giovedì 18 marzo 2010

Kulebjaka, pane ripieno russo




Continuo a "disintossicarmi", ma avendo i "debiti" non posso abbandonare il blog per più di 1-2 giorni, sennò finisco a postare le ricette promesse a Ferragosto!
Se avete delle domande, fate prima a scrivermi un' e-mail, d'accordo?


...Nella gastronomia russa esiste una vasta categoria, chiamata “piroghi” che vuol dire !pani ripieni". Ogni tipo di piroghi ha un nome a parte, che dipende dalla forma, dimensione e dal ripieno. I piccoli piroghi si chiamano pirozhki ed hanno i ripieni non troppo elaborati. Ma poi arrivano i grandi: kurnik ( con pollo, riso e uova, ramezzato da bliny), rybnik (con pesce), kulebjaka (rigorosamente lungo e ovale ma con diverse farcie), rasstegaj (piccolo e tondo con un foro in mezzo).




La parola “pirog” (pane ripieno, singolare del “piroghi” ) viene da un vocabolo “pir” che significa “festa, celebrazione”. Così “pirog” vuol dire “pane festoso” e si potrebbe anche affermare che è unico al mondo, dato che si prepara con l’impasto fatto di una buona dose di uova e burro e lievitato lentamente e a lungo.
Per kulebjaka possiamo prendere qualsiasi tipo di pasta elastica: lievitata, sciapa, sfoglia. E possiamo farcirla in qualsiasi modo, basta che la farcia sia salata. L’unica condizione – la forma allungata e ovale e, magari, delle decorazioni a scelta in superficie, create con le rimanenze d’impasto, anche se “l’etichetta culinaria” prevede la rappresentazione di quello che c’è dentro. Dunque, kulebjaka con la carne di maiale dovrebbe avere un disegnino o una figurina di porcellino.

Per la kulebjaka sfornata per la cena russa ho usato il mio impasto preferito, quello di Nina

Kulebjaka

500 g di farina 00
2-3 uova (dipende dalla grandezza)
65 g di burro fuso
100 ml di acqua tiepida
75 ml di latte
25 g di lievito fresco ( o 1 bustina da 7 g)
1/2 cucchiaino di sale
2 cucchiai di zucchero + 1 cucchiaino

Per il ripieno:

800 g di macinato misto (manzo, maiale, vitello)
2 cipolle
2 cucchiai di burro
1 uovo
1 tuorlo
1 cucchiaio di semi di papavero
sale
pepe

- tritare le cipolle e rosolarli nel burro

- aggiungere la carne e rosolare anche essa, salare, pepare e cuocere fino all'evaporazione complema del liquido.

- raffreddare un pò, aggiungere l'uovo e mescolare

- stendere l'impasto in una sfoglia lunga ovale alta 1 cm, sistemare il ripieno e alzare i bordi e pizzicarli, lasciando un pò di pasta per le decorazioni

- spennellare il "filone" con il tuorlo mescolato con 1 cucciaio di latte o di acqua, decorare con i semi di papavero e con le figurine ritagliate del resto della pasta, spennellare con il tuorlo anche esse, praticare qualche foro, coprire e lasciare a riposare per 30 minuti

- infornare a 200-220° per 40-50 minuti, alla fine si può coprire la kulebjaka con un foglio di carta argentata per non farla bruciare

- sfornare la kulebjaka e farla riposare coperta con un canovaccio, servire tiepida


17 commenti:

Daphne ha detto...

Ommamma mia, continuo a pensare che questa cucina russa ha così tante prelibatezze che io nemmeno mi sarei lontanamente immaginata O_o
Avevo fame prima di vedere questo post e adesso ho fame...di piùùùù!
Non nè avanzata una fettina? :/
Bacini**

Federica ha detto...

ma questo pane ripieno è superlativo!!!! complimenti!

Dodò ha detto...

Questo pane fa parte di quel genere di cose che mangerei fino a finirlo tutto!! In pratica è come una brioche farcita, bellissima! E l'idea del maialino di pasta sopra è troppo graziosa!

UnaZebrApois ha detto...

Questo pane ricorda un po' i pasrties inglesi...E' così ricco, pieno, rigonfio....insomma una goduria per gli occhi e per le mascelle...in questo periodo, ahimè, sempre in movimento!!!
Complimenti come al solito per la favolosa ricetta...sembra sempre che mi ripeta, ma cosa ci posso fare se la tua cucina mi piace un sacco e le tue ricette mi fan sognare?!
Mamma che voglia che mi metti di visitare la Russia!!!

marifra79 ha detto...

Ciao!!!Sono troppo contenta di essere passata...per salutarti e... per questo pane!!!Fantastico
Un abbraccio cara

manuela e silvia ha detto...

Ciao! e noi che ci limitiamo a parlare comunemente solo di pane ripieno! se il nome varia a seconda della forma e del ripieno...è molto più intrigante e simpatico!!
ottimo questo in versione semplice!! un secondo completo e gustoso!!
un bacione

JAJO ha detto...

Giulia, non per girare il coltello nella piaga, ma mi hai ricordato quel pezzo esilarante di Aldo Giovanni e Giacomo in Mai dire gol sul vocabolario sardo: la rosa si chiama "sa rasasa", se ha due spine "sufitiri", se ne ha tre "sa pinigherrala".... hehehehe
Pero' è vero che la lingua sarda è così: non hanno inventato niente.
Scherzi a parte è troppo bella la tua spiegazione dei vari pani (e quello ripieno era buonissimo) :-D

dolceamara ha detto...

Un pane davvero buono e bello da portare in tavola..grazie per tutte le spiegazioni che ci dai :). Buona giornata. Lisa

raffy ha detto...

buonissimo....adoro tutto ciò che è farcito con il macinato!!! Bravissima!

soleluna ha detto...

E' un pane favoloso che mangerei all'istante, mi pace conoscre le cucine di altre nazioni e da te non rimango mai delusa felice weekend Luisa

terry ha detto...

Ma quante belle cose che ci hai raccontato... Un excursus davvero interessante su questo lato della cucina russa...conoscevo il nome piroghi ma non tutti questi dettagli!... ma sei di origini russe? ...amo scoprire le cucine straniere, la storia, le tradizioni, e la cucina russa non è molto rappresentata...ma vedo qui che ci son un sacco di cose buone da scoprire...come questo pane farcito!
è davvero bello e mi sa pure buonissimo!:)
complimenti!

arabafelice ha detto...

Ma piroghi e pirosky (si scrive cosi'?) sono la stessa cosa? La mia amica russa mi ha preparato i secondi, e dentro c'erano uova sode...divini,semplicemente.
Non oso immaginare la ricchezza ed ilsapore di questo pane...

Onde99 ha detto...

Mamma mia Giulia, questo è stupendo! E' di una golosità straordinaria! Grazie per averci regalato un'altra "chicca" del tuo paese, sai che penso che io in Russia, almeno a tavola, mi ci troverei proprio bene?

Fra ha detto...

La cucina russa continua a incuriosirmi sempre di più! le tue ricette sono sempre accompagnate da una spigazione davvero interessante e poi vedere il riusultato fotografato è davvero una tentazione alla prova!
Bravissima come sempre
Un bacaione
fra

dolci a ...gogo!!! ha detto...

segnato subito giulia questo pane è spettacolare e poi il ripieno mmmmmmmmmm una goduria...ma lo sai che mi sto appassionando alla cucina russa, o sarai tu che fai tuto cosi buono:-)un bacione grandisssssssimo,imma

ilcucchiaiodoro ha detto...

Non avrei mai immaginato che la cucina russa fosse così varia e così invitante! Grazie a te sto conoscendo cose che prima ignoravo,questo pane poi è davvero una delizia,ma a me sembra un pò difficile per le mie capacità.... o sbaglio? Baci

matrioskadventures ha detto...

che buono...e poi adoro il pane con semi di papavero. Buona domenica!

Related Posts with Thumbnails