domenica 24 giugno 2012

Sogni d'oro




E allora non è notte se ti guardo in volto,
e perciò non mi par di andar nel buio,
e nel bosco non manco compagnia.
Perché per me tu sei l’intero mondo.
E come posso dire di esser sola se tutto il mondo è qui che mi contempla?

William Shakespeare,
Sogno di una notte di mezza estate



   Sogno di una notte di mezza estate. I have a dream. Vedo gente, faccio cose. Tutte frasi conosciute, luoghi comuni, parole, parole, parole…

   Io… io faccio i sogni ad occhi aperti, a volte chiusi. Sono i sogni più belli perché riesco a creare e a cambiare gli eventi, a pilotare la fragile realtà, a vederla prendere corpo, a costruirla su misura e a viverla come dico io. Non sono inutili, quei sogni, non sono effimere fantasie, ma reali proiezioni.

   Volere è potere. Un altro luogo comune, ma pochi lo sanno, quant’è vero. Io lo so. E la mia vita sta diventando proprio come la voglio. Sempre di più. La costruisco piano-piano, mattone per mattone, pensiero per pensiero, passo per passo, desiderio per desiderio, obiettivo per obiettivo. Sono fortunata perché li raggiungo sempre, i miei obiettivi, ottengo sempre ciò che voglio. Prima o poi, in un modo o nell’altro.


 “… E’ questo il senso della vita?..” a volte mi chiedo, “sognare?..”




E per far sognare anche voi, sognare bene, vi voglio offrire questi delicati tortini con la camomilla, i tortini "Sogni d'oro"...








Tortini “Sogni d’oro” 


180 g di farina
150 g di yogurt
100 g di zucchero vanigliato
100 g di burro
2 uova
1 cucchiaino di polvere lievitante
Per la glassa:
100 g di zucchero
2 cucchiai di acqua
1 cucchiaio di camomilla essiccata ( 2 bustine)


- portare a ebollizione 50 g di acqua, aggiungere 1 cucchiaio di camomilla messo in un sacchettino di garza, 1 cucchiaio di zucchero e cuocere per 3-4 minuti, lasciare in infusione fino al completo raffreddamento. Eliminare la camomilla, spremendo bene il sacchetto.


- sciogliere il burro, aggiungere lo yogurt, l’infusione di camomilla e mescolare.

- battere  lo zucchero vanigliato con le uova e unire al burro con lo yogurt.

- setacciare la farina insieme alla polvere lievitante e unire al composto.

- imburrare e infarinare 6 stampini di alluminio e versare l’impasto.

- infornare a 200° per 20-22 minuti, raffreddare sulla griglia.

- mettere in un pentolino lo zucchero e il resto dell’acqua, sciogliere lo zucchero e aggiungere la camomilla rimanente. Cuocere per qualche minuto, ottenendo uno sciroppo denso e prima che inizi a caramellare, versare un po’ di sciroppo sui tortini.




9 commenti:

'Le ricette dell'Amore Vero' di Claudia Annie ha detto...

che delizia, complimenti! Una ricettina davvero golosa! Buon weekend, un bacio :)

Milen@ ha detto...

Sognare ci aiuta a vivere e a "focalizzare" i nostri obiettivi e così ben vengano i tuoi dolcetti che favoriscono i sogni :DDD

Sono felice che tu stia ralizzando i tuoi sogni :DDD

Daphne ha detto...

E' bello vedere con quanto impegno e sacrificio raggiungi i tuoi obiettivi ed è bello che ce li mostri nei tuoi post..ma in tutta sincerità posso dirti che è questa la Giulia che mi mancava..un bacio*
Sogni d'oro a tutti :)

Lidia - The Spicy Note ha detto...

Ciao!! Molto carini questi tortini! Anche io ne ho preparati di simili e pubblicati nel blog, ma senza glassa e con la camomilla infusa nell'impasto. Il profumo si sentiva bene anche dopo la cottura!
Proverò di sicuro la tua versione...
Ciao ciao, Lidia

CorradoT ha detto...

Brava, brava, brava.
E non solo per i tortini

Giulia ha detto...

Grazie, Claudia!

Milena, sei un tesoro, un bacio!

Rosa, non mi sembra aver cambiato genere... ma se dici che mi hai ritrovata, sono doppiamente felice!

Lidia, anche con la glassa... fidati! :-))

Corrado, ma ciao!!! E grazie!

fiOrdivanilla ha detto...

Incredibile. Ieri, mentre ero in biblioteca, ho preso in mano un libro per sfogliarlo, dato che amo l'autore. Qual era? Sogno di una notte di mezza estate.

E dopo il tuo pezzo, che adoro, io ti riporto questo..

"Ho avuto una visione straordinaria. Ho fatto un sogno che nessun cervello umano riuscirebbe a spiegare. E c'è da far la figura del somaro soltanto a provarcisi. Mi pareva d'esser... nessuno può dire che cosa.
Mi pareva d'essere... e mi pareva d'avere... ma soltanto un pazzo potrebbe tentar di dire quel che mi pareva d'avere. Occhio umano non potè mai udire, orecchio umano non potè mai vedere, mano umana non potè mai gustare, lingua umana mai concepire, e cuore umano mai narrare, un sogno come il mio."



I miei sogni con questi tortini sarebbero sempre d'oro. Deliziosi...

fiOrdivanilla ha detto...

Il sognare, come fai tu, è un sognare costruttivo.
"I sogni son desideri", canta una canzoncina Disney.
"I sogni son desideri di felicità.", così come gli incubi son sogni di angoscia.

"Nel sonno non hai pensieri, Ti esprimi con sincerità. Se hai fede chissà che un giorno la sorte non ti arriderà. Tu sogna e spera fermamente" L'unica cosa su cui non sono d'accordo è la speranza. Affidarsi alla speranza mi dà la sensazione di passività. E alla vita non bisogna mai essere passivi.

Da quel che si evince nel tuo post, tu ti poni degli obiettivi, dei traguardi e fai di tutto per raggiungerli, riuscendoci persino. E' questo lo spirito giusto.

un abbraccio
(nel post precedente era scomparso questo pezzo e non so perché... ho dovuto riscriverlo :\)

Daphne ha detto...

No, genere no!affatto! Ma mi piacciono i post romantici e delicati come questo intervallati alle ricette e le novità ^___^

Related Posts with Thumbnails