venerdì 29 aprile 2011

Gnocchi alla romana con pancetta e besciamella



Aaaaaaa!!! Sto perdendo colpi! Mi sa che gli anta che si avvicinano, mi fanno proprio un brutto effetto!
Pensate, ho perso proprio la cognizione del tempo e credevo di farcela benissimo a partecipare al nostro amato MTC di aprile, dedicato agli gnocchi di semolino, proposti da Stefania.
Per farla breve.
Oggi è già il 29, io la ricetta la pubblico lo stesso, e se Alessandra e Daniela la accetteranno, con un ritardo di oltre 10 ore, mi sentirò davvero fortunata, sennò -  me la sono cercata. Pardon....



Continua...

giovedì 28 aprile 2011

Murena




...La storia narra che le murene, questi bellissimi serpenti marini con l'aria da serial killer (come disse una volta una mia amica) venissero alimentati a carne umana per guadagnare in prelibatezza. Di sicuro i romani erano veramente pazzi per le murene, ed un piatto di questi pesci arrivava a costare fino a diecimila sesterzi. Tant'è che, come ci narra Plinio, le murene fecero la fortuna di alcuni commercianti romani: come avvenne per un certo Gaio Irrio, che fornì seimila murene per le cene trionfali del dittatore Cesare. La villa di Irrio, ovviamente circondata da murenai, non era forse grandiosa come tante altre, eppure acquistò un immenso surplus di valore commerciale tanto da essere venduta a ben quattro milioni di sesterzi. Altri derivarono il loro nome dai pesci messi in commercio: per esempio Licinio Murena e Sergio Orata.


La più grande peschiera fu costruita dai romani nel periodo di transizione tra l'età repubblicana e quella imperiale, è quella di Torre Astura, a poche miglia da Anzio. Il pesce più richiesto era la murena. Non per niente si tende a chiamare murenai le peschiere. E noi, quando usciamo in barca in estate, andiamo spesso proprio lì, vicino agli antichi allevamenti. A proposito, nell'antica Roma non venivano allevati solo pesci. Sempre Plinio riporta, ad esempio, che Sergio Orata fu il primo a allevare le ostriche inizialmente nella sua villa di Baia, poi per le fortune che ne derivarono sia dal punto di vista economico che da quello del prestigio sociale, in molti altri tratti di costa. E adesso, da qualche anno, abbiamo di nuovo l'allevamento di ostriche ad Anzio!

Le info sulle murene sono prese  da questo sito 

Continua...

sabato 23 aprile 2011

giovedì 21 aprile 2011

Crumble di rabarbaro e lamponi con mandorle e fiocchi d'avena




Dunque, rabarbaro. Da due-tre stagioni è diventato molto di moda tra foodies, un vero e proprio feticcio, e nemmeno i suoi  prezzi stellari (15 euro al kg a Campo de' Fiori)  ci spaventano. Eppure io conosco rabarbaro da quando ero piccolina. Cresceva nel giardino della nonna, quasi come se fosse un'erbaccia, ed io ogni estate lo raccoglievo per preparare una buonissima bevanda rinfrescante, un decotto, insomma. Adoravo i suoi grossi gambi  color porpora, le larghe foglie e il sapore acidulo, ben accentuato. Ora quel sapore autentico non lo trovo più, rabarbaro sembra sbiadito, smagrito e poco saporito. Mah.. saranno giochi di memoria?..

Con rabarbaro ho fatto anche una confettura particolare, ma quella ricetta serviva per il nuovo libro, quindi, ve la farò avere un pò più avanti, ok? Invece il crumble fatelo subito! E' troppo buono per aspettare, e poi fidatevi: avena e mandorle lo rendono squisitamente croccante e godurioso!

Continua...

mercoledì 20 aprile 2011

Tre mercati in un sabato!

.




Roma. Sabato mattina. Rossa di sera decide di andare al mercato, ma non come una persona normale, lei  farà un tour de force. Detto - fatto. Prima destinazione - mercato Coldiretti, in via San Teodoro 74.

In realtà ero curiosa, non avevo ancora visitato questo mercato, ma ne ho sentito parlare tanto: prodotti bio, a km 0, a prezzi di 30% inferiori rispetto alla media.


Continua...

lunedì 18 aprile 2011

Penne con piselli ... Alcubo3!



Come a tanti di voi, anche a me arrivano parecchie proposte di collaborazioni vari (farine, paste, condimenti, stampini ecc ecc), ma raramente accetto qualcosa. Non è che faccio la snob, no, solo che sono impegni che richiedono tempo, almeno qualche post, foto ecc, e, francamente, non ho tempo da dedicare a queste attività Eppure quando vedo delle proposte stuzzicanti (non nei termini di "offerta", ma prodotti particolari, belli, di nicchia), non posso resistere. Infatti, ultimamente ho accettato una proposta che sto per presentarvi: Alcubo3.
Ammetto, sono stata conquistata dai design dei barattoli - sono davvero stupendi! "Che superficialità" , direbbe quacuno!.. E poi, dopo aver approfondito, sono stata  piacevolmente colpita dalla qualità e dalle cure che l'azienda riserva al prodotto stesso. E l'assaggio? Prova superata!
Ah, se volete, potete approfittare del codice 48422684 per avere 20% di sconto su tutti i prodotti!



(dal comunicato stampa Food & Life)


Beati i primi, ma anche i secondi.

Parlare delle ultrasalse®alcubo3® significa parlare di una nuova percezione del sapore reso
più intenso grazie alla lavorazione naturale; un nuova categoria di prodotto che soddisfa,
ancor prima del palato, l’occhio invitandoci a preferire lo stile in cucina, perché il design è
prima di tutto una questione di gusto. 





Continua...

martedì 12 aprile 2011

I miei due sabati bolognesi



Sempre al volo... Se continuo così, invece delle pinne da brava Pesci,  mi cresceranno le ali! Ma in fondo che male c'è? Esistono anche dei pesci volanti! :-))
Come sapete, è successo che gli ultimi 2 sabati ho passato a Bologna, manco a farlo apposta! Sveglia alle 5.30 del mattino, treno Anzio - Roma, poi Freccia Rossa Roma Bologna.

A proposito , amici romani, ho una domanda per voi!
Sapete dirmi dove posso trovare il sambuco? So per certo che fiorisce già, l'ho visto dal treno che mi portava a Roma, ma qui ad Anzio e nei dintorni non c'è. Penso di dover andare nell'entroterra a cercarlo, ma nel frattempo sto facendo impazzire tutti quelli che conosco!

Ed ora tutti a Bologna!

Continua...

giovedì 7 aprile 2011

Carpaccio di mazzancolle



Non so voi, ma io adoro Branko. Si-si, proprio quello, l'astrologo, "Branko e le stelle". Tutte le volte che mi capita di trovarmi in macchina all'ora in cui c'è lui, sintonizzo la radio e lo ascolto. Lo ascolto come un romanzo, come una poesia, come un brano musicale - è bellissimo! Con la sua voce soave, morbida e profonda, mi fa credere a tutto quello che dice e, non ridete, tante volte ci azzecca pure! Ieri, ad esempio, fa il suo solito passaggio:"... ed infine, previsioni per il segno dei Pesci".  Poi parla, racconta, spiega.. non ricordo nulla oramai.. alla fine fa un cenno alla risata e conclude:" Si, io rido. Perchè? Ma perché oggi è una giornata fortunata per voi, amici dei Pesci!" Mi sento subito rassicurata ( anche se in fondo credo che abbia un debole per noi, Pesci, perché non ricordo di aver avuto mai una previsione brutta o preoccupante) e inizio la mia giornata. Ed è stata davvero fortunata!

Ah, amici, se volete, ci vediamo questo sabato a Bologna da Cervellati!

Continua...

venerdì 1 aprile 2011

Messico: mare, sole, palme... e non è uno scherzo!



Oggi poche parole e molte foto... Mare, spiaggia bianca, sole, palme -  era quello  che sognavo ed esattamente quello che ho vissuto per una settimana di assoluta felicità in Messico. Siamo stati a 80 km da Cancun, in uno splendido resort Royal Tulum. Volete sapere fino a che punto mi sono rilassata?.. Ho portato un libro -  non l'ho nemmeno aperto... ho passato sul lettino 6,5 giorni dalla mattina alla sera e non mi sono stancata (e di solito non reggo più di 30 minuti di spiaggia, mi annoio) Una mezza giornata abbiamo dedicato alla cultura -  piramidi Maya, rovine ecc, ma per il resto... Sole, mare, Margarite...
Più avanti farò dei post con i contenuti un pò più  informativi, ma oggi è venerdì, e c'è voglia di vacanze!

Ehi, ci si vede domani a Bologna!

Continua...
Related Posts with Thumbnails