giovedì 15 luglio 2010

Malta - 3, cronache di Gozo


Oggi facciamo un diretto a Gozo, l'altra isola dell'arcipelago maltese. E' ancora più piccola di Malta da cui dista 4 km, misura 14 km x 8 e 30.000 circa di abitanti. Raggiungere Gozo è facile: basta prendere il traghetto che parte ogni mezzora (24 ore al giorno!) dal porto di Cirkewwa. La cosa curiosa è che il biglietto di andata non si paga. Perché?.. Semplicemente perché dovrete tornare in qualche modo, e l'unico modo è .. il traghetto! Quindi, il biglietto (non è caro, 4.60 euro) lo pagate al ritorno!
Noi l'abbiamo girata tutta in un giorno a bordo di un pullmann turistico, come lo chiamano loro  "hop on hop off". In realtà ci vorrebbero un paio di giorni, per poter vedere tutto, visitare ogni luogo, senza correre per non perdere l'ultimo bus. Ma...





Putroppo avevamo in tutto solo una settimana, quindi ci siamo dovuti accontentare. Avrei voluto fermarmi più a lungo a Victoria, capoluogo di Gozo, fare un salto sulla spiaggia con la sabbia rossa Ir-Ramla, visitare il centro artigianale, pranzare in uno dei ristorantini di pesce a Xlendi, in una bellissima baia...

Questi sono gli autobus di linea, vecchiotti ma carinissimi!


il porto di Gozo ( con il traghetto attraccato)


Questo è il più antico tempio del mondo, Ggantija. Questa costruzione ha 5500 anni, 1000 anni più delle piramidi in Egitto! Ma a cosa serviva il tempio e chi l'ha costruito, non lo sa ancora nessuno.
Ora il tempio fa parte del partimonio UNESCO.





Una via qualsiasi a Gozo


Questa basilica è un santuario, si dice che qui avvengono delle guarigioni miracolose e, come di conseguenza, è il luogo di pellegrinaggio.


A Gozo, stranamente, tante cassette delle lettere sono fatte così:


Ogni chiesa o duomo maltesi hanno due orologi con due orari differenti: si dice che così facendo, si riusciva ad ingannare il diavolo sull'ora della messa. La mia dolce metà, dopo aver sentito la spiegazione, si è messo a ridere: diceva "ma niente-niente anche i fedeli si sbagliavano, e il prete non riusciva a capire perché non c'era mai nessuno?"


Questa è la carinissima baia di Xlendi. Non molto tempo fa questa tranquilla località era solo un villaggio dei pescatori,  invece adesso è famosa per i ristoranti di pesce ed è un bel luogo di vacanze. Ci sono hotels, molti ristoranti e locali notturni.


Dwejra, la famosa "finestra azzurra", assolutamente naturale!


Dietro lo scoglio, un pò nell'entroterra, c'è una piccola baia collegata con il mare da un tunnel. Quando il mare è calmo, si può fare un giro in barca intorno allo scoglio "bucato".
Quando il mare è mosso, le barche stanno nei "garage", riparati, credo, più dai turisti  che dalle intemperie della natura.


Sulla strada di ritorno nella cittadina di Mgarr, dove prendere il traghetto per Malta, ho visto questo piccolo campo con fiori viola: non è lavanda, lo so, ma non ho l'idea cosa sia.
Voi lo sapete?..


Alla prossima puntata!

17 commenti:

ilcucchiaiodoro ha detto...

Ma si Giuly che è davvero bellissima,non pensavo mai!!! Quasi quasi mi ci trasferisco tanto non pago neanche il biglietto ;-)
Le cassette sono carinissime,ma la spiegazione dell'orologio,perdonami ma ha fatto ridere anche me! E poi davvero fantastici i garage per le brache!!! Mi hai fatto venire una gran voglia di andare,ma le vacanze per quest'anno sono già prenotate!!!!
baci Donatella
PS: come sempre scatti unici...

furfecchia ha detto...

Giulia mi hai riportato alla mente tanti ricordi di "una vita fa"...
ciao
Silvia

Onde99 ha detto...

A Ggantija sono stata anch'io: che posto strano e intrigante!

Giulia ha detto...

Donatella, ma che bella idea! Si va a Gozo!!!
Grazie, tesoro!

Silvia, che piacere vederti qui! Spero che i ricordi siano belli!

Ondina, Serena, è vero, eh?.. Sembra quasi assurdo...

Acquolina ha detto...

che colore quel mare, bellissimo!
carina la storia degli orologi :-D

dolci a ...gogo!!! ha detto...

tesò hai la capacità ci farci viaggiare insieme a te..le foto parlano da sole..ma quante bellezze ci sono a Malta??nn immaginavo questa isola cosi bella ricca e piena di storia e bellezze naturali!!grazie per averci "portate" con te!!!bacioni imma

Federica ha detto...

Che posto meraviglioso Giulia, grazie per questo splendido reportage fotografico. Non immaginavo che Malta fosse un'isola così bella e affascinante. Un bacio

JAJO ha detto...

Fantastica !!!
Ma vi toccherà aspettare il prossimo anniversario per tornarci ? Spero di no :-D

Chez Denci ha detto...

Rivedere attraverso le tue splendide foto posti dove sono stata.. uaooo; un piccolo tuffo in un passato non recentissimo ma nemmeno lontanissimo. Grazie! Curiosità alla casa di Popeye ci sei stata? Quella gita purtroppo noi ce la siamo persa. Ciao Debora

Genny G. ha detto...

allora la smettiamoc on tute ste foto di mare, sole , bei posti da vedere conditi con anche tante belle spiegazioni??qui c'è gente che soffre che gli tocca stare a casa:D

Giulia ha detto...

Francesca, grazie!

Imma, mi piacerebbe un giorno fare un viaggetto con te per davvero!

Federica, non mi aspettavo nemmeno io che Malta fosse un gioiello!

Jacopo, spero proprio di no...

Debora, in quella casa non siamo stati , non è il genere di cose che mi appassiona!

Genny, ma che vuoi che ti racconti?.. Del caldo fuori, di me che sto a casa con l'aria condizionata e dei piattoni di insalata?.. Dai, vieni al mare, da noi!

alessandra (raravis) ha detto...

Giulio è stato a Malta per lavoro anni fa- e mai una volta che mi ci abbia portato. Basta per giustificare l'omicidio del consorte? :-)
Anche alle Orcadi si deve tornare indietro- ma il biglietto lo paghi due volte: ma lì siamo in Scozia, una ragione ci sarà (e noi siam genovesi, uno scontro fra titani!)
Quella dei due orologi non la sapevo: mi sa che il vero motivo lo abbia svelato tuo marito, però..:-)
è sempre un piacere, passare di qui
buona giornata
ale

( parentesiculinaria ) ha detto...

Grazie per questo tour virtuale cara Rossa. Quest'anno saranno gli unici che farò :_(
Bellissima la foto della barchetta nell sua "cuccia" :)

Alex ha detto...

Che bello andare in vacanza con tutti i blogger :-) Quei pullmini sono uno spettacolo, sembra di tornare indietro nel tempo.
Grazie per questa vacanzina.
Baci
A.

alessandra ha detto...

A Malta non sono mai stata, ma mi hai fatto venir voglia di andarci, veramente un bel post.
Baci Alessandra

matrioskadventures ha detto...

che bello! stupende le casette da lettere! Buona settimana, Ancutza

Roxy ha detto...

Eh si il traghetto si paga al ritorno....pensa che noi all'andata, non sapendo di questa cosa, ci sentivamo un pò dei clnadestini.....poi al ritorno abbiamo capito tutto.....grandiosi questi maltesi...così pagano la metà del personale avendo una sola biglietteria....GRANDIOSI!

Related Posts with Thumbnails