giovedì 28 aprile 2011

Murena




...La storia narra che le murene, questi bellissimi serpenti marini con l'aria da serial killer (come disse una volta una mia amica) venissero alimentati a carne umana per guadagnare in prelibatezza. Di sicuro i romani erano veramente pazzi per le murene, ed un piatto di questi pesci arrivava a costare fino a diecimila sesterzi. Tant'è che, come ci narra Plinio, le murene fecero la fortuna di alcuni commercianti romani: come avvenne per un certo Gaio Irrio, che fornì seimila murene per le cene trionfali del dittatore Cesare. La villa di Irrio, ovviamente circondata da murenai, non era forse grandiosa come tante altre, eppure acquistò un immenso surplus di valore commerciale tanto da essere venduta a ben quattro milioni di sesterzi. Altri derivarono il loro nome dai pesci messi in commercio: per esempio Licinio Murena e Sergio Orata.


La più grande peschiera fu costruita dai romani nel periodo di transizione tra l'età repubblicana e quella imperiale, è quella di Torre Astura, a poche miglia da Anzio. Il pesce più richiesto era la murena. Non per niente si tende a chiamare murenai le peschiere. E noi, quando usciamo in barca in estate, andiamo spesso proprio lì, vicino agli antichi allevamenti. A proposito, nell'antica Roma non venivano allevati solo pesci. Sempre Plinio riporta, ad esempio, che Sergio Orata fu il primo a allevare le ostriche inizialmente nella sua villa di Baia, poi per le fortune che ne derivarono sia dal punto di vista economico che da quello del prestigio sociale, in molti altri tratti di costa. E adesso, da qualche anno, abbiamo di nuovo l'allevamento di ostriche ad Anzio!

Le info sulle murene sono prese  da questo sito 




Io personalmente adoro le murene! Ho scoperto il loro sapore prelibato alcuni anni fa a Ponza e da allora è stato amore! Si cucinano all'agro, con pomodorini e limone, le loro uova si usano per condire la pasta (buonissima!), ma come si suol dire, la loro morte è la frittura. Purtroppo non si trovano facilmente, se non sulle isole Pontine, dai pescatori o anche nelle pescherie. L'unico modo che conosco per averla anche sulla terra ferma è andare al mercato Esquilino, direttamente al banco in fondo, che ce l'hanno quasi sempre.
E poi.. non sono bellissime le murene? Quella pelle liscia a pois, marrone e gialla, quell'eleganza nel muoversi nell'acqua, quello sgardo assassino. Una volta a Roma capitai in un ristorane dove, in un grandissimo acquario, viveva una murena di 7 anni. Era enorme. Usci lentamente dal suo rifugio, si avvicinò e mi guardò attraverso il vetro come se volesse dire "Peccato che sei così lontana..." Dopo di che si girò e non mi guardò più.



Per affumicare la murena (che diventa non squisita, di più!) vi rimando qui

Invece per farla fritta basta poco:
Murena fritta

1 murena
50 g di farina
1 cucchiaino di sale
1/2 cucchiaino di pepe
1 l di olio per friggere
1 limone

- eviscerare la murena e tagliarla a fette di 4-6 cm di larghezza. La murena ha la pelle molto resistente, perciò ci vuole un coltello adatto e molto bene affilato.

- lavare il pesce, togliere il sangue e asciugare i pezzi

- mescolare la farina dentro una busta capiente con il sale e il pepe e aggiungere qualche pezzo di murena

- riscaldare l'olio e friggere i pezzi di murena per 7-8 minuti, finché diventeranno dorati con la pelle croccante (è quella la prelibatezza più grande!)

- asciugare sulla carta e servire subito con le fette di limone





18 commenti:

dolceamara ha detto...

Interessante la parta storica, non conoscevo queste curiosità sulla murena.
Io solo a vederla rinuncerei a mangiarla @__@...ma ti credo quando dici che ha delle carni ottime...chissà un giorno la assaggio. :).
Ciao.

Onde99 ha detto...

Tesoro, l'aspetto della murena mi inquieta al punto che non credo che, se la vedessi prima intera, riuscirei a mangiarla... anche perché l'inquietudine che mi suscita non è del tutto scevra da una certa "fascinazione", mi sembrano creature seducenti, proprio per via di quell'aspetto assassino...

Federica ha detto...

Non sapevo neanche fosse commestibile la murena! Mi fa talmente impressione che non credo risucirei davvero a cucinarla. Forse a mangiarla non sapendo cos'è!!! Però mi fido sulla parola che è ottima. Un bacione

ஃPROVARE PER GUSTAREஃ di ஜиαтαℓια e ριиαஓ ha detto...

sono rimasta alibita dal titolo e dalla ricetta... non pensavo che le murene erano così buone di come dici e mi fido sicuramente.. però non ti nego che mi fà un pò i brividi non credo che sarei in grado di toccarla cucinarla e mangiarla ma in casa ho mio marito che piacciano a lui queste ricette nuove.... chissà forse un giorno...
baci giulia da lia

Ancutza ha detto...

molto interessante la presentazione ma io non riuscirei mai a cucinarla, sono una fifona lo so:). Bacione!

dolci a ...gogo!!! ha detto...

Tesoro che storia dietro questa murena che in effetti mette un certo timore a guardarla...il fascino del killer davvero però in pentola è tutt'altro che assassino anzi come dici tu è gustosissima!!bacioni,Imma

Acquolina ha detto...

Davvero interessante! che buffo nome Sergio Orata! L'aspetto è senza dubbio inquietante e non l'ho mai assaggiata, ma sono molto curiosae credo che cederei ;-P
ciao!

CorradoT ha detto...

Mai provata, devo rimediare. Ha anche una bella polpa, vedo.
Se la trovo la faccio affumicata!!
CIAO :)

soleluna ha detto...

A vederla mi inqieta un poco ma di certo la mangerei veder il piatto di fritto mi stuzzica un sacco cioa Luisa

la casetta delle pesche ha detto...

su.. "bellissima".. avrei qualche dubbio...la prima volta che mi sono trovata a tu per tu con una murena ...ho preso uno spavento !! in quanto a sapore..mi fido di te :-))

Mirtilla ha detto...

bellissimo il post,molto curato,ma davanti alla murena alzo le mani :(

Edith Pilaff ha detto...

Cge post favoloso!!!Non mangio una murena da circa vent'anni e dovro' rimediare... A Cagliari si trovano nel leggendario mercato di San Benedetto,ma a Londra non le ho mai viste!
Ricoperte di semolino e fritte sono una goduria....
Grazio per questo splendido post.
Un salutone.

Patrizia (melagranata) ha detto...

Sei sempre fantastica! Sai che non ho mai mangiato unamurena in vita mia? serpente si, murena no! Devo rimediare, mi sa! Il tuo post è bellissimo e le tue foto...waw!!

poverimabelliebuoni/insalata mista ha detto...

Grande Giulia! La murena è povera ma bella e buona e non ce l'ho ancora nel blog!! Sono d'accordo con te, la sua morte è la frittura
ciao
Cris

Erika ha detto...

Alcuni anni fa, quando eravamo molto più giovani, ci trovavamo in vacanza in Grecia e mio marito faceva pesca subacquea. Un giorno uscì dal mare con una bella murena che di sera finì in padella e devo dire che ci piacque molto.
Ciao e grazie delle tue splendide ricette e preziosi consigli.

Kristina ha detto...

Animale affascinante, grazie per il post molto esauriente. Che si mangiasse proprio non lo sapevo, che ignorante eh! Del resto se si mangiano le anguille e, in certi paesi, anche i serpenti perchè non gustarsi anche la murena?
Dovrebbe essere anche un sapore interessante ma dubito che dalle mie parti si trovi. Bellissime le foto, sei una grande! Kri

Giulia ha detto...

Insomma, ragazzi, non vi è piaciuta murena! :-)) Ma non dovete guardarla in faccia, ma mangiarla, è veramente deliziosa!

Pellegrina ha detto...

Poverina, sembra simpaticamente innocua per gli umani anche se un po' dentuta. A fette poi, dev'essere deliziosa. Non ho mai avuto occasione di trovarla, ma se capitasse la prenderei volentieri. Per mercato Esquilino intendi quello di Piazza Vittorio? perché di banchi ce n'è tanti e sono in una sala rettangolare. Quale sarebbe esattamente?

Related Posts with Thumbnails