mercoledì 30 giugno 2010

Fenek, coniglio in umido alla maltese


Facciamo una fenkada?..
No, non vi preoccupate, non è niente di esotico, è soltanto una cena maltese a base di coniglio: un piatto di spaghetti, condito con il sugo di coniglio preparato in umido e poi il coniglio stesso.
Mentre stavo preparando la seconda puntata delle cronache maltesi, ho deciso di intervallare i reportage con le ricette, sempre maltesi, si intende.  Anche perché ora devo scrivere un articolo abbastanza grande e ho meno tempo da dedicare alle foto ecc. Va bene lo stesso, no?..




Per preparare i piatti in umido e gli stufati vari i recipienti ideali sono indubbiamente quelli in ghisa. Certo, tanto tempo fa per queste pietanze si usavano le pentole di coccio, e sono anche convinta che siano valide e molto caratteristiche, ma vogliamo mettere una bella cocotte, rossa (come me!) e resistente (un pò più di me)?.. Anche perché una volta avevo i cocci di varie misure, ma alla fine si sono rotti o, come dire, scocciati, così sono rimasta molto dispiaciuta e non li ho più ricomprati, temendo facessero la stessa fine. Ora ho cominciato ad usare le pentole di ghisa che, tra l'altro, trattengono meglio il calore e lo distribuiscono uniformemente su tutta la superfice. Vi assicuro, il coniglio così tenero e morbido, che si scioglieva in bocca, non avevo mai preparato!
Ma ora basta parlare di pentole, a tavolo!


Fenek, coniglio in umido alla maltese

1 coniglio di 1,2-1,5 kg
1 spicchio di aglio
2 grosse cipolle
4 grandi pomodori maturi
2 foglio di alloro
1 bicchiere di vino rosso
1 bicchiere di acqua o brodo bollente
origano
sale
pepe
3 cucchiai di burro (si-si!)+ 1-2 di olio
2 cucchiai di farina

- tagliare il coniglio a pezzi, infarinare leggermente e rosolare nel burro e olio

- tritare le cipolle e l'aglio, pelare i pomodori e tagliarli a cubetti

- mettere le verdure nella pentola, versare il vino e l'acqua ( o brodo), aggiungere alloro, sale, pepe e origano, portare a ebollizione, coprire e cuocere a fuoco lento per 1,5 ore circa

- il coniglio cotto deve essere morbidissimo e staccarsi da solo dalle ossa

- con il sugo si possono condire gli spaghetti, altrimenti si fa una goduriosa scarpetta.


A Malta si usa servire il coniglio con l'insalata mista e patate novelle arrostite al forno.

Buon appetito (anche se non si dice!)

12 commenti:

Patricia ha detto...

Chissà perchè non faccio quasi mai il coniglio... con questo piatto unico ci proverò!
A presto
Patricia

BARBARA ha detto...

Non conoscevo questa preparazione nè le sue origini...davvero gustosa...il "tocio" deve essere proprio buono...mamma mia, già mi pregustoi due buoni spaghettini...devo proprio provare questo coniglietto!

Raffaella ha detto...

Che bello questo piatto,sei stata molto brava.
Un bacio Raffa

marifra79 ha detto...

BELLAAAAA!!!!!Adesso mi spieghi come hai fatto a prendere così bene il fuoco sotto la pentola!Lo sai, si, che la foto è stupenda!!!!!!!!
Un abbraccio sei fortissima

Giulia ha detto...

Patricia, è solo questione di abitudine!

Barbara, prova, certo! In fondo, bisogna pur sempre mangiare, perché allora non il coniglietto?..

Raffaella, grazie!

MArifra, al 99% faccio le foto col treppiede, mi aiuta tanto... è merito suo!

Luciana ha detto...

Ciao cara, è proprio buono...facile e gustoso, il coniglio non lo cucino quasi mai...non mi resta che provare questo incantevole piattino!!! un bacio

arabafelice ha detto...

Ottimo, e mi piace tanto anche la tua pentola di ghisa!!!
Ma lo sai che in arabo "fennek" indica una specie di volpe???
Un bacione!

Stefy e Rosy ha detto...

La tua pentola di ghisa è bellissima, il coniglio...ummm...chissà perchè non è uno dei miei piatti preferiti...a presto
Stefania di noidueincucina

JAJO ha detto...

A me è sempre piaciuta LA Fenech, ma devo dire che anche IL Fenek ha il suo fascino goloso hahahahahaha
E brava Rossa: tra l'altro adoro il coniglio quanto le aringhe quindi questo te lo copio :-D

Anonimo ha detto...

Interessante proposta e FANTASTICA PRESENTAZIONE :-). Roberto

dolci a ...gogo!!! ha detto...

adoro adoro adoro il coniglio molto piu del pollo e quando è cucinato cosi sapientemente e in modo cosi invitante deve essere una goduria e poi quando c'è giulia dietro ai fornelli diventa un capoolavoro!!tesoro tanti baci e che bello leggerti di nuovo!!mi sei mancata!!
imma

terry ha detto...

Evvai con le ricette maltesi... io il coniglio non lo mangio...ma quando trovo ricettine invitanti come questa magari poi le faccio usando il pollo!!!

Related Posts with Thumbnails