venerdì 5 marzo 2010

Risotto all'astice con basilico e Cointreau




Inutile negare, adoro il pesce, i frutti di mare e i crostacei, sopratutto i polposi astici e le nobili aragoste. Quando compro astici o aragoste, di solito sono molto noiosa nel cucinarli. Ho 3 ricette che adoro e scelgo una o due di esse:
- aragosta/astice lessati al vapore e serviti con la maionese fatta in casa
- aragosta/astice alla catalana
- spaghetti con il sughetto fresco di aragosta/astice e pomodorini ciliegini

Poi un giorno...

... e poi, nonostante amassi queste preparazioni, ho cominciato ad annoiarmi e meditare qualcos'altro. Un paio di anni fa ho improvvisato il risotto con astice e basilico e sono rimasta piacevolmente sorpresa. L'avrò rifatto si e no 1-2 volte (colpa della mia dolce metà troppo tradizionalista), poi qualche mese fa mi sono capitate 2 aragostine per le mani. Non ho potuto resistere alla voglia di un buon risottino cremoso e saporito, ma ho deciso di arricchirlo con 2 cose: il Cointreau e il fumetto di carapaci delle stesse aragoste.




Qui inizia il passaggio molto delicato: la preparazione (chiamiamola così) dei crostacei. Ci sono vari modi di farlo: mettendo i crostacei nel freezer, facendoli addormentare nell'acqua fredda portandola a ebollizione, lessandoli direttamente nell'acqua bollente o incidendo brutalmente il punto vicino alla testa.
Lascio a voi la scelta, ma forse è meglio se non dico come procedo io, anche perché c'è sempre qualche ambientalista/verde/operatore di wwf in agguato. Ho provato tutti i modi e uso uno o altro a seconda delle mie necessità.
Secondo me il metodo più dolce è versare 2 dita di acqua in una pentola, aggiungere 1/2 limone spremuto e la buccia e sistemarvi il crostaceo. Chiudere il coperchio e portare l'acqua a ebollizione sul fuoco medio.
Lessare il crostaceo a seconda della grandezza e delle necessità, diciamo, 15 minuti per un'astice di 400-500 g per averlo  cotto perfettamente a puntino, meno se c'è altro da fare.

Detto questo, passiamo direttamente alla ricetta del risotto!




Risotto all'astice con basilico e Cointreau

2 astici di 400 g
2 scalogni
400 g di riso tipo vialone nano
20 g di burro
2 cucchiai di olio evo
1 mazzetto di basilico
sale
peperoncino
2 bicchierini di Cointreau

- recuperare i carapaci di astici (chele, teste, zampe ecc), spezzettarli

- tritare 1 scalogno, rosolarlo in metà di burro e di olio, aggiungere i gambi di basilico e i carapaci, versare 1 bicchierino di Cointreau e farlo evaporare.

- versare l'acqua bollente fino a coprire tutto e cuocere a fuoco bassissimo per un paio di ore

- tritare l'altro scalogno, soffriggerlo nell'altra metà di olio e burro, aggiungere il riso e farlo tostare 1 minuto.

- versare il Cointreau, farlo evaporare, poi cuocere il risotto, aggiungendo il fumetto 1 mestolino per volta

- a metà cottura aggiungere la polpa recuperata degli astici a pezzi e continuare la cottura

- quando il risotto è pronto (molto all'onda e al dente), aggiungere le foglie di basilico spezzettate, girare e lasciare a riposare sotto il coperchio per 1 minuto

- servire il risotto, decorandolo con la polpa di astice



26 commenti:

iana ha detto...

niente wwf nè ambientaon so slismo... però ne ce la farei a farlo personalmente e poi, quello che mi son sempre chiesta: ste bestie vive non scalpitano?

Alessandra ha detto...

mamma mia quanto è bella. Io ed il pesce non simpatizziamo molto. I miei complimenti sia per la ricetta finita che per aver portato ad altra vita l'astice tu stessa. Brrrr.

Mariluna ha detto...

riso,astice e colore arancio sono perfetti oer le che li sto nutrendo solo di questo colore...sarà la voglia dell'estate?....certo questo risotto scalda molto! bellissimo l'aggiunta del Counteau uno dei pochi liquori che "a me piace" :)))
ciao bellissima ^^

Rossa di Sera ha detto...

Iana, se non lo faccio io, chi lo fa?.. Di sicuro non affiderei queste bestie al mio marito!
Così cerco di domarli come posso...

Alessandra, sapevo che il tema è un pò scivoloso, quindi preferico non entrare nei particolari, ma grazie lo stesso!

Rossa di Sera ha detto...

Mariluna, hai ragione, il risotto scalda eccome! ahahahah!.. L'hanno notata tutti, la gran bella nota di Coitreau!

Alessandra ha detto...

forse mi son espressa male la mia non era una critica, anzi ammiro il tuo savoi-faire, la tua abilità, ma ci mancherebbe. ^___^

Rossa di Sera ha detto...

Ale, ma stai scerzando?.. Mica me la sono presa, mi riferivo solo che non volevo raccontare nel post i miei modi "brutali" di trattare gli astici...
Si vede che non mi sono spiegata..
Amici come prima? ;-))

Alessandra ha detto...

ihihih mi vien da ridere, continuiamo a fraintenderci. ma si non abbiamo mai smesso di esserlo. O mammina mia....ahahah!!Ok adesso forse ci siamo capite..kiss.

Micaela ha detto...

dev'essere un capolavoro questo risotto! mannaggia, anche la tua metà è tradizionalista? anche il mio!!! un bacione.

Romy ha detto...

Io non lo so se avrei il coraggio di ammazzare l'astice...però di mangiare il riso, quello ce l'ho di sicuro!!! ;-PP Deve essere una vera delizia....Bacioni

dolci a ...gogo!!! ha detto...

tesoro tu sei una chef da 5 stelle, questo piatto è superlativo!!!!Io sono negata per queste preparazioni o meglio nn saprei proprio come muovermi ma adoro l'astice...di solito lo mangiamo con le linguine e il pomodorino fresco ma questa preprazione è scicchissima e saporitissima!!!Devo proprio venire a cena da te....Per domani purtroppo ho Alfredo con la varicella(e te pareva ogni volta che devo fare qualcosa loro sono ko!!)quindi niente da fare ma nn sai che dispiacere questa volta speravo proprio di conoscerti, nn sai quanto ci tempo ma chi la dura la vince!!!Prima o poi ci conosceremo!!!!bacioni imma

Luciana ha detto...

Ciao davvero degli ottimi abbinameti per un piatto da vera chef...complimenti è fantastico...si vede che adoro le specialità di mare???? baci

JAJO ha detto...

Ma quale Marchesi, ma quale Vissani: sfido chiunque a trovare uno chef più bello e bravo della nostra Rossa !!!
Adoro i crostacei ma, anche se "gioco a fare il cuoco" non so se ce la farei a metterlo nell'acqua bollente :-D Certo che, comunque, è il miglior modo di morire quello che gli hai dato tu: il risotto è superlativo !!!!
Chapeau..... ancora una volta ;-D

Valeria ha detto...

che spettacolo questo risottino.. percepisco una certa affinità tra te e i crostacei... sarà per il colore???

terry ha detto...

Per me questo post è stata una lezione di cucina... visto che pur amando molto questi crostacei non li ho mai cucinati ma solo mangiati nei ristoranti...quindi son affascinata oltre che dalle tue bellissime foto anche dalìa preparazione, questo risotto dev'essere speciale e profumato, un'ottima creazione!
bravissima!

Oxana ha detto...

Anch'io non avrò mai il corraggio di ammazare l'astice! Ma risoto è buonissimo! Complimentoni, bella!!
Un bacione!

Lauradv ha detto...

Il mi marito invece non ama assolutamente pesce, crostacei e affini... io oso un pochino di più ma non lo so assolutamente cucinare e poi sai che ho il terrore dei crostacei vivi???? se entrassero in casa loro uscirei io! ahahahah Comunque questo risotto deve essere d'una bontà unica! Buon fine settimana Lauradv

Antonella ha detto...

Che bontà Giulia cara!
Ho mangiato astice lessato e con un filo di olio a crudo la scorsa settimana a casa di amici...Lillo mi ha raccontato che li tuffa in acqua bollente....:-S....però son troppo buoni!!! ;-9
Il risotto dev'essere delizioso
ma il fumetto di pesce non dovrebbe cuocere per 20/30 minuti massimo?
Un bacione!

Rossa di Sera ha detto...

Micaela, è troppo abitudinario, ma lo stolavorando!

Romy, lo so, sono proprio una serial killer, ma che ci posso fare?...

Imma, tesoro mio, ma non ci posso credere!! Mi sono organizzata proprio per te!
Ok, allora devi venire a trovarmi, promesso?..

Luciana, si vede, certo!

Jacopo, lo so, il funerale dell'astice è superlativo, meno male che nessuno vede il PRIMA...

Valeria, chissà, chissà... :-))

Terry, mi fa molto piacere, spero di esserti stata utile!

Oxana, quando ce l'hai uno davanti, che fai, lo lasci giacere nel lavandino?... Lo uccidi e lo cucini, no?..

Laura, allora per voi non ci sono propblemi, vero?.. Al massimo nell'acquario!

Antonella, se fosse il fumetto di pesce, allora si, ma questo è di soli carapaci e zampe, ci vuole più tempo per estrarre il sapore.. Anche se può darsi qualche chef dirà che non è così...

Federica ha detto...

un piatto da Gourmet!! complimenti!!

manuela e silvia ha detto...

Ciao! Un piatto raffinato ed elegante!
Anche noi adoriamo il pesce e non ci tiriamo mai indietro davanti a ricette come questa!
Davvero particlare l'accostamento tra astice e contreau!
bravissima
baci baci

Claudia ha detto...

mizzica!
non ho mai preparato un astice o una aragosta ma adoro mangiarli :D
che faccio vengo stasira?
ahahahah
che schiccheria rossamia *
cla

fantasia in cucina ha detto...

Mamma ma che piatto super, mi piacemolto l'idea del riso abbinato all'astice e poi con il contreau,davvero complimenti per questo piatto scicchissimo.Ciao e buon we

paolo ha detto...

io mi sento di scrivere solamente ..SLURP!

Ago ha detto...

Giulietta...non posso guardare ste cose...ho fameeeeee!!!!
Che roba...altro che chef davvero!!! La ricetta la proverò prima o poi, devo solo avere il coraggio di ammazzare l'animaletto...più che altro per le chele...non mi piacciono molto (da vive :-PPP)a dirti la verità!
ma vado pazza per il pesce e per questo in particolare :-)
Tanti bacioni tesoraaaaaaaaaaaaa
Ago :-D

Claudia ha detto...

Eccolaaaaaaaaaaaaa la ricetta!!! Evviva.. son contentissima.. la salvo.. e vorrò provarla quanto prima!! Smackkkk

Related Posts with Thumbnails