lunedì 13 settembre 2010

A pranzo?..Quadrato nero di Malevich!



Lo so, lo so, suona molto bizzarro, ma è la prima cosa che mi sia venuta in mente mentre parlavo con Imma.  Anzi, è stata una sparata spontanea, non so nemmeno io come ho fatto! :-))
Dunque, stavamo a quella famosa cena di Voiello a Pozzuoli, nel bel mezzo delle nostre chiacchiere (i mariti rassegnati stavano da qualche parte a fumare e, immagino, a lamentarsi l'un con l'altro di noi, anche se con un pizzico di orgoglio.Quel orgoglio li che fa sentire i santi martiri, vittime di quelle donne matte!)
Comunque, Imma aveva accennato alla sua ultima creazione, il cheesecake al caffé, preparato in occasione del contest che non conoscevo. Mi sono incuriosita e mi sono fatta raccontare di questa iniziativa divertente delle Sorelle in pentola ( che non conoscevo nemmeno), L'Arte in cucina. Imma mi ha detto di essersi ispirata a Pollock, ai suoi quandri fatti con i movimenti caotici dei pennelli e mi ha talmente entusiasmata che, senza pensarci troppo, ho esclamato: "Lo so! Lo so con cosa voglio partecipare! Con il Quadrato nero di Malevich!"..





Questa è una parte della nostra cena, dedicata al connubio pesce azzurro e pasta Voiello. Ottimo, devo dire! Ho gradito moltissimo la ricottina con il pesto di acciughe e le alicette fritte croccanti..
Oddio, mi sono accorta adesso che ho scambiato una foto con l'altra nel collage, ma va bene così, pazienza...
Il dolce non era niente male, anche se dal nome "Cremoso di cioccolato con ricotta e pere caramellate" immaginavo un bicchiere o una coppa e non millefoglie.



Alla fine lo chef Voiello che aveva preparato tutta la cena, ci ha raccontato alcuni suoi segreti del mestiere e poi...


...  noi quattro siamo andati a fare il giro per Pozzuoli notturna. In due parole, ci siamo salutati alle 2.30!..
Imma, ti voglio bene!...



Ed eccoci al quadro, cioè, al pranzo. Sapevo già che il risotto al nero di seppia mi avrebbe fatto da quadrato nero, ma volevo personalizzarlo un pochino per il Contest delle Sorelle in pentola.
In realtà non so perché ho pensato proprio  a Malevich. Sarà perché è stato un pittore russo?.. Ha vissuto e ha lavorato nel XX secolo, pioniere dell'astrattismo geometrico e delle avanguardie russe.
Il suo Quadrato nero, opera del  periodo del Suprematismo, è stato creato nel 1915 e attualmente si trova nel Museo di Stato Russo  a San Pietroburgo.


...Signore e signori, ecco a voi...



Quadrato di Risotto Nero

300 g di riso vialone nano
2 spicchi di aglio
50 g di burro
1 cucchiaio di olio evo
4-5 filetti di acciuga
100 ml di vino bianco
2 bustine (8 g) di nero di seppia
1 l circa di acqua bollente
100 g di provola fresca affumicata
sale
peperoncino
succo e scorza di limone

- tritare finemente l'aglio e ammorbidirlo un pò con le acciughe e un pizzico di peperoncino nella metà di burro con l'olio ( non farlo dorare)

- aggiungere il riso, tostarlo 1 minuto, poi versare il vino e il nero di seppia, mescolare a farlo evaporare

- versare l'acqua bollente un pò per volta e cuocere il risotto come al solito

- quando il risotto è al dente ( podo 15 minuti circa), aggiungere il resto del burro, la provola grattuggiata, un pò di succo e scorza di limone ( a piacere) mescolare e salare se occorre

- coprire e lasciare per 1-2 minuti prima di servire



Se non avete il coppapasta quadrat, potete tagliare una parte di tetrapack che conteneva latte o succo di fruta, lavarlo e asciugare prima di usare.
Béh, mia figlia non va matta per il risotto, ma il sapore dell'affumicato ha conquistato anche lei!


33 commenti:

dolci a ...gogo!!! ha detto...

tesoro alla fine detto fatto...che genialata questo abbinamento e poi cmq ne è venuto fuori un piatto ottimo e gustoso!!! La serata è stata davvero piacevolissima e si effettivamente quando siamo rientrati alle 3 a casa nn mi sembrava vero che il tempo fosse volato cosi in fretta, pero quando si è in ottima compagnia succede sempre!!ti volgio un mondo di bene anch'io!!!!!bacioni,imma

Ka' ha detto...

Interessante la presentazione e il connubio tra il nero di seppia e la provola affumicata! Approvato! da replicare! Un bacione!

Mirtilla ha detto...

bellissima la tua ricetta, molto particolare :)

Kitty's Kitchen ha detto...

AH! ma sei andata alla serata voiello? Hai fatto bene, stata carina vero?
L'idea del risotto ispirato all'arte di malevich è parecchio coraggiosa ma d'altronde anche Imma non è da meno!
L'aggiunta di provola è da provare.

Ho ricevuto l'email degli orari e i dettagli del corso, ti rispondo qui, grazie per essere stata così precisa io verrò insieme ad Eva siamo navigatore munite quindi no problem! A presto

cuoca gaia ha detto...

Geniale :) complimenti!

Federica ha detto...

Semplice e geniale! La provola con il nero di seppia l'ho sperimentata, fantastica. Ora mi incuriosisce l'aggiunta del limone con il peperoncino. Ma quand'è che lo aggiungi? me lo son persa nella preparazione! Un bacione, complimenti

Giulia ha detto...

Tesoro mio, mi hai ispirata tu! Grazie!!

Kà, grazie!

Mirty, ti ringrazio!

Elisa, si! Visto che avevo altro da fare a Napoli, ho deciso di abbinare il tutto alla cena Voiello!
Per il corso ok!

Gaia, grazie!

Fede, scusa, ho dimenticato di scrivere di limone, ora ho rimediato!
Baci

Onde99 ha detto...

Mai l'arte ha racchiuso tanta genialità in tanta semplicità... finché non sei arrivata tu con la reinterpretazione culinaria di questa bellissima opera, che personalmente adoro. NB: spero davvero che riuscirai a venire ai corsi, in almeno un'occasione...

Federica ha detto...

Grazie e scusami. Un bacione

arabafelice ha detto...

Adoro l'opera in questione, ed adoro la tua realizzazione: quando semplicita' e' sinonimo di grandiosita' :-)

Giulia ha detto...

Fede, ma di che?.. Grazie a te!!!

Serena, sono felice che hai apprezzato la mia idea!
Speriamo anche per il corso..

Giulia ha detto...

Stefania, sei troppo buona cone me! Ma io avevo ammirato i tuoi meravigliosi muffins!

Mirtilla ha detto...

Giulia, non ho parole, davvero un idea geniale quella del quadrato nero! Ma da dove ti vengono sempre queste splendide idee?!? Non sai quanto ti ammiro! Le tue ricette sono sempre così affascinanti e golose! Baci

Claudia ha detto...

Che idea geniale!!! e riuscita vedo! quante bontà alla serata Voiello spero alla prossima di esserci anche io. e poi voglio venire a fare i tuoi corsi di cucina russa devo solo combinare una data con i miei impegni del sabato per ora sono incasinata magari ci saranno altre date!
Grazie per il tuo commento cara. baci a presto !

manuela e silvia ha detto...

Una bella serata e un'incontro che fà invidia a moltissimi: due spledide e grandi donne della cucina....peccato non esserci!
Alternativissimo il tuo quadrato! e semplice come l'hai condito!
baci baci

stella ha detto...

Giulia la tua interpretazione mi è piaciuta proprio, complimenti! In effetti concordo con te che questo originalissimo contest non sia stato adeguatamente pubblicizzato ;)

fantasie ha detto...

Giulia, a parte dirti che siete bellissime entrambe e che anche io avrei voluto essere lì con voi, mi piace il tuo piatto e per diverse ragioni:
1. ho appena scoperto che mi piace il nero di seppie;
2. l'hai fatto con il riso e quindi è gluten free e per questo ti adoro;
3. geniale il riferimento;
4. non avevo idea di cosa preparare per questo contest e a cosa ispirarmi... e ora so cosa devo fare! ;)
A presto!!!

Shade ha detto...

geniale!
che altro aggiungere!

ah, si! ma quanto siete belle tu e Imma!!!

Lo ha detto...

Giulia cara......ma è spettacolare di una bellezza infinita...davvero davvero perfetto! E che bello leggere anche della vostra serata...tu e Imma siete splendide! un bacio

Geillis ha detto...

Arte e cucina, che accoppiata affascinante...l'ho già detto che siete bellissime???

Silvia ha detto...

Ma che forte!!! :) e che belle che siete!

Dodò ha detto...

E' semplicemente perfetto! Cos'altro dire! Azzeccato il quadro, l'interpretazione, il colore, e.. la provola con il nero..tutto da provare!
Baciotti

Jasmine ha detto...

Bellissima idea riprodurre Malevich!!
Un abbraccio
J.

gloria cuce' ha detto...

semplice,d'effetto e buonissimo, da buona siciliana amo la pasta col nero di seppia.
Bell'idea!

lucia ha detto...

Wow come ti è venuto bene! Malevic mi ha riportata indietri du un po' di anni, al mio esame di arte moderna e contemporanea. Ora non ho altro da fare che provare anche io l'accostamento provola affumicata e seppia e farmi venire in mente qualcosa per questo contest creativo! Ciao e a presto, Lucia

( parentesiculinaria ) ha detto...

Che carine che siete nella "poltrona per due" :D
Davvero chiccoso, sai? E se poi ci facciamo anche il riferimento artistico... ce la possiamo tirare senza ritegno!! :D
Ciao Bella Giulia!

vickyart ha detto...

Ciao Giulia! un peccato si, rimandiamo alla proxima! ottimo il post sulla serata e il riso a quadrotti l'adoro!! mi piace l'idea del quadrato mini porzione.. la uso spesso ank'io nn avevo pensato al riso però! carino!!

stefania.confidential ha detto...

bravissima !!!

La Gaia Celiaca ha detto...

bellissimo questo quadrato nero!

e dev'essere pure buono.

e pure russo.

che si vuole di più?

(siete bellissime anche tu e imma in quella foto!)

virgikelian ha detto...

Giulia sei una vera artista !!!
Bella la foto con Imma : siete splendide,
Un bacio.

Cristina ha detto...

Che belle che siete!!!!
e che brava!!!!
complimenti

ღ Sara ღ ha detto...

che meraviglia!! bellissima da vedere e da pappare :P

un abbraccione!

Ago ha detto...

Oh ma quanto siete belle!!! :-D
La cosa che più mi dispiace è che avrei dovuto esserci anche io a quella serata, ma troppo lontano, non son potuta venire...:-( ...spero comunque di ncontrarvi prima o poi :-D
E poi, che bellissima ricetta!!! L'interpretazione è davvero originalissima! Io non ho nessuna idea di come poter partecipare a questo contest...ci sto pensando da un pò, ma non ho ispirazione :-(((
Ti mando un bacione tesora! :-*
Ago

Related Posts with Thumbnails