giovedì 23 aprile 2009

Poulet Marengo...


... ovvero cosa mangiò Napoleone durante la battaglia di Marengo? E già, era un gran gourmet visto che non riusciva a stare lontano dalla buona tavola anche in mezzo ai cannoni e polvere da
sparo!..
Lo spunto della cena di stasera ho preso qui.  L'ho preso come una piccola sfida personale, visto che le ricette storiche sono spesso interpretate liberamente e non si arriva quasi mai alla verità pura. E poi devo pur sempre nutrire la mia famiglia, quindi un pollo vale l'altro!
Così sono andata sui siti francesi alla ricerca del pollo. Ho sfogliato molte pagine e ho letto molte ricette, alla fine ho scelto una dal sito della Fondazione Napoleone. Nella ricetta non sono riportate le quantità degli ingredienti, ma c'ho pensato io ( e ho pure modificato leggermente la ricetta secondo i miei gusti)



Pollo alla Marengo

1 pollo tagliato a pezzi (1,2 kg circa)
2 cucchiai di olio evo
2 cucchiai di burro
1 cipolla
6 grossi champignon
3 grossi pomodori ramati (sbollentati e spellati)
2 cucchiai di farina
250 ml di vino biano
250 di acqua bollente o di brodo
un mazzetto di erbette (rosmarino, timo, dragoncello)
un pizzico di zucchero
sale
pepe


- scaldare 1 cucchiaio di olio e 1 cucchiaio di burro in una grossa padella. Infarinare i pezzi di pollo e rosolarli

- togliere il pollo e soffriggere la cipolla nel grasso rimasto dalla frittura, poi aggiungere i pomodori tagliati grossolanamente, le erbette, salare, pepare e cuocere qualche minuto a fuoco lento

- aggiungere i pezzi di pollo nella padella e continuare la cottura

- nel frattempo preparare la salsa "marengo" - sciogliere il burro rimasto in un pentolino, rosolarvi la farina, poi versare il vino e mescolare con un frustino per sciogliere i grumi. Versare l'acqua o il brodo, e cuocere a fuoco basso 3-4 minuti.

- versare la salsa sul pollo, mescolare dolcemente, coprire e cuocere 20 minuti circa

- affettare sottilmente i funghi, farli saltare qualche minuto nell'olio rimasto, aggiungere al pollo e cuocere qualche altro minuto

- per servire il pollo la ricetta originale dice di friggere le uova ( uno a testa) e adagiarli sui crostini all'aglio e, magari, aggiungere dei gamberi. Io non l'ho fatto, mi sembrava decisamente esagerato.



Alla fine non posso non concordare sul fatto che Napoleone era un gran buongustaio - quel pollo era davvero delizioso! La prova?.. Questa ricetta è per 4 persone, ma noi in tre l'abbiato finito molto velocemente e non credo che qualcuno di noi avrebbe voluto dividerlo con qualcuno! :-))
L'unica cosa è che mi dispiace per le foto, non sono belle quanto avrebbero potuto essere e non rendono giustizia al piatto.






.

21 commenti:

luby78 ha detto...

ANCHE LA MIA TIGRE LO PREPARA IN UN MODO SIMILE!!!!SOLO CHE NON METTE I FUNGHETTI:(
LA PROSSIMA VOLTA LO PREPARO IO, MA CON LA TUA RICETTA ;)
LA MIA VITTORIA IN CUCINA SARA' ASSICURATA!
COMPLIMENTI!

manu e silvia ha detto...

Ciao! bè si era trattato bene! una ricetta saporitissima!
bacioni

dolci a ...gogo!!! ha detto...

niente da dire,napoleone sapeva il fatto suo però tu hai preparato una vera prelibatezza!!!bacionissimi,imma

Anonimo ha detto...

- Avrei dovuto sospettare che la sfida da te "lanciata" su O/Psale si sarebbe poi realizzata. Solo tu potevi...(il resto nella mail)
Stefano B.
http://mangiaebbina.blog.espresso.repubblica.it/

unika ha detto...

un pollo buonissimo....domani salgo a napoli per il controllo dal medico...speriamo bene:-)un bacio
Annamaria

Elga ha detto...

Le foto mi sembra che rendano giustizia alla bontà di questo pollo!

Kitty's Kitchen ha detto...

Sembra delizioso!
Carina la storia di Napoleone non la conoscevo. Le tue ricette son osempre presentate benissimo!

Milla ha detto...

Perfetta la tua versione, decisamente esagerato con uova e gamberi, ma si sa Napoleone era Napoleone!!Me la segna perchè mi piace molto il pollo...

Avrei una domanda che esula la cucina e a cui non riesco a trovare nessuno che sappia aiutarmi...mi piace molto il layout della tua pagina, con il post al centro e le due file laterali, quali modifiche devo apportare per verlo così? Grazie e a presto.

Okkidigatta ha detto...

....OTTIMO .... un'altrà tua bontà da segnare !!!!!...kissssss

NICLA ha detto...

...che è venuto buono si intuisce già dalla foto e non mi è difficile credere che la foto non gli rende il giusto merito...io poi sono giorni che sto a dieta stretta oggi addirittura solo acqua ma domani dopo aver fatto gli esami mi rifaccio di tutto.
Baci Claudia

Rossa di Sera ha detto...

Luby78, allora ti auguro buona fortuna!

Manu, Silvia, grazie!

Imma, è già era unico!..

Stefano, ora chemi conosci un pò meglio, attendo alle sfide!

Anna, buona fortuna!

Elga, ti ringrazio!

Elisa, sei gentilissima!..

Milla, infatti, le uova c'entrano poco.. Per quanto riguarda il layot, ti scrivo in privato

Claudia, perché ti fai male e giri sui blog mangerecci?..
Un bacione, cara, e in bocca a lupo!!

Dolcienonsolo ha detto...

Ma sei stata velocissima...grazie alla sfida lanciata da Buso possiamo godere di questa ottima preparazione. SEI GRANDE!

L'Antro dell'Alchimista ha detto...

Ma che splendida preparazione e che storia interessante che si cela dietro questa ricetta! Un abbraccio Laura

JAJO ha detto...

Eh si...: mo' arriva una "rossa qualsiasi" (seppur Angelo) e cambia la storia e le ricette a suo piacimento... hahahahaha
A me sembra più che invitante, altro che foto...

E adesso mi aspetto il post su Supercozza :-D

Antonella ha detto...

Invece sono fantastiche....foto e piatto!!! ;-9
Complimenti Giù!

Rossa di Sera ha detto...

Francesca, e che devo fare?.. Cedo facolmente alle provocazioni.. :-)))

Laura, ti ringrazio! La ricetta nerita!

Bos, ma che pensi, che ti lascio senza Supercozza?? ahahahah?.. Sto preparando proprio questo!

Rossa di Sera ha detto...

Anto, sei davvero un ANGELO, ma le foto facevano pietà... Non si capiva niente..
Ok, rimedio con le Supercozze!

Onde99 ha detto...

La storia del pollo alla Marengo l'ho letta per la prima volta, liberamente reinterpretata, su Topolino: Pippo e Topolino facevano un viaggio nel tempo all'epoca della battaglia di Marengo e aiutavano il cuoco di Napoleone a cucinare per lui questo pollo speciale! Rimasi rapita dal racconto, ma no ho mai provato a riprodurre la ricetta. Ma le tue parole mi hanno convinta: dev'essere un piatto succulento!!!

max - la piccola casa ha detto...

ottima ricetta e presentazione!!! complimenti!!!


buon week end!

aldarita ha detto...

Deve essere buonissimo questo pollo, sicuramente da fare. Poi la storia che lo accompagna è davvero interessante

ANDREA PIOBBICI ha detto...

Brava e intelligente!!!

Related Posts with Thumbnails