venerdì 6 luglio 2012

Pezzogna all'acqua pazza, dedicata a ...







.... a ... Enrico Fiorentini executive chef  del ristorante Il Canneto dello Sheraton Milan Malpensa, il nostro accogliente angelo custode, infinitamente paziente con noi, pazzi scatenati, ogni volta che invadiamo la sua cucina e mettiamo in preallarme ( o allarme rosso?!!)  persone che non ci sono abituate, altri chef compresi; creativo al punto giusto per sorprendere ogni volta senza però mettersi su un piedistallo (meritato tra l'altro).
Perché? Il perché del post non lo so nemmeno io, ma spero di scoprirlo presto, sennò... attento, Enrico, alla vypera che c'è in me! Scherzo, è ovvio... Mi fa piacere spendere due parole per te, sempre sorridente e simpatico, professionale e preparato, presenza oramai fissa nella mia food vita.

Ed ora...  SORPRESA!!! Enrico, dì la verità, ti sei preoccupato della vypera? Il mistero è svelato e ve lo confido molto, ma molto volentieri! Ora abbiamo un nuovo foodblogger, seguitelo! Io lo farò!


Non conosco bene i tuoi gusti, caro Enrico, ma non dubito che apprezzi la semplicità e i sapori genuini di una volta.





                                  la squadra di Enrico: i quattro cavalieri (di Apocalisse)!




La pezzogna non si trova così facilmente come la spigola o l'orata ( di mare, naturalmente, non di allevamento), e quelle rare volte che la vedo nella mia pescheria di fiducia (dove mi procurano anche le murene!), la prendo al volo. Mi rendo conto che non tutti conoscono questo pesce pregiato, forse perché si trova più spesso al sud (io l'ho scoperto anni fa a Gaeta), ha la carne soda e saporita e si presenta con le pinne e coda di un bel rosso e le squame rosa. E ha gli occhi che ti parlano!...
Io la preferisco all'acqua pazza, una delle classiche ricette napoletane, ma anche al forno con le patate non è niente male!




Pezzogna all'acqua pazza

1 pezzogna di 0,8-1 kg circa
200 g di pomodorini datterini
2 spicchi di aglio
1 bicchiere di vino bianco
peperoncino
prezzemolo
olio evo
sale

- squamare, pulire ed eviscerare la pezzogna, lavarla e porre  in una teglia con i bordi alti

- condirla con il sale, il peperoncino, inserire all'interno 1 spicchio di aglio e un pò di prezzemolo

- tagliare i datterini in due e sistemarli intorno al pesce insieme all'altro spicchio di aglio; condire il tutto con il sale, il peperoncino a piacere e il prezzemolo tritato, irrorare con l'olio e il vino e infornare a 200° per 20 minuti circa





3 commenti:

Manuela e Silvia ha detto...

Ehi che squadra di chef....sarebbe davvero interessante averli nella nostra cucina!
Questa ricetta di mare, semplice e gustosa, non è niente male!
baci baci

edvige ha detto...

Grazie Giulia mi sono subito copiata il blog di Fiorentini ed ovviamente il tuo non lo perdo. Ma questo pesce ha un altro nome perchè a Trieste non l'ho mai sentito ed è una città di mare ma so che nelle varie regioni i nomi cambiana.
Ciaoooo

edvige ha detto...

Mi sa che ho sbagliato pagina per il commento dicevo grazie per la segnalazione del blog di Fiorentini e grazie per la ric etta anche se a Trieste questo pesce non lo troverò mai.ciaooo

Related Posts with Thumbnails