mercoledì 1 ottobre 2008

Insalata (russa) di cetrioli con coriandolo

Quella rivista gastronomica russa, Gastronom, appunto, con la quale collaboro, ha cominciato a pubblicare da un pò di tempo una bellissima collana di libri di cucina, suddivisi per argomenti (tanti, tantissimi!) Sono felice di averne scritto uno anch'io ("mio" argomento - verdure, dagli antipasti ai dolci)



Però la ricettina di oggi è stata presa da un altro libro che tratta tutti i tipi di conserve (marinate, salamoie, marmellate, liquori ecc).

Si racconta che una volta, quando in Russia in inverno era assolutamente impossibile trovare i cetrioli freschi, questa insalata, preparata con cura in estate, aveva un grande successo. A proposito, nel mio paese si usa ancora adesso conservare frutta e verdura, anche se i supermercati sono pieni tutto l'anno sia di prodotti freschi sia di bontà nei barattoli. Ma il "fatto in casa", magari con i segreti delle nonne e trucchi delle mamme, sembra molto più gustoso!

Dunque, l'insalata.


500 g di cetrioli
400 g di cipolle bianche
30 g di zucchero di canna
30 ml di aceto di mele
30 ml di olio di noci (o altro vegetale)
1/2 cucchiaio di sale grosso
1 cucchiaino di semi di coriandolo
1 mazzetto di coriandolo ( o aneto)


- tagliare le parti finali ai cetrioli, poi tagliarli a rondelle di 5-7 mm di spessore. Tagliare la cipolla ad anelli, separarli ad uno ad uno.

- sistemare le verdure in una padella con i bordini alti, aggiungere aceto, olio, zucchero, sale, semi di coriandolo e coriandolo fresco tritato. Mescolare.

- cuocere a fuoco medio 10-15 minuti, finché i cetrioli non si ammorbidiscano.

- sistemare, premendo, i cetrioli in un barattolo a chiusura ermetica, conservare in un luogo fresco.


Diciamo che l'insalatina è delicata e gustosa, è ottima come contorno alle salsicce e alla carne in generale. Non è necessario conservare a lungo questi cetrioli, sono già buonissimi dopo 4 ore, basta che siano freddi. Quindi un barattolo qualsiasi e un frigorifero vanno benissimo!

A, già, l'aneto ci sta meglio! ;-)


.

9 commenti:

Virginia ha detto...

Vedo che le usanze tra Russia e Italia non sono poi così diverse...

Rossa di Sera ha detto...

E perché dovrebbero? ;-)

Comunque, è assolutamente certo che i russi e gli italiani hanno i caratteri simili, per questo vanno d'accordo! Da noi si scrrza dicendo che "gli italiani sono una versione comica dei russi che sono a loro turno una versione tragica degli italiani"

essenza di vaniglia ha detto...

simpatico questo modo di dire... non lo conoscevo!

il fatto in casa, se fatto bene, è quasi sempre da preferire ai prodotti del supermercato! sia per il gusto che per le genuinità!
adoro i cetrioli e soprattutto mi piace l'agrodolce!
se nel mio orto c'è ancora qualche cetriolo proverò a conservarlo così!
ciao! a presto!

ps: ti inserisco tra i miei preferiti!

Rossa di Sera ha detto...

Grazie, vaniglia, a presto! ;-)

Lory ha detto...

Rossa,peccato nn conoscere il russo,la foto è strepitosa come sempre!

Rossa di Sera ha detto...

Cпасибо! :-) Si dice "spasibo", cioè, grazie!

brii ha detto...

rossa...questi cetrioli assomigliano i cetrioli sotto'aceto svedesi. :)
ma invece dei semi di coriandoli loro mettono i semi di senape.
ma dimmi, che tipo di cetriolo hai usato..mi sembrano diversi o sbaglio??
bacioniiii

Rossa di Sera ha detto...

Brii,'sti cetrioli un pò si assomigliano, ma in versione russa ci sono tante cipolle croccantissime! Comunque ho preso i cetrioli normali, di quelli che trovi al supermercato o dal fruttivendolo. Basta che siano sodi.

A presto!

brii ha detto...

benissimo!!
sono assolutamente da provare.
grazie!
bacioniii

Related Posts with Thumbnails