sabato 13 febbraio 2010

Lenta la neve...




... fiocca, fiocca, fiocca...

Credevate che non conoscessi questa famosa poesia di Pascoli?.. :-)) E' tutto il giorno che mi gira in testa.
Béh, come sapete, oggi a Roma ha nevicato, e quanto ha nevicato!! D'accordo, l'ho visto solo in tv, da noi, ad Anzio, ha fatto solo quache fiocco in tarda mattinata e all'ora di pranzo, ma girando fra Anzio e Nettuno, vedevo le macchine arrivare dalle zone un pochino interne, piene di neve! Incredibile!..




In effetti, ci credevo poco nonostante le previsioni, perché anche se nevica in tutta Italia, dalle parti mie non arriva  nemmeno un fiocco, tranne che oggi. Che evento!
Lo sapete che ci stiamo "avvicinando" all'era glaciale?..  Certo, succederà tra 10-15 mila anni ( e capita ogni 40 mila anni), ma intanto siamo sulla buona strada. Proprio ieri avevo visto un documentario russo sull'argomento, diceva che a parte la glaciazione globale, esistono i periodi di alternanza caldo-freddo relativamente più brevi. Uno di essi capita ogni 500-600 anni, l'ultima volta è stata nel Medioevo, sono documentati eventi come la neve nel bel mezzo dell'estate su Mosca, il Mar Nero ghiacciato!!! E anche lo stretto di Bosforo in quel periodo era coperto di ghiaccio, e la gente lo attraversava sulle slitte. Invece i periodi ancora più brevi con i picchi di freddo notevoli capitano ogni 30 anni circa. L'ultima volta gli inverni  particolarmente freddi sono stati alla fine degli anni 70, e me li ricordo bene. Le temperature scendevano fino a 40° sotto zero, le scuole restavano chiuse e il gelo era talmente pungente che non si poteva star fuori più di 2-3 minuti.
Cosa voglio dire?.. Soltanto che questo di adesso è uno di quei periodi freddi, ne più ne meno.

Altro che riscaldamento globale!.. E' solo un falso allarme...

Questi sono i miei adorati tulipati, presi qualche giorno fa. Sono striati, ma stavolta non solo i fiori, ma anche le foglie! Stupende!!! (Vedete quel bordino bianco?..)

FOTO 1, 2, 3, 4




Manco a farlo apposta oggi ho fatto Vetebrod di Paoletta (Anice&Cannella), potevo non improvvisare una nevicata??
Certo, non riesco ad immaginare come lei è riuscita a dare una forma così raffinata a questi graziosi dolcetti, perché anche guardando il video e studiano le mosse, non mi era venuto niente del genere.
Vabbéh, mi accontento del mio risultato mediocre, in fondo i dolcini sono davvero buoni!.. Una tazza di caffé o di latte, un bocconcino soffice e profumato... Mmmmm....
La prima metà del dolcetti ho fatto esattamente secondo la sua ricetta, alla seconda invece ho apportato un paio di modifiche: ho messo meno cardamomo nello zucchero, invece ho aggiunto 2 cucchiai di caffé solubile, ed è stata una scelta azzeccata!
E ancora, dopo aver fatto il rotolo, non l'ho tagliato subito per intrecciare i dolcini, ma l'ho fatto lievitare 1 oretta, così è cresciuto, è diventato più maneggevole e la forma dei dolcini ne ha guadagnato.
Infine per la cottura ho abbassato la temperatura a 190° e il tempo a 15-16 minuti.

Tanti dolcetti ho anche surgelato: così avrò un pò di colazioni pronte! :-)))

Sotto ho copiato la ricetta di Paoletta.





Ingredienti:
per l'impasto:

225 gr di manitoba
225 gr di farina 00
115 gr di acqua
da 155 gr a 175 gr di latte (da regolare secondo l'assorbimento della farina)
1 tuorlo

75 burro ammorbidito

5 gr di di sale

12 gr. di lievito
75 gr. zucchero bianco (ci andrebbe il muscovado, ma si scioglie poi?)
1 cucchiaino di estratto di vaniglia, o i semi di una bacca
scorza grattata di 1 limone

per il ripieno alla cannella:

75 gr di burro morbido

75 gr di zucchero di canna (la ricetta originale dice muscovado)
1 cucchiaino e 1/2 di cannella in polvere
10 semi di cardamono verde (io non l'ho messo)

per la decorazione:

zucchero a velo
zucchero a granella
1 albume (per spennellare)


Procedimento:
Setacciate bene le due farine. In una ciotola ponete l'acqua e il lievito, maneggiate con cura per sciogliere quest'ultimo. Versate poi 115 gr di farina, presa dal totale, sull'acqua e lievito e mescolate giusto il tempo per amalgamare il tutto.
Coprite con pellicola e attendete 1 ora. Tirare fuori il burro dal frigo che dovrà essere morbido.
Quando il poolish è pronto, versatelo nella planetaria o, se impastate a mano, in una larga ciotola. Aggiungete 2 cucchiaiate di farina ed iniziate a mescolare bene, poi aggiungete il tuorlo, e, quando questo è ben assorbito, metà dello zucchero. Impastate ancora bene aggiungendo ancora un po' di farina, poi inserire l'altra metà dello zucchero.
A questo punto alternare latte* e farina fino ed esaurimento, infine il sale.
*Regolate il latte secondo quanto ne prende la farina, perché non tutte assorbono allo stesso modo.
Impastate bene sia a mano (almeno 25') che nella planetaria (con la foglia o gancio K), fino a che l'impasto sarà elastico e incordato. Aggiungete la vaniglia, la scorza grattata infine il burro, poco alla volta, sempre impastando con energia, fino a che l'impasto sarà lucido ed elastico, quindi ben incordato. Se lo prendete in mano, dovrà tendersi come una corda ma non spezzarsi, e se impastate sulla spianatoia, non dovrà appiccicarsi. Terminate con gancio a uncino.
A questo punto avete due strade:
1. metterlo ben coperto in una ciotola a lievitare, ci vorrà circa 1 ora e 45'.
2. porlo in frigo circa 8 ore a 7° (io ho fatto così)
Dopodiché, (sia nell'uno che nell'altro caso l'impasto sarà più che raddoppiato) spezzate l'impasto in due parti uguali e stenderlo con mattarello in due rettangoli di circa 25x30 cm.
Nel frattempo (nel caso che l'impasto fosse stato messo in frigo poco prima di tirarlo fuori) preparate la farcia col burro morbido, lo zucchero di canna e la cannella, fino ad avere un composto cremoso.
Stenderlo sui due rettangoli e ad uno dare la particolare forma a treccia, con l'altro formate le deliziose girelline della prima foto.
Non sto a spiegarvi come, troppo complicato, vi faccio vedere un video, tra l'altro anche molto carino. Guardate bene come forma sia la treccia che le brioscine, QUI il video.

Adesso, ponete tutto in due teglie diverse coperte di carta forno, spennellate di albume sbattuto, spolverate con granella di zucchero e attendete la lievitazione: 1 ora per le girelline, 1 ora e 1/2 per la caratteristica treccia.
Poi infornate (prima le girelline) a 200° per 20' circa, 40' per la treccia. Coprite con carta argentata non appena quest'ultima si scurisce, e continuare la cottura (a me s'è colorita un po' troppo). Servire con zucchero a velo.



24 commenti:

Clementina ha detto...

complimenti per il vetebrot, ha una bella facia ! Mia sprella mi ha mandato le foto di Genzano di Roma ben 10 cm e più di neve. Baci Clementina

Luciana ha detto...

Ciao complimenti per le ottime brioches alla cannella...davvero molto succulente...ne mangerei volentieri una adesso per colazione...sono davvero a tema tutte "innevate" un bacio a presto

ilcucchiaiodoro ha detto...

Quest'anno qui in Emilia la neve non è per certo mancata,per arrivare fino a Roma,pensa che ho degli amici a Roma e mi dicono sempre "qui non nevica mai" .... Non mi dire che con il nuovo "aggeggino" non ti sei divertita a fotografare questo avvenimento così raro... è proprio l'ora della colazione,vengo da te?

Ely ha detto...

che bel dolce profumato e che bella la foto con lo zucchero che cade, sembra davvero neve! anche qui purtroppo sole sole sole... io voglio la neve!! baci Ely

astrofiammante ha detto...

a parte la forma quel che conta è la sostanza, che mi par di capire non ha niente da invidiare alle originali
....non sapevo che si potessero surgelare....ma cotte o crude?? qui sole e azzurro e sinceramente la cosa non mi dispiace! ciao.

Patrizia Gigliotta ha detto...

complimenti! non ho ancora provato a fare le brioches, ma questa ricetta te la rubo!...e poi la foto è bellissima, brava!

Milla ha detto...

Cara giulia, sono venuti dei magnifici dolcetti e poi la scelta del caffè mi piace tantissimo, avevo anche io in programma di farli, ma all'ultimo mi sono accorta che mancava la manitoba e fuori nevicava!! Alla fine è andata meglio così quando li farò proverò con il tuo ripieno.Un bacio

Acquolina ha detto...

le tue foto sono bellissime! con lo zucchero che scende! e anche i tulipani...ma le brioches mi attirano di più... ;-D
quest'anno ha nevicato tanto anche da noi in Romagna, sulla costa è raro. Baci!

dolci a ...gogo!!! ha detto...

giulia io li trovo spelendidi e golosi e adesso uno lo mangerei molto volentieri!!!e poi le tue foto come sempre nn sono una cronaca del dolce ma una poesia,fanno sognare!!li devo provare anch'io mi ispirano molto!!!bacioni imma

NIGHTFAIRY ha detto...

Solo qui non si é vista :( Bellissime le tue brioche!

Laura ha detto...

Ciao, innanzitutto complimenti per i dolcini meravigliosi, ti sono venuti bellissimi!!
Sai non sapevo fossi di Anzio (io ci sono nata ) abito ad aprilia ormai da tanti anni, ma ad anzio una capatina ogni tanto la faccio!!
Mi ha fatto piacere conoscerti e intanto ti aggiungo tra i preferiti per seguirti di più!!
Laura ;)

enza ha detto...

anche io vorrei cimentarmi in qualcosa di svedese ma pensavo al kannelbullar (o come si chiama).
qui a roma nord la neve si è ghiacciata tutti dentro casa oggi.

JAJO ha detto...

Speriamo tu abbia ragione, Giu', anche se dobbiamo ammettere che il pianeta tanto bene non sta :-(
Ma dopo tutto questo freddo segue un'estate piena di sole veeeeeerooooo !!!??? :-D
Ottimi i dolcini, presumo anche con il caffè solubile :-)

virgikelian ha detto...

Ciao Giulia, è sempre un piacere leggerti. Dici sempre cose molto interessanti.
Mi hai ricordato la poesia di Pascoli che avevo studiato tanti anni fa....
Le tue foto sono bellissime, e il dolce svedese che hai fatto deve essere buonissimo !!!
Buona domenica.

Geillis ha detto...

Io abito non lontano da San Pietro, da me ha nevicato per ore, è stato bellissimo (peccato ero al lavoro e non avevo la macchina fotografica)

Le tue girelle sono bellissime, anche le forme mi piacciono: ora che sono lanciatissima con i lievitati, aggiungo la tua ricetta alla lista di quelle da provare, grazie

Nanny ha detto...

Da noi è stato bellissimo vedere il Vesuvo,innevato sembrava un pandorone!
questi dolcetti hanno un aspetto davvero invitante,non li ho mai visti,sembrano dire mangiami...mangiami....

Oxana ha detto...

Sono bellissimi, Giulia! Le foto sono fantastiche, anche a me piaciono tulipani!
p.s. è molto bella il tuo nuovo avatar!
Un bacione!

Susina "strega del tè" ha detto...

Giulia, sempre più belle queste foto!! Io adoro i tulipani, sono i miei fiori preferiti insieme alle gerbere ... continua così perchè oltre a essere una cuoca pazzesca anche come fotografa te la cavi più che eccellentemente!! (ma si dice così?????) ^^

lenny ha detto...

Ho letto i tuoi ultimi post e ho trovato incantevole il cheese cake: in bocca al lupo!
Questi dolcini sono deliziosi, ma non ce la posso fare ...
Buona domenica :))

ღ Sara ღ ha detto...

sono meravigliosi !!!! un bacione e buona domenica

Antonella ha detto...

Sono bellissimi Giù!
Spero solo che l'estate tanto attesa non sia terribilmente afosa....non saprei scegliere....
una bella primavera lunuuunghissima nun se' po' ave'????? :DD
A più tardi.....in sogno naturalmente!;))
bacionii

Ale ha detto...

ottimi !!!! e vogliamo parlare delle foto meravigliose ???

Paoletta S. ha detto...

Giulia, t'è venuto stupendo :)

Elisa ha detto...

Complimenti...che spettacolo!!
Baci Elisa

Related Posts with Thumbnails