giovedì 16 luglio 2009

San Pietroburgo - 6, girone dei golosi!

Ed eccoci arrivati alla parte più golosa, alla panoramica dei ristoranti di San Pietroburgo!

Mentre stavamo sull'aereo in direnzione di SP, studiavo molto attentamente la rivista di bordo, esattamente la parte della guida, dedicata ai locali, bar e ristoranti. Così facendo, ho adocchiato dei posticini molto carini, a parte quelli che avevo già selezionato prima. Il problema è diventato grave: dover scegliere fra tanti...

La prima sera siamo andati a mangiare in un ristorantino georgiano di nome Арагви Aragvi Fontanka, 9 tel. 812 - 570-56-43 (collage cliccabili sopra e sotto). Il ristorante non ha il proprio sito, il link è un riferimento ad una delle guide on line.

La cucina georgiana è caratterizzata dai piatti preparati sulla brace, carne e pesce sullo spiedo, i georgiani usano molte spezie, profumate ma non troppo piccanti, mangiano molte verdure, cotte, crude e in salamoia, e sfornano anche quelle focacce buonissime con formaggio (e con o senza uovo), hachapuri
La loro carne è spettacolare! Ma c'è anche un piatto particolare: hinkali. Sarebbero dei grossissimi ravioloni ripieni di carne, buonissimi!...
Il conto non è salato, senza il vino restiamo sui 1500-2000 rubli (35-45 euro) in due


Passeggiando tutto il giorno, prendendo il vento freddo in faccia, quando i piedi cominciano a lamentarsi, ecco che è ora di entrare in una sala da tè!
Унция
Oncia prospettiva Nevsky, 63, tel 812 - 315-57-86
In realtà è un franchising delle botteghe di tè, ce l'hanno tantissimi tipi in vendita, ma alcuni negozi hanno anche una piccola saletta dove prendere una tazza di tè profumato, chiaccherando e rilassandosi in un ambiente intimo e comfortevole.

I costi sono irrisori, per una teiera così si paga 200-300 rubli (5-7 euro)



Una delle sere abbiamo deciso da dedicare alla cucina azerbajgiana, così siamo andati al ristorante Баку Baku via Sadovaja, 12/23, tel 812 - 571-84-70

La cucina azer è la cucina asiatica, quindi, si usano spezie, riso, carne di montone ed erbe aromatiche. Le pietanze sono saporite ed invitanti, non si smetterebbe mai di mangiare! Particolari sono le focaccine piatte fritte ripiene di carne di montone macitìnata, erbe o formaggio. Buonissimi anche gli spiedi con le polpette ovali, avvolte nella piadina.
I pilaf di riso con frutta secca, carne e/o verdure sono saporiti ma un pò pesanti, però se accompagnati da un tè caldo, vanno giù che è una meraviglia.
I dolci invece non sono un granché, sembrano pasticceria secca tutta uguale.
I vini ci sono, ma diciamo la verità, non sono all'altezza di vini italiani.
Conto medio in due con il vino è sui 100 euro

Di giorno, se vi viene fame, sete o un pò di sconforto per colpa di freddo o di stanchezza, se siete dalle parti di Kunstkamera, fermatevi pure in una birreria Град Петров, Grad Petrov, Universitetskaja naberezhnaja 5, tel. 812 - 326-01-37

E' un ristorante-birreria, con 3 tipi di birra fatti in casa e alcuni piatti da accompagnamento, tutti provenienti dalla cucina bavarese. Dall'aspetto rustico e caldo, è un posticino ideale per il ristoro.
0,5 l di birra viene 135 rubli (3 euro)
un piatto di wurstel fatti in casa 410 rubli (9 euro)


Presso il museo della vodka c'è anche il ristorante che si chiama Русская Рюмочная N1, Russian Vodkaroom N1, Konnogvardeiskij vard 4, tel. 812 - 570-64-20

Oppure è il museo si trova presso il ristorante?.. Dopo 3 bicchierini di vodka a stomaco vuoto non si capisce più niente, e poi che importanza ha?..

La cucina, ovviamente, è russa, si mangiano gli affettati fatti in casa, l'insalata di cetrioli con la smetana, i pel'meni (ravioli ripieni di carne) e una sorta di pirozhki, ma di pasta sfoglia.


Si prosegue con varie zuppe, oppure con i filetti alla Stroganov, la cotoletta di pollo alla Kiev o il pesce di acqua dolce arrosto. Se non volete pasteggiare con la vodka, potete prendere il mors, la bevanda analcolica a base di frutti rossi, oppure il vino prodotto in Crimea, ma secondo la tecnologia francese (è così-così...)

Diciamo, si sta benino, si mangia benino, ma niente di eclatante.

Il conto è medio-alto, sui 150 euro in due

Un'altro ristorante ha voluto visitare la mia dolce metà: si tratta di un ristorantino ukraino Хутор Водограй, Hutor Vodograj, Karavannaja uliza 2, tel. 812 - 570-57-37

Dovete sapere che entrando in questo locale al centro di SP, vi troverete come per incanto in una casa di campagna ukraina, con tutti gli atrezzi vecchi e arredamenti d'epoca. Si mangia la cucina tipica ukrainam buona, saporita, anche se un (bel) pò pesantuccia.
Fanno ottimi salamini/salsiccine fatte in casa, i pel'meni ( ravioli) ripieni di interiora di maialino da latte (superbi!) con dei lardelli fritti, i bliny ripieni di carne, tanti tipi di verdure in salamoia, zuppe tipo borsch , piatti di carne di maiale in tutti i modi, compreso lo stinco con i crauti.
Da bere prendete una caraffina di vodka al miele o al peperoncino, sennò vi toccherà il "solito" chianti a prezzo di riserva d'annata.

Il conto è medio-alto, sui 150 euro in due


L'ultima sera abbiamo voluto andare a mangiare in un ristorante con la cucina russa, anche per rendere omaggio al mio paese, dove siamo stati così bene.

Abbiamo deciso però di andare all'avventura e trovare qualcosa che ci ispirava per strada. Detto-fatto. Il ristorantino Калинка-Малинка Kalinka-Malinka che guarda caso si trova sulla via Italianskaja (Italiana) 5, tel. 812 - 314-26-81, ha perfettamente soddisfatto i nostri desideri.
In quel ristorantino in seminterrato tutte le sere c'è la musica live: una signora molto piacente che canta le romanze russe e un signore che l'accompagna suonando la chitarra.
L'ambiente è tipicamente russo-rustico, un'izba con le pelli degli orsi e dei lupi sulle pareti, con dei piatti semplici e tipici allo stesso tempo: i pel'meni, la ucha (zuppa di pesce), il filetto alla Stroganov, la carne alla francese (infornata con formaggio e pomodori)
Tanta gente si prende birra alla spina fatta in casa, la carta dei vini non è grandissima, ma si può scegliere qualcosa.
Il conto per due è sui 100 euro.


A parte questa panoramica vorrei ricordare anche il ristorante del nostro anniversario, dove si pesca, Русская Рыбалка "La Pesca Russa" Juzhnaja doroga 11, tel. 812 - 323-98-13
Conto per due con il vino è sui 120-130 euro

Inoltre с'è un Daikiri bar, Bolshaja Konjushennaja uliza, 1, tel. 812 - 315-53-73, dove potete bere dei cocktail stupendi, fatti a regola d'arte, fare vari giochi, sempre legati ai cocktail e agli alcolici in generale.
Prezzo di un cocktail è 5-6 euro


Tra pochi giorni uscirà l'ultima parte del viaggio a San Pietrobergo - la guida della Rossa!

21 commenti:

dolci a ...gogo!!! ha detto...

giulia cara ma che sfilata di bonta...pero la mia preferita è la sala del te,veramente di grande atmosfera....mi sono persa in tutti i tuoi racconti su pietroburgo,che dici la prossima volta mi ci porti:-)????magari,un bacione grande imma

sciopina ha detto...

cara, cara..adesso ho altri indirizzi per la mia prossima andata a sanpietroburgo..quello del museo della vodka l'ho provato. Il proprietario mi ha offerto una cena buonissima,con cose che non erano neanche in menu', ma era una situazione particolare, quindi ti prendo in parola sul senza infamia e senza lode..non posso veder i tuoi post mi fanno venire troppa voglia di cucina russa!

Onde99 ha detto...

Sono totalmente rapita da questa kermesse di ristoranti... vorrei provare tutte le cucine delle varie zone della Russia... ma una vita non basterebbe, no?

dolceamara ha detto...

con le tue foto e questo tour di S.Pietroburgo mi fai venir sempre più voglia di visitarla questa città...è tutto bellissimo e buonissimo :)

manu e silvia ha detto...

Ciao! com'è diversa la loro cucina! e anche l'arredamento e la presentazione del piatto!
Però...tutto prorpio ottimo!
Un bacione e...aspettiamo il seguito

ilcucchiaiodoro ha detto...

è proprio vero quando ci si trova davanti a tante prelibatezze è un vero dilemma scegliere,questo è uno dei tanti motivi perchè non si viaggi da solo,praticamente costringo a chi è con me a scegliere qualcosa che sia diverso dal mio così ho la possibilità di assaggiare.
Da questi tuoi post oramai conosco tutti i posti più belli di questa meravigliosa città, e qualora deciderò di viaggiare con qualcosa che non siano ruote,sarà una tappa da non tralasciare tanto la guida turistica so dove trovarla... dove??? qui e dove sennò!!!

alessandra (raravis) ha detto...

Che meraviglia!!! la cosa che mi piace di più è questa continua ricerca di cucine diverse- non solo russa, per intenderci. Le foto, come sempre, sono spettacolari, ma il reportage è davvero prezioso. Io, intanto,continuo a salvare....
grazie
ale

stefi ha detto...

Carissima una carrellata di meraviglie!!!!!!!
Tutte da degustare e tutte diverse tra loro.
Ciao!!!!!!!!

luby ha detto...

se decido di partire stampo i tuoi post! la guida non la comprerò affatto!

foto,indirizzi,recenzioni!
c'è tutto!

e ...quasi dimenticavo ... voglio una di quelle teiere!!!!!

mi hai fatto innamorare *_*

Susina strega del tè ha detto...

Bellissimo post Giulia!!! Mi hai fatto sognare!!! ^^

Daphne ha detto...

Visto che non pranz/cenerò nemmeno oggi, mi farò una scorpacciata di queste cose buonine che hai mangiato tu ^_^
Il primo ristorantino mi stuzzica l'appetito :P*

.oO(chissà dove andava così di corsa..ummh.. :P ^_*)

mika ha detto...

Ecco, ora ho l'acquolina in bocca, una tremenda acquolina in bocca di cose speziate e ultra caloriche...

Mirtilla ha detto...

mi hai piacevolmente stordita di sapori con queste delizie che hai gustato!!!
mamma che acquolina!!

dada ha detto...

Traspare la meraviglia di questa città anche gustativamente parlando :-). Grazie, ci hai fatto un po' viaggiare e hai condiviso con noi l'atmosfera magica di quella sala da tè. Buona serata-notte

Ago ha detto...

Giulia questo racconto è meraviglioso...spero di riuscire ad andare a San Pietroburgo prima o poi...è da quando piccolina, ho visto per la prima volta il cartoon di Anastasia che ho questo desiderio :-D
Volevo domandarti una cosa: qualche tempo fa, una mia amica mi parlò di un dolce (non so se russo o georgiano) - si trattava di un rotolo - brioche ripieno di crema di zucca...secondo te, che dolce è? ..e soprattutto, come si fa :-D?
bacioni
Ago :-D

Milla ha detto...

Ciao giulia, bellissimo reportage, peccato che mi sia venuta fame!!!

Rossa di Sera ha detto...

Imma, carissima, ma certo che ci andiamo insieme! Credo he dovremo organizzare il gruppo-vacanze, tanti vorranno aderire!

Sciopina, tutto può essere, e quando hai un trattamento speciale, te la godi molto di più!
Spero che qualcosa ti sarà utile!

Ondina, se iniziamo adesso, basterà, a forza di ingozzarsi!!

Lisa, spero tanto che prima o poi tu lo faccia!

Manu, Silvia, si , è diversa la cucina, ma nella vita bisogna fare tutte le esperienze, no?..

ilcucchiaio d'oro, mi sento davvero lusingata dalle tue parole! Mi piacerebbe che questa potesse essere una piccola guida pratica!
E sai, anche noi facciamo come te: prendiamo sempre piatti differenti!

Ale, che fai, mi stai archiviando? :-)) Mi auguro solo che ti servirà un giorno!

Stefi, già... Iniziamo subito?

Luby, allora ci conto che userai la mia guida! visto che sei oramai innamorata... :-))

Streghina, continua a sognare, abbiamo ancora un pò di cose!

Daphne, ora ti scrivo..
Ma come fai, ti accontenti delle immagini virtuali?.. Magari ce la facessi io...

Mika, quei piattini si, sono stuzzicanti ma anche non troppo calorici, sai??

Mirty, cara, ti sei ripresa?..:-)

Dada, fare esperienze e non condividerle sarebbe privare anche se stessi di una parte importante della vita. Non posso tenere per me il tesoro..

Ago, farò adesso una piccola ricerca e poi ti farò sapere, ok?

Milla, grazie, cara!

L'Antro dell'Alchimista ha detto...

Giulia bellissimo reportage, foto strepitose che rendono appieno la magica atmosfera che aleggia in quella fantastica città! Un abbraccio Laura

lenny ha detto...

Un viaggio nella cultura gastronomica di san Pietroburgo, egregiamente raccontato ed illustrato: sei riuscita a rendere perfettamente il fascino di questi magnifici piatti da gustare nel loro contesto :))

Genny ha detto...

molto molto bello questo reportage gastronomico....e grazie epr il link che mi hai dato, contatterò al piu' presto
genny

Anonimo ha detto...

giovedì sera abbiamo pranzato al ristorante aragvi di San Pietroburgo. La cucina era buona ed il prezzo adeguato: 1510 rubli, mancia compresa senza vino ma con birra. Abbiamo ordinato un piatto di hinkali: è fin troppo abbondante per una sola persona dal momento che sono quattro etti tra carne macinata e pasta. Grazie per il consiglio.
Pierluigi

Related Posts with Thumbnails