sabato 22 dicembre 2012

Insalata di cavolo cappuccio, per sopravvivere alle feste




Béh, sembra che siamo sopravvissuti alla fine del mondo preannunciata. Sopravvissuti bene, tutto sommato, con una bella cena messicana in onore dei maya, anche se cena insolita per diversi particolari, alcuni discorsi, vari propositi ecc. Sono contenta però, ci voleva qualcosa di strano, di una prospettiva differente, di un punto di vista nuovo, alimentato da tanti, troppi momenti negativi dell'anno che sta per finire. Era ora.
E comunque non è la fine del mondo, niente è la fine del mondo se non ce lo mettiamo in testa. E' solo un  nuovo inizio, una nuova epoca, una nuova era. E come la mettiamo con il mio adorato Capodanno, "un piccolo grande nuovo inizio"?
Stamattina mi è venuta un'idea bizzarra. Questi 10 giorni, tra la "fine del mondo", evento piuttosto singolare, e la fine di quest'anno, del bruttissimo bisestile 2012, è come se fossero una sorta di limbo, un lungo momento di transizione, durante il quale vorrei ulterioramente schiarirmi le idee, portare a termine ciò che posso, concludere ciò che devo, lasciare dietro le spalle tutte le negatività... Non so come spiegarmi: mi piacerebbe entrare nel nuovo anno più leggera, più pulita, senza inutile e pesante bagaglio accumulato nel passato, guardando solo al futuro. Voglio festeggiare un nuovo inizio. Almeno ci proverò.

Intanto mi è ritornata la voglia di preparare qualcosa di leggero per me, per non appesantirmi troppo in previsione di pranzi e cene festivi, e di fare le foto per il puro piacere, non per abitudine.




Insalata di cavolo cappuccio 

1/4 di un piccolo cavolo cappuccio 
100 g di speck in un pezzo solo 
50 g di Grana 
1/2 limone 
olio evo 
sale 

 - affettare finemente il cavolo cappuccio (con l'aiuto di una mandolina, ma senza tagliarsi le dita!) 

 - aggiungere un pizzico di sale e pestare il cavolo per renderlo morbido. Condire con l'olio e il succo di limone 

- tagliare a striscioline lo speck, tagliare il Grana a scaglie 

- aggiungere tutto all'insalata, mescolare e servire

 Invece dello speck si può prendere le acciughe, vanno benissimo, è che non ce l'avevo a casa stasera!



1 commento:

TataNora ha detto...

Questa insalata si colloca direttamente sulla mia tavola di Natale, per dare quel *respiro* fresco agli stomaci dei miei commensali.
Mentre a te auguro di uscire da questo limbo, che molti accomuna, e di spiccare il volo verso l'anno nuovo. Un anno brillante, degno di essere vissuto appieno, in salita... per riemergere.
Buon Natale e Buon Anno, Giulia!
Nora

Related Posts with Thumbnails