mercoledì 25 agosto 2010

Puglia gastronomica - 1, o cosa mangiare nel proprio trullo




Lo sapete cosa mette in valigia una foodblogger "inguaribile" quando va in vacanza?.. Già, un coltello da cucina, di quelli universali come questo Santoku, che può tagliare carne, pesce, verdure e tanto altro.
Perché, direte voi?..
Ma perché -  vi risponderò - non ero sicura che avrei trovato tutto quello che mi serve in cucina!
Ah, dovete sapere che abbiamo preso in affitto una villetta a trullo (rigorosamente a trullo!), e ci siamo andati con una copia di amici, di quelli che non si stupirebbero mai, trovando nella mia valigia coltelli e cose del genere. E mi sono pure contenuta, lasciando a casa tegami, attrezzi vari da cucina, spezie ecc. Sono brava, eh?..
Comunque,




ho fatto benissimo, perché non potete immaginare quanto mi è stato utile!
Ma iniziamo dal principio ( e le foto del nostro splendido trullo vi farò vedere nel prossimo post)

Il nostro padrone di casa, signor Domenico, ha una produzione tutta sua di tantissime cose:


fa formaggi, freschi e non


le meravigliose olive in salamoia e il buonissimo olio


e in più, avendo l'orto, ci portava tutte le mattine qualcosa di buono: i miei adorati barattini ( che ogni tanto trovo anche qui, giuro!)


i fichi d'india, già puliti


i bellissimi pomodori da insalata...


Infatti, eravamo tentati molto spesso di mangiare a casa!


ovviamente, integrando con qualcosa, preso in giro qua e là:
insalata di polpo e patate


insalata di pomodori e cipolle rosse


il formaggio del signor Domenico che riuscivamo a tagliare solo con il mio coltello!


In più nel giardino del trullo c'era il BBQ


.. e noi, ovviamente, cucinavamo carne, salsicce, involtini


ma anche pesce!


e le bruschette ( con il pane - cornetto di Altamura)


e da bere?.. 
A parte il vino del signor Domenico, che bevevamo per aperitivo e non, abbiamo svuotato alcune cantine.
Questo vino, ad esempio, è frutto della nostra visita nelle Cantine Consorzio Vino a  Manduria.
E che adesso sta (quasi tutto!) a casa.


Nelle prossime puntate:
- nostro trullo
- cibi della Puglia
- ristoranti

E, ovviamente, le visite nei vostri blog, promesso!

23 commenti:

Mariluna ha detto...

Meravigliosa Puglia...é una di quelle regioni che vorrei conoscere davvero bene bene, conosco i trulli e parte della Puglia ma non basta mai per non parlare dei prodotti della sua terra ricchi di sole ( diciamo simile alla mia Calabria) bé, si un po' di nostalgia c'é nelle mie parole ovvio :P, grazie Giulia per il tuo racconto aspettero' il prossimo :-) un bacio!

Genny G. ha detto...

non ci credo che sei partita con il coltello:D pazza!.:D per tutto il resto mancano le parole!

Amaradolcezza ha detto...

che meraviglia! i miei suoceri anche sono stati a Manduria e mi hanno portato vino e olio.. buonissimo.. mi sa che l'hanno prossimo ti copio ;)
un bacio
aspetto i prossimi post
Giulia
(anche io avevo un coltello in valigia quello in ceramica e zirconite)

arabafelice ha detto...

Giulia, mi hai ricordato me : una delle ultime volte che sono tornata in Italia, sono partita con uno dei miei coltelli in valigia, per farlo affilare a Roma da chi mi fido...
Quindi ti capisco benissimo :-))

Sei stata in vacanza in Paradiso...

JAJO ha detto...

Come "quasi tutto" a casa !?!?! Ma state perdendo colpi !! Una volta avreste riportato una tanica sola hahahahaha
Bellissimo il menù agricolo, e quel formaggio ha un aspetto proprio ...compatto e saporito (come piace a me :-D).
Aspetto i prossimi post, allora :-)

P.s.: neanche io mi sarei stupito di veder spuntare un coltello dalla tua valigia, ti conosco bene hehehehe

alessandra (raravis) ha detto...

Giulia, pensa che un giorno che ero a Roma per lavoro, sono andata a fare un giro n centro e sono tornata con una paletta da dolci col manico a forma di torta di fragole, seghettata da un lato. Ero in aereo e l'ho messa nella 24 ore. Se non che, il giorno in cui partivo, arrivava a Roma il Presidente degli Stati Uniti e ti lascio immaginare i controlli. Ti lascio immaginare anche il seguito, con me che cercavo di spiegare che non era un'arma e che nel manico non si nascondeva niente...:-)
... ma solo fra noi, possiamo capirci...
grazie per questo fantastico post, aspetto le prossime puntate
buona notte
ale

ViaggiandoMangiando ha detto...

che dire? un'amica con un coltello del genere sempre in borsa fa sempre comodo e sopratutto da sicurezza! :)
non vedo l'ora di leggere gli altri post e di vedere le foto, (anche se guardare quella del pane cornetto di altamura è stata davvero un supplizio.. potrei uccidere per una pagnotta "originale"!)! bacione!
ale

njara ha detto...

ehm..uhm...siamo sicuri eh che quel coltello ti serva in cucina??

ahah ciao bella..sei molto simpatica...

..njara

Luciana ha detto...

Addirittura il coltello da casa!!!! mi fai morire di risate!!!! troppo simpatica!!!! per il resto tutto fantastico!!!! aspetto i prossimi posts!!! un bacione

Gunther ha detto...

partire con il coltello è una bella idea, da mettere in valigia, altrimenti al controllo in aereoporto mica ti fanno passare, una scelta se poi viene premiata cosi con tutte queste cose buone, io unico cosa che porto con me è uan macchina dal caffè portatile

ღ Sara ღ ha detto...

un bravo cuoco non abbandona mai i suoi attrezzi da lavoro...!
Ottima l'idea di portarsi il coltello da casa anche perchè quando ci si trova in una cucina che non è la propria...ci si sente spaesati e il tutto si complica :P
che meraviglia di foto!

Mirtilla ha detto...

ma che cosa graziosissima!!!
baci

giulia pignatelli ha detto...

Mi sembra che abbiate fatto proprio le cose giuste e assaggiato i veri sapori della puglia!! aspetto con ansia il resto del reportage!

marifra79 ha detto...

Sei partita con il coltello della foto???? .... ma se ti avessero fermato le forze dell'ordine???? Ahahhhah sei unica, un pò pazza ma unica!!!!!!!!!!!
Attendo con ansia la foto della casa!!!! Dev'essere stata una bellissima vacanza!!!!!
Un abbraccio

dolci a ...gogo!!! ha detto...

insomma giulia vi siete goduti la puglia alla grande!!Il coltello in valigia è mitico solo tu puoi andare in giro con i coltelli e sapendo la tua passione per i coltelli la cosa nn mi stupisce piu di tanto:D!!!!mamma mia su quel tavolo c'è ogni ben di Dio,meravigliosi prodotti!!Adesso apsetto il resto del reportage adoro i tuoi post come adoro te!!!!bacioni imma

Zia Elle ha detto...

Che bel reportage fotografico, complimenti!!
Adoro la prima foto, con i fichi d'India e il melone bianco, favolosa!!

Claudia ha detto...

Una villetta a trullo??? chissà che meraviglia.. attendo con frenesia il prossimo post!!! Eh quanto lo so la Puglia che sapori genuini offre!! Il padrone di casa è stato proprio una brava persona.. a portarvi quelle squisitezze..bacioni buona giornata :-)

matrioskadventures ha detto...

ma come, un coltello solo?:)tante cose buone e poi fare le vacanze in Puglia dev'essere da sogno. Bacione.

( parentesiculinaria ) ha detto...

Mamma mia, ma vuoi farci murì! :D
Che delizie. Ad ogni modo hai ragione... i coltelli trovati in giro tagliano solo il burro (ma mai avrei pensato di portarmelo da casa :D ).
Tesora, cos'è quella foto prima dei fichi d'india??
E che meraviglia quel forno!
E quei caci...!!
Mi fai sognare :D

Elga ha detto...

Io ti capisco benissimo! Noi viaggiando con il camper non abbiamo stranezze..è normale viaggiare cin coltelli, trinciapolli, vaporiera...
:)

virgikelian ha detto...

Bellissime le tue foto che mi hanno regalato i sapori di Puglia.
Un bacio.

Ornella ha detto...

Ah, ma brava, anche tu sei stata in Puglia!!!
Hai visto che meraviglia il fresco dei trulli?
Non mi dire che non avete assaggiato
gnummaridde e bocconotti...
Ciao,
Ornella
P.S.:Io di solito mi porto appresso grattugia e mandolina, anche se vado da mia madre :))))

terry ha detto...

Uh le pagnottelle ho visto!!! :)
o almeno a Taranto le chiaman così...quelle di Manduria quelle così tonde come meloni! quest'estate ci siam fatti una scorpacciata pure noi! peccato non trovarle qui!

Related Posts with Thumbnails