domenica 11 gennaio 2009

Pane di Befana ( anche se un pò in ritardo)


La furba Befana è arrivata in casa mia il giorno dopo del dovuto, quando nessuno l'aspettava più. Così quella vecchietta dispettosa ci ha fatto credere che quest'anno nessuno meritava i carboncini ma solo cose buone, invece... sorpresa!!!
Vabbéh, la Befana in questione sono io, l'avete già capito, il mio stesso marito afferma che la festa è mia! Però il 6 ho realizzato il reportage con il cuoco provetto per la più romantica raccolta e ho fatto pure il servizio sulle aringhe in pelliccia ( anche se l'ho pubblicato dopo). Per le azioni puramente befanesche non avevo più forze.
Ma l'idea mi frullava per la testa già da un bel pò di tempo... E' che tempo fa, non mi ricordo neanche quando, avevo visto il pane al nero di seppia, ma non ricordo dove: in qualche ristorante, in qualche trasmissione culinaria o nei miei sogni ( già, l'età si fa sentire, neanche mi ricordo quanti anni ho! :-)) )
In realtà l'avrei realizzato, questo pane, il giorno stesso, ma ho scoperto di non avere .. il nero di seppia! (Strano però, ce l'avevo, lo ricordo bene!.. o no?..)
In due parole ho dovuto rimandare al giorno dopo. La ricetta non l'ho neanché cercata, tanto mi risulta più facile inventare che copiare, adattare ecc, l'importante è avere l'idea di quello che si vuole realizzare e l'impasto base, anzi, le proporzioni di base.



Pane al nero di seppia

250 g di farina
150 ml di latte
2 bustine ( 8 g) di nero di seppia
1 cucchiaino di sale
1 cucchiaino di zucchero
1 cucchiaino di lievito in polvere (1/3 del panetto di quello fresco)
1 cucchiaio di olio evo
4-5 filetti di acciuga
semi di sesamo nero
farina di semola


- sciogliere il lievito in metà del latte tiepido insieme allo zucchero

- sciogliere il nero di seppia nel latte rimanente ( sempre tiepido)

- setacciare la farina con il sale, impastare, aggiungendo latte con il lievito e con il nero.

- tritare le acciughe, mescolarle con l'olio, aggiungere all'impasto alla fine, amalgamare, formare una palla (deve essere morbida), sistemarla in una ciotola, coprire con la pellicola e lasciare lievitare 30-40 minuti.

- dividere l'impasto in 8-9 pezzetti, formare le palline, aiutandosi con un pò di farina di semola.

- adagiare le palline sulla teglia coperta di carta da forno, coprire con il canovaccio e lasciare riposare per 30-40 minuti.

- pennellare i panini con il latte e decorare con i semi di sesamo

- infornare a 200-220° per 15 minuti circa, un paio di volte spruzzare l'acqua nel forno.

- raffreddare sulla griglia


I panini sono molto decorativi oltre che buoni. Sono ottimi con il burro e qualsiasi tipo di pesce affumicato o salato oppure con le uova di salmone. Le acciughe si sentono poco grazie al latte, il nero invece non si sente per niente, ma si vede e come!..



Questa ricetta partecipa alla raccolta di Eleonora Raccolta Buffet




Per questo premio invece vorrei ringraziare Sabrina e Luca, la coppia più innamorata del web! Il regolamento non c'è ma immagino che bisogna agire come al solito: pubblicare il link, l'immagine e girarlo agli altri blogger, avvertendoli, ovviamente!



Lo voglio donare a
Susi
Unika
Milù
Antonella
Viviana
Manu
Brii


.

35 commenti:

Mary ha detto...

mai sentito di questo pane con le seppie sarei curiosa di assaggiarlo !

Antonella ha detto...

Che ideaaa...troppo carini! ;o)
Grazie del premio.....me lo porto subito a casa ;o)
Buonanotte
Smuacckete

L'Antro dell'Alchimista ha detto...

Favoloso questo pane! Originalissimo :-) Buona serata Laura

Luca and Sabrina ha detto...

L'originalità è il tuo forte, sai sempre dare quel tocco di classe in più ai tuoi piatti con semplici idee.
Ci sorge spontanea una domanda: spruzzare con acqua il pane nel forno, perchè, a che scopo?
salutoni ed un abbraccio.
Sabrina&Luca

Rossa di Sera ha detto...

Mary, qualcuno strano come me lo fa di sicuro, è troppo bello, giocare sul colore!

Baci!

Antonella, infatti è carino fare i mini-panini per il buffet o antipastini!
Buona notte, baciotto!

Laura, è anche piacevole da mangiare, ha un tocco in più!

Ciao-ciao!

Rossa di Sera ha detto...

Luca, Sabrina, mi coccolate sempre con i vostri squisiti complimenti!

Spruzzare con l'acqua serve per dare un pò di umidità e di vapore, perché i panini non si rompano in cottura, credo... Allo stesso scopo a volte si mette il recipiente con l'acqua sul fondo del forno. Così il pane riesce a crescere un pò di più e formare anche la crosta lucida più lentamente.

Un abbraccio a tutti e due!

Milù ha detto...

Molto carini, mi piacerebbe proprio assaggiarli.
Grazie carissima del premio, un bacione.

Rossa di Sera ha detto...

Milù, te li offro volentieri!
Un bacione e buona notte!

Denise ha detto...

il pane al nero di seppia...fantastico!! Veramente una bella idea!!!

Carolina ha detto...

Bellissima la foto, mi fa impazzire...

Avrei una nuova raccolta da proporti e alla quale invitarti a partecipare. Se hai tempo passa a trovarmi:

http://lericettedicarolina.blogspot.com/2009/01/raccolta-carnevale-ogni-ricetta-vale.html

Grazie e a presto!

brii ha detto...

giuliaaa...eccomi!! :))
qusti panininini..direi di portarli da ele..che fa la raccolta buffet!
che ne dici?
secondo me sono perfettissimi!!
segno segno.
grazie che hai pensato a me per il premio!!
sono lusingatissima!!
ti auguro una splendida settimana!!
baciusss

Rossa di Sera ha detto...

Denise, grazie!

Carolina, grazie per la segnalazione, sono già passata da te!A presto!

Brii, dici?.. Allora seguirò il tuo consiglio!
Buona giornata, carissima!
Un bacio!

Carolina ha detto...

Ciao!
Certo che puoi partecipare con una ricetta tipicamente russa! Sarebbe bellissimo... A me per esempio interesserebbe moltissimo.
A presto e buon pomeriggio.

Romy ha detto...

Giuliaaaaaa! Mi hai dato un'idea strepitosa, anche per accompagnare questi panini all'amata salsina del Crostino dello Sgombero!!!!Sono troppo belli, originali, particolari!!! Mitica Giulia....Baci :-D

Paola ha detto...

Cara Giulia sono così contenta che venite venerdì!!!! Memo: da Felice a Testaccio ore 20.30. Ti è piaciuta la location per maggio??

Rossa di Sera ha detto...

Carolina, grazie! Provvederò al più presto!
Baci!

Romy, in effetti il lieve sapore di alici starà bene con il sapore delle uova di pesce del tuo crostino dello sgombero!
Sono felice che ti piacciono! Sto aspettando risposte per quanto riguarda la cremina!;-))

Un bacione!

Paola, certo, presto ci conosceremo, e sono supercontenta anch'io!
L'agriturismo è bellissimo, wow! Non vedo l'ora!
Un abbraccio!

manu e silvia ha detto...

ciao! ma come ti è venuti questa idea di usare il nero di seppia?? noi al max usiamo la farina nera!la trovata è davvero geniale e saremmo molto curiose di sentirne il sapore!!
bravissima e fantasiosissima come sempre!!
un bacione
ps: bello lo scherzetto della befana ;)

mary ha detto...

Bellissimi questi panini, da provare per sorprendere, visto il colore inusuale!
Scusa se torno sull'aringa in pelliccia...ma si possono usare i filetti freschi e cuocerli non so come? o non ha alcun senso?!?...

Rossa di Sera ha detto...

Manu, Silvia, ma che ne so.. a volto sto delirando, quindi da me potete aspettare di tutto e il contrario di tutto! :-)))
Il prossimo anno mando la Befana con lo scherzetto anche da voi! ...ihihihih!...
Baci!

Mary, grazie!
Puoi usare anche i filetti freschi, si, ma ... dovrai metterli in salamoia per un giorno! Ti va? Se si, ti do la ricetta!

mary ha detto...

Ma davvero?.. mi piacerebbe provare! Nel super del mio paesino hanno solo i filetti freschi e prima di cercare in quelli più grandi...intanto imparo una cosa nuova, che non mi dispiace per niente!Grazie per la tua supergenerosità e supergentilezza...

Rossa di Sera ha detto...

Mary, allora fà così:

prendi 4-6 filetti, lavali e asciugali;
prendi 3 cucchiai di sale grosso e 1 cucchiaio di zucchero, 1 cucchiaino di pepe in grani e di coriandolo, pestati grossolanamente ( se hai all spice, prendine un pizzico!) e mescola tutto
prendi un contenitore dove i filetti possono stare, metti sul fondo 1 cucchiaio di mescola, sistema metà di filetti a pelle in giù, condiscili con un altro cucchiaio di mescola, copri con i restanti filetti
sopra metti il resto di sale aromatizzato, copri con la carta stagnola, metti il peso ( un barattolo con l'acqua ecc) e lascia nel frigo per 12-24 ore.
Poi togli il sale e tampona i filetti con la carta assorbente.

Fatti così in salamoia, puoi conservare i filetti nel barattolo con l'olio vegetale, tagliati a tocchetti

Buona fortuna!

mary ha detto...

Grazie e mille, cara Giulia! Sei veramente super!

Lo ha detto...

bh eora che so che tu sei la Befana mi sento più tranquilla...e motlo felice..una befana così bella e brava è da sogno! un bacione

Rossa di Sera ha detto...

Mary, ma scherzi!.. Fammi sapere, ok?

Lo, allora dovrei fare una visita anche a te il prossimo anno? :-)))
Un bacione!

Cipolla ha detto...

Questi stupendi panini li faccio subito subito... ho comprato il nero di seppia ed è lì che aspetta di essere usato! Grazie della meravigliosa idea!

Viviana ha detto...

pane al nero di seppia??? ma è geniale!!!!
sei la più bella e brava befana che abbia mail visto sai?? e tra l'altro hai fatto una foto meravigliosissima!
grazie per il premio :*******

Barbara ha detto...

Bellissimo il pane nero... davvero coreografico e sicuramente anche molto buono!
Stavo per farti la stessa domanda di Mary sui filetti freschi, quindi.. grazie a posteriori per aver risposto, l'aringa in pelliccia è davvero spettacolare!!!

mary ha detto...

Cara Giulia, una domanda(tanto per cambiare!): sistemando le ricette, ne è saltata fuori una (ma gli ingredienti sono un po' troppo a occhio per me...)dal titolo "Zapikanka": ti risulta che sia una torta dolce a base di ricotta? Il nome ha per caso una traduzione?Cosa ne pensi?
Grazie grazieee grazieeeeeeeeeeee

Rossa di Sera ha detto...

Cipolla, ma davvero?.. Sono contentissima!!! Spero chi ti piacciono i panini!
Un abbraccio!

Vivi, grazie! Le mie nomine cambiano a seconda di stagione: befana, strega, lucertola.. ihihih!... Troppe belle parole per me, ma ne sono felice!!
Baci!

Barbara, mi fa piacere che hai notato i miei panini! Poi sappi, qualsiasi domanda ti sorge, sulle aringhe o altro che riguarda la cucina russa, risponderò con un vero piacere!

Mary, dunque, "zapekanka" c'è e significa "pasticcio infornato". Inoltre può essere salata o dolce, fatta con la pasta o il riso, le verdure, la carne o il pesce; ma anche con il tvorog ( una sorta di ricotta russa), frutta secca o marmellata.
Quindi la tua ricetta sicuramente esiste, forse un pò riadattata, ma esiste.
Baci!

Elga ha detto...

Molto molto particolare, da assaggiare!

mary ha detto...

Grazie e mille per la risposta alla mia curiosità..mi viene proprio voglia di riprendere in mano il corso di russo che avevo iniziato (sto guardando dei cartoni animati russi per farmi l'orecchio!..tra l'altro i vecchi cartoni animati sono bellissimi (disegni e musiche)
A presto!

Rossa di Sera ha detto...

Elga, se provi, fammelo sapere!

Mary, e perché no? Se l'avevi già iniziato, sarà più facile di andare avanti! I cartoni, hai ragione, sono troppo belli!
Un bacio!

babi ha detto...

questa del pane al nero di seppia è un'idea fantastica Rossa! hai ragione, sono molto decorativi, mi piacciono proprio. e chissà il sapore...curioso!

Rossa di Sera ha detto...

Babi, ti assicuro, i panini sono più facili del soufflé! Mi sa che ti tocca..
Ciao!

maBel ha detto...

Hola Rosa! bellisimos tus panes! estaba leyendo que no sabes dónde los habías visto antes ¿serían estos?
http://lacocinadeile-nuestrasrecetas.blogspot.com/2008/05/pan-negrisimo.html
Te mando un fuerte abrazo