giovedì 12 luglio 2012

Kronenhof, il Grand Hotel d'altri tempi





Svizzera, paese di montagne verdi e prati perfetti, quasi  fossero pettinati, colori nitidi e ben definiti, aria pulita e fresca, formaggi deliziosi, mucche bellissime, da pubblicità. E' un paese che mi incanta come lo era Odisseo dalle mitologiche Sirene. Lui superò il "problema", io no. Rimango sempre attratta da quel paese e ogni tanto vengo ricambiata, chiamata ad assaporarlo ancora una volta. Così com'è successo di recente, durante il weekend a S. Moritz.


...proprio in questi giorni in rete nascono discussioni su varie faccende nel complicato mondo del food blogging, riguardanti gli inviti e le partecipazioni, le cene e i prodotti, che dopo, pare bisogna per forza decantare l'organizzatore/il produttore/l'evento ecc. Non so bene cosa c'è sotto, la voglia di distinguersi dal coro di "sviolinate" (come le chiamano alcuni) , l'insoddisfazione personale, qualche esperienza mal riuscita  -  non lo so e non lo voglio sapere. Fatto sta che io sono fortunata di capitare nei posti giusti, con le persone giuste e agli eventi giusti (magari accettando inviti giusti!), e non posso che parlarne bene, perché bene sono stata ogni volta. Comunque non importa, era solo una piccola parentesi, chi vuole capire, capisce.

Ritorniamo a noi, ritorniamo a Grand Hotel Kronenhof, il resort 5 stelle Superior a pochi chilometri da St. Moritz, con vista sul Ghiacciaio Roseg, noto come una delle più importanti testimonianze neo-barocche delle Alpi, premiato quest’anno da TripAdvisor, il sito di recensioni di viaggio più grande del mondo, con il "Certificato di Eccellenza 2012".






Questa è la descrizione dell'hotel dal comunicato stampa, e poi vi scrivo quello che ho vissuto io.


Grand Hotel Kronenhof, Pontresina/St. Moritz
Gli storici gli hanno dedicato un libro ed è classificato come monumento nazionale sebbene tutte le camere hanno il collegamento a Internet, e l’esclusiva ospitalità include ora i servizi della Kronenhof Spa, una delle più grandi e raffinate dell’Engadina. Situato nel centro di Pontresina, a pochi minuti da St. Moritz, la sua facciata si proietta come una grande vetrina panoramica sulla vallata e sul Ghiacciaio Roseg. Del nucleo originario, inizialmente destinato ad un’enoteca che proponeva vini della Valtellina trasportati a cavallo attraverso il Passo Bernina, rimangono testimonianze nella volta della cantina, ancora nota come Enoteca Gredig. Le 112 camere, frutto di costanti attenzioni, mantengono il contatto con il paesaggio esterno. 

Appena entrata in hotel, mi sono fermata ad ammirare i maestosi saloni, con gli affreschi, le comode poltrone, il pianoforte a coda, che ogni pomeriggio diventa il delizioso protagosista insieme al maestro che lo suona con amore e stile d'altri tempi.


Questo è un affresco del salone, non è stato facile fotografarlo!


Una volta arrivati, siamo stati accolti con tutta la gentilezza e cortesia che solo alcuni grandi hotel possono vantare. Prima di raggiungere la nostra junior suite, Julia, che lavora alla reception, ci ha fatto fare un piccolo giro per mostrare dove sono la SPA, il ristorante dove dovevamo panzare e qualche altra cosina. Nella nostra stanza, grande, ariosa ed elegante, ci aspettava un gradevole benvenuto.


entriamo nei dettagli


Questo invece è il ristorante Pavillon, con i tavoli sistemati fuori, da utilizzare non solo in estate, ma anche nel giorni del sole in inverno. Da qui si può gustare le specialità zvizzere, ammmirando il panoram e respirando  l'aria fresca. D'inverno, tra l'altro, quel bel prato diventa la pista di ghiaccio, ed io mi sono subito tuffata nel ricordi da bambina...
... vicino a casa a Mosca avevamo del laghetti artificiali che, puntualmente, si ghiacciavano in inverno e noi, ragazzini, andava a pattinare tutti i giorni, appena usciti dalla scuola. Era bellissimo. A volte il ghiaccio era più trasparente del solito, e allora si poteva intrevvedere il fondo del laghetto, le alghe... Una volta, in tardo autunno, quando il ghiaccio era ancora sottile, mi sono azzardata a testarlo. Risultato? Sono finita sott'acqua. Niente di grave, nemmeno un raffreddore, ma tanta paura, tanto terrore.. Comunque, ciò non ha cambiamo il mio amore per il pattinaggio. In effetti, avevo frequentato per un pò anche la sezione di pattinaggio presso la scuola professionale.
L'ultima volta però che ho messo i pattini, è stato 31 dicembre 1999. Eravamo a Montecarlo, in procinto di festeggiare il più bel Capodanno del mondo, ma ... ho visto la pista di ghiaccio sul lungomare e non ho potuto resistere. Purtroppo sono caduta e mi sono slogata il polso. Sinistro per fortuna. Quindi immaginate: la vostra Rossa ( all'epoca mora) vestita da principessa, in un luogo incantevole, con il polso gonfio e dolorante...
Spero però di ritornare a pattinare, sono passati troppi anni, basta!


Qui al tavolo ci stavano già aspettanto Francesca, la nostra ogranizzatrice, e due giornaliste. Mentre aspettavamo gli altri, abbiamo deciso di gustare tutti noi le specialità svizzere.

Rösti di patate con salsicia di vitello, prosciutto e formaggio e salmone affumicato e panna acida.



Quelle porte-finestre a pianterreno al centro  sono nostre, anzi, erano nostre... Era bellissimo uscire fuori la mattina e sentire il fresco  dell'aria appena pungente e l'erba bagnata di ruggiada sotto i piedi!..



Nel pomeriggio, dopo esserci rilassati e raccolti un pò di ritardatari, siamo stati accompagnati in giro per l'hotel, per entrare nell'atmosfera, nello spirito e nella filosofia di Kronenhof.

Questa è la SPA (2000 m) Immaginatela d'inverno, quando fuori è tutta neve, con la pista di ghiaccio davanti...



La parte della SPA dedicata ai trattamenti. Non so come sono tutti quelli che non ho provato, ma il massaggio delle gambe che mi ha fatto una operatrice loro, era fantastico! (ma questo è successo il giorno dopo)


Gli interni, le stanze, i corridoi, le scale, i dettagli... L'hotel è pieno di fiori, sopratutto di orchidee, simbolo di eleganza e di grand class per l'antonomasia. Quella a destra è uno scorcio della suite nuziale, Honeymoon, con la doccia in bella vista!



Uno dei saloni, e poi le scale infinite...




Le Grand Restorant dove avremmo cenato quella sera. Ma volete ammirare il carrello del formaggi?!


Il ristorante stellato Kronenstuble, dove avremmo cenato il giorno dopo, per ora niente anticipazioni!


E' l'ora dell'aperitivo! Sorpresa, le bollicine svizzere sono davvero niente male!


Della cena, passata in ottima compagnia e tante chiacchiere, non ho tante foto, sono venute male per la verita, poca luce... e poi mi ero dedicata più alle piacevoli chiachierate! Ogni tanto c'è bisogno...


                      E ora... a nanna! Domani ci aspetta una giornata molto ma molto piena!


5 commenti:

l'albero della carambola ha detto...

Ho sognato per 6 minuti, leggendo e guardando il tuo reportage...che bellezza, Giulia!
un saluto simo

edvige ha detto...

Beata te che vai in questi bellissimi posti ed hai l'occasione di gustare piatti prelibati e anche naturali come i formaggi di malga. Eh si in Svizzera, ci sono stata, i formaggi sono super. Ciaooo

ilcucchiaiodoro ha detto...

te l'ho gia detto che mi piacerebbe essere la tua valigia?

fiOrdivanilla ha detto...

ma il paradiso allora non sta solo sopra le nuvole...

per un attimo ho pensato fosse l'hotel di Tempesta d'Amore !! No, aspetta.. non è come pensi: non guardo quella soap opera! Quando vado a cena da mia nonna però sono costretta a guardarla e ad ascoltare il riassunto di millemila puntate.

Comunque.

Riporto mie testuali parole da facebook: prossimamente ti procuro una valigia di grosse dimensioni. Poi te la spedisco... sopra ci scrivo, per sicurezza, "ATTENZIONE. FRAGILE": dentro ci sarò io. Così mi porterai sempre con te nei prossimi tuoi viaggi!

eli ha detto...

Non so da dove cominciare...sono rimasta incantata dall'affresco, ma anche dal carrello dei formaggi (eheheheh prima gli occhi, poi lo stomaco!)
Mi piace il senso di vertigine della scala con quelle belle passatoie blu. Il paesaggio incantevole che si vede dalla piscina.
Proprio un Hotel da favola!
Hai fatto benissimo ad andare ;-)

Related Posts with Thumbnails