sabato 30 ottobre 2010

Tagliatelle con tartufo nero e panna acida e "Chiaror sul masso"




L'ultimo post della serie "programmati" è dedicato all'intrigante spumante brut "Chiaror sul masso"  (cascina I Carpini). Sicuramente alcuni di voi sanno della sfida di Paolo Ghislandi e Andrea Petrini,  ovvero Timorasso Spumante Tasting Panel.L'iniziativa è pensata per degustare lo spumante, prodotto per la prima volta dalle uve Timorasso e, chi ne sa qualcosa, recensirlo tecnicamente, oppure ideare delle ricette in abbinamento.
Non essendo sommelier, ma amando il vino e le bollicine, ho comunque voluto partecipare al TSTP e pensare ad una ricetta ad hoc, però, avendo degli impengi, concentrati nella fine di ottobre, temevo di non farcela in tempo. Invece la pausa tra un viaggio e l'altro è stata un pò più grande e così eccomi qua!






Prima di tutto il contatto visivo è stato bello: la bottiglia porta l'elegante etichetta nero-oro. All'assaggio il vino è risultato leggero e stuzzicante, con il profumo fresco fruttato (non so gli altri, ma ho sentito in bocca  pesca bianca e pera matura), ideale per le pietanze non troppo saporite, ma un pò grasse.





Ma la mia curiosità era se riuscivo ad abbinare lo spumante al tartufo.




Non c'è che dire, il bianco non ci sta molto bene, essendo troppo forte (l'avevo grattuggiato sulla semplice spigola al sale).

Anche se con il semplicissimo ovetto all'occhio di bue e tartufo -  classico! - "Chiaror sul masso" ha fatto un figurone! In effetti, la consistenza e il sapore del tuorlo aromattizzato dal tartufo bianco si equilibrava perfettamente con un sorso di spumante.

Però con il nero... è stato ancora più stupendo (si può dire? :-))
Ed ecco quindi la mia ricetta ideale per la prima edizione di "Chiaror sul masso"!





Tagliatelle con tartufo nero e panna acida


300 g di tagliatelle all'uovo fresche
1 tartufo nero
1 cucchiaio di burro
100 g di panna acida
sale


- lavare, asciugare e tritare il tartufo a coltello

- sciogliere il burro in padella, versare il tartufo e cuocere 2 minuti

- aggiungere la panna acida (lo sapete che non è veramente acida, vero?..), mescolare, salare e lasciare sul fuoco per 1 minuto ancora

- lessare la pasta al dente, scolare e versare il padella con la salsa

- girare velocemente e servire


Il tartufo nero, piu´sobrio e meno profumato, rende meglio da cotto; la grassezza e la delicatezza della panna acida sottolineano il suo aroma;  la consistenza della pasta fresca all´uovo da´ corpo a tutta la preparazione. E le  fresche bollicine dello spumante puliscono immediatamente la bocca, rendendo i retrogusti del piatto armoniosi e gradevoli.




17 commenti:

Federica ha detto...

Che profumo, mi par di sentirlo..belle le foto e le tue descrizioni, complimenti Giulia!!

I VIAGGI DEL GOLOSO ha detto...

Il profumino nell'aria che ti inebria di sapori e presentazione da grande gourmet ...
Fantastica Giulia, complimenti ...
Buon week end e un bacione dai viaggiatori golosi...

ornella ha detto...

Non so cosa darei in questo momento per una pasta così...del tartufo ricordo solamente il profumo, ma è impossibile dimenticarlo! E adoro le bollicine! Penso proprio che sia una soave combinazione!!
Buon fine settimana!

giulia pignatelli ha detto...

Brava rossa, idee sempre eleganti, ottima cucina e ottimo vino... Non ti smentisci mai ;))

Andrea Petrini ha detto...

Abbinamento perfetto! Grazie mille di aver partecipato.

P.s: puoi inserire il link del post su http://percorsidivino.blogspot.com/2010/09/tstp-ovvero-timorasso-spumante-tasting.html?showComment=1288428132145#c3542346807086206100?

Grazie

manuela e silvia ha detto...

Ciao Giulia! noi stiamo ancora apsettando la nostra bottiglia...e visto il tuo commento...non vediamo l'ora! Il tuo abbinamento ci sembra proprio ricercato: un sapore molto forte ed elegante, che ben si accompagna con un vino fresco e frizzantino!
baci baci

manu ha detto...

ciao giulia tutto ok??? un bacio buon w.e.

Patricia ha detto...

Che buone! ho ancora in frigo un po' di tartufo.... proverò con la panna acida che non avevo mai messo in questo piatto. un abbraccio Giulia, buona Domenica:)
pat

Gio ha detto...

ottime queste tagliatelle, dalle tue foto sembra quasi sentirsi spandere l'odore di tartufo qui nell'aria...

MMM ha detto...

gnam.. strepitose!! e che acquolina=)
passa a trovarci!
www.modemuffins.blogspot.com

la Susina ha detto...

ti ho ritrovata finalmente!!! mi eri sparita dalla blogroll e non capivo il perchè!!!
bacioni!!!!

Cey ha detto...

Come al solito hai fatto una meraviglia =)

La Gaia Celiaca ha detto...

buonissime le tagliatelle al tartufo.
con la panna acida (che poi sarebbe la smetana, vero?) non ci avevo mai pensato.
devono essere ancor più buone...

ilcucchiaiodoro ha detto...

Questo è un vero supplizio...
Adoro queste profumatissime pepite nere!!!

Donatella

UnaZebrApois ha detto...

Mi hai fatto venire una voglia che non ti dico!Ma non si fa così!Sono le undici e un quarto di sera e mi metterei subito ai fornelli per sadellare un primo piatto di nome e di fatto!!!Che delizia!

Un bacio enorme e grazie mille di partecipare al mio Swap!!Ti ho segnata subito con un sorrisone in faccia che neanche t'immagini!

Gunther ha detto...

un abbinamento molto elegante, adesso e poi tempo di tartufo!

muravej ha detto...

questo piatto e molto buono! Grazie mille Giulia!

Related Posts with Thumbnails