano i cannoli di lingue del gatto all'olio da farcire con la crema di ricotta e canditi, salsa di agrumi e marmellata di mandorle.





La nostra cena sta per essere servita! La mise en place elegante come al solito. Ottima cena, ottima compagnia, bellissima serata, che mi ha fatto dimenticare per un pò.


                                        Applausi agli chef, tutti bravissimissimi!





6 commenti:

Emanuele ha detto...

Quando una cena è più di una cena, quando una serata è un sorriso caldo.
Quando la convivialità è amicizia.
Quando uno showcooking è show-loving, and care.
Quando esserci è esserci veramente, è stare vicini anche su un altro tavolo.
Quando una cucina, una regione, coi suoi cuochi e i suoi prodotti, ti scaldano, ti coccolano, ti amano.

Fabiana ha detto...

Bella tesoro!
Vedi, la mia latitanza mi impediva di comprendere le tue vicissitudini.... ma chi non c'è passato?!!!
Io almeno 3 volte, mica una!!!!
Sei tosta, in gamba e speciale...mica te lo devo dire io, no?!!!!


Tanti, tanti bacetti ed un grande abbraccio

Fabiana

CorradoT ha detto...

Ciao Giulia,
sono stato lontano dai blog per un po', qualche problema di salute, e solo adesso ho visto la tua situazione. Mi dispiace tantissimo, un colpo negli affetti e' sempre devastante. Ma tu devi reagire con forza, e la forza non ti manca. Un fortissimo abbraccio da un amico.
GO, Rossa, GO ! ! ! !

Elsa S. ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Elsa S. ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Elsa S. ha detto...

Giulia ti abbraccio anche io...di solito nn commento ma volevo farti sapere che ci sono!
Baci.
Elly

Related Posts with Thumbnails