martedì 13 settembre 2011

Zuegg. Il viaggio al centro della passione per la frutta!


zuegg


Un paio di giorni fa alcuni di voi hanno letto il mio appunto enigmatico su fb, dove parlavo di una giornata bellissima e faticosa, e dell'altra che sarà piena di dolcezze... Ma non immaginerete mai cosa intendevo dire! :-))

Qualche tempo fa ho ricevuto l'invito press tour della Zuegg ( la famosa industria alimentare che da 120 anni produce marmellate e succhi di frutta): si trattava di passare insieme due giorni, visitare i loro  frutteti e lo stabilimento di Luogosano  (il nome che rispecchia davvero la realtà!) in provincia di Avellino, alla scoperta della passione per la frutta e la qualità dei prodotti. Inutile dire, ho accettato subito - impazzisco solo all'idea di trovarmi in mezzo agli alberi pieni di frutti maturi, raccoglierli, annusarli e gustarli sul posto. Eh si, sono praticamente una contadina mancata! Ma forse, quando sarò vecchia, mi  trasferisco in campagna, a coltivare l'orticello, ci metterò due galline, una capretta e ... Ci credete? :-))
Bene, il giorno X è arrivato, e mi sono ritrovata in mezzo alla campagna con...




...una dozzina di persone, primo fra tutti il sig. Zuegg di persona con i suoi validissimi collaboratori, ma anche con i giornalisti del settore e, naturalmente, le bravissime organizzatrici dell'evento. Dopo pranzo siamo subito andati a visitare i vari campi: quello di zucchine ( è l'unica verdura coltivata da Zuegg, serve, se ho capito bene, come colorante naturale)



Lui è Silvestro, sa tutto sui campi, coltivazioni, frutta, verdura, territorio ecc, e spiega le cose, apparentemente noiose, in una maniera così coinvolgente e sapiente, che secondo noi, potrebbe fare il professore universitario!

Dopo ci siamo spostati sul campo di albicocche, dove il sig. Zuegg controlla di persona la nuova piantagione e ci racconta tutto su come hanno provato e selezionato le albicocche.

E adesso siamo nel ficheto di San Mango, dove, finalmente, c'è qualcosa da assaporare sul campo: i fichi fioroni, maturi e dolci come il miele.


A proposito, lo sapete che il fiore di fico è proprio il frutto che mangiamo?!


Il bellissimo panorama che si apre sulle dolci colline di Irpinia



E adesso ... sorpresa! Andiamo a fare la degustazione di vino nella cantina dello stesso proprietario del ficheto! (detto tra noi, eravamo ancora pieni da dopo pranzo, ero preoccupata al pensiero di mandare giù solo una briciola!)
Vedete questo logo? Ricordatelo perché nell'azienda Antico Castello si produce ottimo vino: il Fiano di Avellino fruttato e delicato, il  Greco di Tufo dalle spiccate note di minerali e il superbo, ripeto, SUPERBO Taurasi (Aglianico al 100%). A prezzi ridicoli. (io mi sono portata dietro una cassa di Taurasi, non vedo l'ora di goderlo!)

il nostro magnifico spuntino


Pensate che la giornata era finita lì? E no! Tornati in albergo, abbiamo avuto una quarantina di minuti per rinfrescarci, perché poi avevamo in programma una cena! 
Le foto non le ho fatte, eravamo così rilassati che non avevo nessunissima voglia di invadere l'armonia della serata e di interrompere le chiacchiere. Abbiamo supplicato il padrone del ristorante di non portarci tanta roba, e lui ci ha accontentati, deliziandoci con la degustazione di alcune specialità del luogo: melanzane nell'uovo, patate con rape e patate con funghi, le stupende lagane fatte a mano con ceci e una selezione di "frutta rilassante" (cioè, sbucciata e tagliata!)

Inutile dire che una volta in camera sono crollata.

Il giorno dopo, invece, ci aspettava un'interessantissima visita nello stabilimento Zuegg di Luogosano (Av), operativo dal 1985, dove avviene la prima trasformazione della frutta, cioè dove la frutta fresca viene controllata, selezionata e trasformata in puree (semplici o concentrate) o cubetti surgelati.

Dopo l'intervento del sig. Zuegg, la parola è passata a Raffaele Grieco, direttore dello stabilimento. 
Non sapevo niente su come funzionasse l'azienda, e sono rimasta piacevolmente sorpresa nello scoprire alcune cose.  Per esempio, Zuegg pratica l'agricoltura biologica, anche se non dichiarata, tutti loro rispettano  la natura, l'ambiente, la terra e le piante, tengono molto all'ecologia e al riutilizzo delle biomasse della produzione. In genere servono per i riscaldamenti e la zootecnica, così la discarica finale corrisponde solo al 6-7% dal totale. A parte questo, la cosa più importante - la lavorazione della frutta, frutta migliore  - avviene entro poche ore dalla raccolta per preservarla il meglio possibile. Durante la visita abbiamo assaggiato la purea di pere Williams raccolte poche ore prima - una delizia! Quasi-quasi era più buona della pera stessa, insomma, è frutta per i pigri!

A proposito, sapete che dall'anno scorso la Zuegg ci sta anche in Russia?!


Meno male che c'è Silvestro: chi se non lui riesce a spiegare ogni cosa nei dettagli?

Le cisterne con la polpa di frutta

il lavaggio di albicocche prima di entrare all'interno dello stabilimento...

.. per subire la trasformazione

... diventando una finissima purea o


o una montagna di cubetti surgelati pieni di sapore ( lo so, l'ho assaggiato!)




voi le dovete conoscere, i famosi fruttini: i piccoli mattoncini di cotognata!

quel giorno sono arrivati vari rappresentati della stampa locali, compresa la tv di Irpinia, ed ecco che il dott. Zuegg (persona semplice, socievole e molto alla mano)  rilascia l'intervista.

Ovviamente, dopo quella visita istruttiva e estremamente profumata non poteva mancare il pranzo! Siamo andati in un grazioso agriturismo dove, è pure superfluo dirlo,ci siamo deliziati ancora una volta, gustando le specialità di Irpinia, quasi tutte a base di verdura ( ma che verdura!..)

Se ancora non lo conoscete di persona, ecco il sig. Oswald Zuegg

Insomma, questi due giorni, pieni di impegni e dolcezze, sono volati in fretta, e prima di salutarci ci siamo fatte fare una foto (da Zuegg!)  con Maria Elena, una delle organizzatrici dell'evento.



P.S. una volta tornata a casa, il giorno dopo sono andata 2 giorni in Umbria, alla Festa della cipolla a Cannara. Non ce la faccio più a mangiare, aiuto!...

15 commenti:

Serena ha detto...

Giulia cara, non sai quanto ti invidio per la splendida opportuntià che hai avuto!

stella ha detto...

Giulia hai passato un w-e splendido, un'occasione unica, grazie di aver condiviso con noi questa fantastica esperienza!

Vevi ha detto...

Che bello!! Complimentoni ;)

Vevi :)

La cucina di Esme ha detto...

Un WE veramente speciale e molto interessanti le info che hai voluto condividere con noi. Bella esperienza
Ciao

iris ha detto...

Юля, какая интересная у Вас жизнь! Спасибо за блог, мой итальянский существенно продвинулся, с удовольствием читаю. Вы не могли бы дать мне ссылочку на Ваш любимый ресторан в Риме и на магазин всяких кухонных вещей? Когда буду в Риме, обязательно воспользуюсь. Еще раз спасибо!

Giulia ha detto...

Serena carissima, è stato davvero bello, grazie!

Stella, mi fa molto piacere!

Vevi, grazie!

Esme, lo è stato davvero, grazie!

Ирис, спасибо большое, мне очень приятно! У меня в Риме нет одного-единственного любимого ресторана, но я дам вам ссылку на парочку очень достойных.
http://www.ilsanlorenzo.it/
http://www.salumeriaroscioli.com/
первая ссылка на магазин гастрономических специалитетов, а вторая на кухонные принаджедности, они находятся рядом
http://www.castronicoladirienzo.com/
http://www.peronisnc.it/contatti.asp

iris ha detto...

Grazie tanto!

Erika ha detto...

Ma nonostante tutti questi deliziosi pranzi, cene ed assaggini vari sei sempre bella magra. Beata te!!!!
Un caro saluto.

La Gaia Celiaca ha detto...

sembra proprio una bella visita.
e comunque a me le marmellate zuegg piacciono eccome, quindi sono contenta di sapere che sono prodotte con cotanta cura!

Max ha detto...

Brava, bel post, complimenti a te e a Zuegg...buona giornata, ciao.

Stefania ha detto...

Grazie Giulia :)

soleluna ha detto...

Giulia come sempre i tuoi reportage sono molto dettagliati e corredati dia foto magnifiche, immagino che sono stati 2 giorni faticosi ma pieni di soddfisfazioni ciao Luisa

Ancutza ha detto...

interessante la storia dietro le quinte. A presto!

ilcucchiaiodoro ha detto...

wow Rossa ma è bellissimo! Hai raccontato così alla perfezione questi giorni che mi è sembrato di star li con te! Quanto mi piacciono queste ditte che sembra di stare in "famiglia"!!!
Donatella

Lefrancbuveur ha detto...

E le patate viola? Quando vengo da te, ne compro alcune :)
A bientot.

Enrico

Related Posts with Thumbnails