giovedì 13 settembre 2012

Ricetta nata per un errore di battitura. Crostata di pesce. Si, di pesce!



Molti di voi sono già al corrente di questa ricetta, diciamo, piuttosto insolita, e alcuni addirittura sanno come è nata al mondo. E' tutta colpa di Carlo Vischi ( ebbene si, stavolta non la passi liscia!) e dei suoi errori. L'altroieri mattina leggo Timeline di Twitter e vedo "Crostata di pesce", scritto da lui. Sapendo che stava dalle parti di Napoli, ho subito pensato: "Hmmm, strani questi chef partenopei, si inventano cose inimmaginabili!..." Un attimo dopo: "... Ma è l'ora di colazione, non può essere... sicuramente è..." Clicco sulla foto e vedo... crostata di pesche. Esattamente quello che doveva essere.  Non si sa quante risate ho fatto quella mattina, di me, di lui, di questi bizzarri errori di scrittura, della mia fervida immaginazione, ma oramai il tarlo nel cervello ce l'avevo, e ad un certo punto ho pensato: "Ma perché no, me la faccio io la crostata di pesce!" Così la ricetta è nata in 3 secondi contati, restava solo andare a fare la spesa. Per non fare la "solita" torta/quiche di pesce, ho deciso di usare la pasta brisée e di decorarla con le strisce di pasta, come una vera crostata. Per maggior impatto visivo ho voluto utilizzare il nero di seppia (azzeccatissimo) e a quel punto il gioco era fatto.











Crostata di pesce

1 confezione di pasta brisée
1 fetta di salmone (200 g circa di polpa)
300 g di pesce a polpa bianca (merluzzo, persico ecc)
250 g di gamberi
3 uova
100 ml di panna
2 bustine ( 4 g) di nero di seppia)
125 g di mozzarella
1 cucchiaio di fecola di mais
sale
pepe

- preriscaldare il forno a 225°

- spinare eventualmente il pesce e tagliarlo a cubetti; sgusciare i gamberi

- battere le uova con la panna, un pizzico di sale e di pepe e il nero di seppia

- ritagliare la pasta brisée in eccesso e rivestire la teglia di 26-28 cm di diametro

- mescolare i cubetti di pesce con la fecola di mais, sale e pepe e distribuire sul fondo della teglia; aggiungere la mozzarella strizzata e tritata

- versare accuratamente le uova al nero

- con molta cura decorare la crostata con le strisce di pasta avanzata, cercando di non sporcarli con il nero, inserire i gamberi sgusciati nei quadratini

- infornare per 40 minuti, finche il ripieno di crostata non cominci ad addensarsi

- quando la crostata è cotta, farla raffreddare completamente per far rassodare il ripieno

Si può mangiare fredda o, meglio, tiepida, con l'insalatina o le verdure cotte

Non fate come me: ho tagliato la crostata appena fatta ( ok, dopo 10 minuti), ma non è sufficiente per una preparazione del genere, quindi il taglio non era perfetto, anche se il sapore era buonissimo. Però... il giorno dopo la crostata è diventata ancora più saporita. Secondo me è perfetta anche per il buffet, tagliata a piccoli quadratini.

P.S. E adesso mi aspetta pure la causa multimilionaria per i diritti di copyright, e non so se potrò cavarmela con un paio di crostate!! Ahahahahah!!!!!


11 commenti:

Roberta ha detto...

Ma scherzi? E' un ideona! E che bella figura se si hanno ospiti a casa

Stefania Orlando ha detto...

Non ho parole.
E' di un bello esagerato, oltre ad essere una idea geniale!

Paola ha detto...

grandiosa! sembra una vera e propria crostata con marmellata!! complimenti all'ideona geniale :-)

sulemaniche ha detto...

bizzarra, perciò favolosa

edvige ha detto...

Hai fatto un capolavoro ed io ne prendo nota e la farò proprio prossimamente a cena con amici.
Siccome però non a tutti va il nero di seppia farò metà nero e metà rosso ciaooooo

Manuela e Silvia ha detto...

Ciao Giulia! se eri alla ricerca di qualcosa di diverso ed assolutamente originale..ci sei riuscita appieno! Una proposta decisamente strana, ma colorata e tutta da scoprire!
un bacione

Manuela e Silvia ha detto...

Ciao Giulia! se eri alla ricerca di qualcosa di diverso ed assolutamente originale..ci sei riuscita appieno! Una proposta decisamente strana, ma colorata e tutta da scoprire!
un bacione

giulia ha detto...

ahahah mitico carlo! anche io ho fatto questo errore quando ho pubblicato la marmellata...di pesce ...devono essere speciali queste pesce é! piacere di averti conosciuto su twitter!

edvige ha detto...

Ciao oggi facciola tua ricetta ma nelle tue spiegazioni di mescolare i vari ingriedienti non hai messo dove mettere i 125 grammi di mozzarella presuno assieme al pesce......ti sono rimasti nella tastiera ciaoooo....

Giulia ha detto...

Grazie a tutte, ragazze!

Edvige, hai ragione, mi sono scordata la mozzarella, ma è dove hai detto tu: nel ripieno insieme al pesce, strizzata e tritata.

Bacio!

edvige ha detto...

Riuscita benissimo è sparita in 3 tutta la tortiera fatta per 5.
La mozzarella si l'ho messa li ma soo sgocciolata ma è venuto bene lo stesso.
Ciaoooo

Related Posts with Thumbnails