domenica 19 luglio 2009

San Pietroburgo - 7, GUIDA pratica della ROSSA

E questa è la mia mini guida pratica, creata sulla base delle mie proprie esperienze recenti,

GUIDA DELLA ROSSA

Se avete le domande, volete i chiarimenti e/o informazioni o semplicemente siete incuriositi da qualcosa, scrivetemi pure, cercherò di rispondere meglio che posso!

Cambio attuale (estate 2009): 1 euro - 43-45 rubli circa (1000 rubli - 23 euro circa)
                   
     aggiornato a estate 2010:  1 euro -  38-39 rubli (1000 rubli - 25-26 euro)

Cambio di valuta: si può fare in banca ma spesso non conviene perché vogliono le commissioni e il cambio non sempre è favorevole. Ci sono invece tanti uffici di cambio per strada, li si riconosce dall’insegna con le cifre: cambio di dollari/rubli e di euro/rubli del giorno. Sono sicuri e sempre aggiornati. Anche se qualcuno prende le commissioni, sono simboliche, 25 rubli o qualcosa del genere.

Aeroporto Pulkovo 2: è molto piccolo rispetto, ad esempio, a quello di Roma o di Mosca, ma è più vivibile proprio grazie alle sue dimensioni. Non c’è molta confusione.
Sull’aereo (lasciate pure Alitalia e viaggiate con Rossija, la compagnia aerea russa, seconda dopo Aeroflot) vi danno la carta d’immigrazione, bisogna compilare quel modulo con i propri dati e non perderlo assolutamente prima di partire!
La dichiarazione doganale non è più obbligatoria, se non portate la somma di denaro in contanti più di 5000 euro ( o forse di più se non sbaglio), quindi non serve compilarla.

Taxi: in aeroporto, agli arrivi, in uscita, a sinistra c’è il banco del taxi ufficiale di SP, con le tariffe precise e oneste. Diciamo che per arrivare al centro ci vogliono 700-800 rubli (15-18 euro) contro i 1200-1500 e in più di quelli “selvaggi”
sempre all’aeroporto, a quel banco, si può prendere un depliant con tutti i numeri dei taxi ufficiali e chiamare il centralino ogni volta che serve il passaggio. Il prezzo di solito lo dicono al telefono.
In Russia si usa anche di fermare le macchine per strada, facendo l’autostop. Di solito si fermano i privati che vi portano ovunque, ma il prezzo bisogna concordare ogni volta prima, e non è detto che è sempre vantaggioso. Bisogna contrattare!

Trasporti: il biglietto per tutti i mezzi (tram, filobus e autobus) si acquista direttamente “a bordo”, dai bigliettai (veri!) che girano tutto il giorno avanti e indietro per il salone del mezzo, costa 18 rubli (meno di 50 centesimi). Per la metropolitana funziona diversamente: i gettoni si acquistano nelle casse prima di accedere alle scale mobili (20 rubli)


Vini: costano un sacco! In qualsiasi ristorante, anche molto economico, se ordinate il vino, vi verrà a costare come tutta la cena, non meno di 700-900 rubli (15-20 euro) ma di scarsa qualità, tipo quelli che da noi si vendono nelle confezioni di tetrapack al supermercato, a due soldi. Quelli più o meno decenti valgono più o meno il doppio, ed è frustrante, ma non c’è niente da fare.
I vini sono italiani, francesi, spagnoli, argentini, cileni, si trova qualcosa di Azerbajdjan o di Ucraina ( ma niente di che, fidatevi del “solito” chianti piuttosto, anche se costerà come una riserva d’annata!)
In alternativa in Russia ci sono ottime birre (così dicono tutti, io non la bevo da nessuna parte, questione di gusti), e molti ristoranti la fanno in casa.
Sennò, o pasteggiate con l’acqua (la strafamosa e cara San Pellegrino in testa) o con la vodka, il che non sarebbe neanche sbagliato. Almeno ogni tanto.

Caffè: all’estero, Russia compresa, è praticamente impossibile avere un espresso normale, buono, quello che in Italia si prende in ogni bar. Eppure a SP ho scoperto una catena di caffetterie, Chainikoff (www.chainikoff.ru), dove il caffè è niente male! (bisogna chiedere il “ristretto”). Non costa nemmeno tanto rispetto alla media, 69 rubli (1,50 euro) contro 90-120 rubli ( 2-3 euro). Si, il caffè costa tanto!
E poi, c’è un altro posto dove lo fanno come si deve: al bar dell’aeroporto, alle partenze al 2 piano! Ma è caro, 3 euro.

Ristoranti, bar, caffetterie: sono aperti tutto il giorno fino alle 24.00-01.00, senza la chiusura pomeridiana, quindi se volete cenare (o pranzare!) alle 17.00, lo potete fare e nessuno vi guarderà storto. Tante caffetterie sono aperti 24 ore al giorno.


Negozi: molti piccoli alimentari rimangono aperti 24 ore al giorno, dove potrete comprare l’acqua, i succhi di frutta, il latte, il kefir, qualcosa di gastronomia, i dolci e le sigarette.

Sigarette: in Russia si fuma tanto, e non ci sono quasi i divieti di fumare nei luoghi pubblici. Però nei ristoranti e nelle caffetterie ci sono le zone per i non fumatori, invece nei bar o nei locali notturni si fuma ovunque.
Le sigarette costano un terzo o anche meno (ad esempio, le mie, Vogue sottili, costano 50 rubli, 1euro e 10, contro 4 euro e qualcosa in Italia)

Hotel: gli alberghi costano tanto, in modo sproporzionato. Ma a SP esiste una categoria particolare, relativamente nuova, che si chiama “mini hotel”. In pratica si tratta di grandi, grandissimi appartamenti nei vecchi palazzi, naturalmente restaurati, con 5-10 stanze, tutte nuove, complete di bagno, frigo, tv, forno a microonde, bollitore. Quindi, non c’è casino dei grandi alberghi, il servizio è personalizzato ( è più facile seguire 8 stanze invece di 180!), c’è sempre qualcuno a disposizione 24 ore al giorno, c’è più sicurezza. Diciamo che il livello equivale a 3 stelle buone.
E questi mini hotel costano molto meno: in alta stagione, durante le notti bianche, 3800 – 5000 rubli (90- 120 euro) a stanza! Questo contro, ad esempio, un grande albergo “Moskva”, 3 stelle, una stanza singola da 7000 rubli (150 euro) e in su, la doppia verrebbe da 180 euro ecc.
Certo, magari non c’è il bar al primo piano, ma che importa?.. Ci sono talmente tanti locali in giro!

Musei: praticamente tutti i musei praticano due prezzi per i biglietti di ingresso, il pieno per gli stranieri e il ridotto per i russi (più o meno la metà), a seconda del museo. Certo, se avete una persona amica russa, vi potrebbe prendere i biglietti come se foste tutti i cittadini russi, ma non fatevi scoprire! O tacete o parlate russo! Comunque, dall’aspetto si potrebbe indovinare chi siete… E comunque, il costo dei biglietti non è eccessivo, stiamo sui 200-400 rubli ( 4-9 euro)
Per quanto riguarda l’Hermitage, per entrare c’è sempre una lunghissima fila, rischiate di restare fuori per 1-2 ore. Ma c’è sempre il rimedio: lungo la fila girano i ragazzi che vi propongono di entrare dall’ingresso posteriore in cambio di 500-600 rubli (12-14 euro). Fatelo, cosa sono i pochi euro rispetto al fastidio di perdere 2 ore in fila?..
In tutti i musei è possibile fare le foto, ma in alcuni, come, ad esempio, all’Hermitage, bisogna avere l’autorizzazione. Niente di grave: basta pagare un biglietto a parte. Visto che a volte lo possono controllare, prendetelo, costa solo 100 rubli (poco più di 2 euro).



Abbigliamento: anche se è l’estate, mettete lo stesso in valigia un paio di maglioncini o di golfini e un giubbino di pelle. Il tempo a San Pietroburgo è molto, ma molto variabile! A giugno può fare tranquillamente freddo, 12 gradi durante il giorno, e poi c’è sempre il vento freddo che viene dalla Neva o dal Golfo di Finlandia. Visto che il tempo è davvero variabile, potrebbe piovere da un momento all’altro, quindi munitevi anche di ombrelli, quelli piccoli, portatili, e non uscite mai senza! L’ultima cosa importante - le scarpe. D’accordo, è scontato che devono essere comode, ma anche impermeabili! Credetemi, i soliti mocassini si inzuppano subito se fuori piove, provato sulla propria pelle. Portatevi le scarpe con la suola abbastanza alta.

WiFi : in molti locali pubblici c’è la copertura internet, potete usufruirne a vostro piacimento gratis.

Shopping: Gostinyj dvor (pr. Nevskij, 35, fermata di metropolitana “Gostinyj Dvor”), è un enorme sentro commerciale antico, dove acquistare non solo i vari souvenir, ma tutto quello che volete
Vari mercati alimentari, ce ne sono in ogni quartiere
Una grande libreria di fronte alla cattedrale d’Isacco (pr. Nevskij, 28, fermata di metropolitana “Nevskij Prospekt”). Ci sono parecchi libri sulla storia e vari luoghi di SP, calendari ecc in tutte le lingue, italiano compreso. Al secondo piano c’è una caffetteria molto carina, dove fare lo spuntino, pranzare e anche leggere un libro appena acquistato.
“Severnaja Lira”, è un negozio musicale subito dopo la libreria, potete trovarvi tantissimi spartiti per vari strumenti musicali a prezzi molto interessanti.

City tour: è un servizio molto utile in qualsiasi città, e SP non è un’eccezione. Vicino all’Hermitage ci sono gli uffici di informazione dove vi possono dare la cartina con l’itinerario e le fermate. Li vicino c’è anche una delle fermate del bus. Il biglietto si fa a bordo, il suo costo è di 750 rubli (circa 15 euro) a persona e vale tutto il giorno.

Bancarelle per strada: vi si vendono le bevande e i gelati. Non abbiate paura, comprate tranquillamente, sono tutti ufficiali. La bottiglietta d’acqua costa 35 rubli (80 cent), invece il gelato, quello che si faceva una volta a Leningrado, sullo stecchino, avvolto in carta argentata, è buonissimo! (35-50 rubli, 0,80-1,10 euro)

Guida cartacea: raccomando fortemente le guide “carte ville” di Touring Club Italiano (non mi pagano, ahimé, per questo!). Sono piccole, comode, abbastanza aggiornate, hanno le cartine dettagliate e tutti i consigli utili ( musei, divertimenti, trasporti, ristoranti, shopping ecc)







11 commenti:

dolci a ...gogo!!! ha detto...

precisa, dettagliata,perfetta!!!se mai dovesse andarci tesoro avrò una guida pronta!!baci imma

valina ha detto...

che meraviglia...io avevo addocchiato una vacanza-studio a novembre x l'accademia d danza vaganova...ci andrei se potessi...( spendere 2750 euro...)

alessandra (raravis) ha detto...

sei strepitosa.
tutto il resto è un di più
ale

ღ Sara ღ ha detto...

che meraviglia!! foto incantevoli....avrei una voglia di andarci!!!!

un bacione!

Lacrima ha detto...

un po cambiato SP da quando sono stata ma ugualmente affascinante! me lo hai ricordato e mi manca...grazie :) ti seguiro sempre con piacere e spero che ti fara piacere di visitarmi nella mia cucina virtuale :)

Onde99 ha detto...

Grazie, Giulia... una guida così ci vorrebbe per ogni città che si visita!!!

virgikelian ha detto...

Giulia complimenti per tutto qusto bel lavoro che hai preparato per noi. Prima o poi dovremo proprio andarci a San Pietroburgo.
Ti mando via mail un bel video di questa città. Uno più può sempre interessare.
Dasvidania!!! Virginia

JAJO ha detto...

Semplicemente MI TI CA !!!!
Una delle tue vette più alte: una guida perfetta !! :-D
Ovviamente copiata... hai visto mai :-D

Dolcienonsolo ha detto...

Un caro saluto

Anonimo ha detto...

Molto ben fatto, grazie, sono stato a spb a giugno ed andrò di nuovo a fine mese, haimè ho trovato un taxi subito all'uscita ed il disonesto mi ha fatto pagare 400 rubli circa!
ladrissimo... ma i taxy che hai detto costano poco, che nome portano sullo sportello, grazie?
E' possibile prenotarli telefonicamente o hanno un sito dove si può fare ciò?
Perchè di ladri ne ho conosciuti a spb, per fortuna non mi sono fatto sempre abbindolare... la città è molto bella, sono stato pure in periferia, ma contrariamente a quanto ho letto sul web, certi prezzi erano più alti..
come per la metrò, 24 rubli a gettone.

Un'ultima cortesia, hai scritto che ci sono dei posti dove si può cambiare euro contro rubli alla quotazione aggiornata... io sono stato e non me ne sono accorto, mi piacerebbe se potessi indicarmi dove potrei trovarli, molte grazie, la scorsa volta ho cambiato all'aeroporto e loro cambiano 36/1000 rubli in italia o 37 euro a spb.
Grazie se me lo indicassi sulla cartina di google maps...

iva ha detto...

Ciao, bellissimo il post,informazioni utili, sei piu andata a SPB? Io devo partire a gennaio per lavoro e ho bisogno di qualche aggiornamento. Mi puoi aiutare?
Grazie baci e abbracci Iva

Related Posts with Thumbnails