giovedì 23 ottobre 2008

Finger food, molto povero ma très chic!


Ogni mercoledì, come d'abitudine, vado al nostro mercato settimanale. Veramente adoro i mercati in un modo quasi preoccupante: ovunque vado, in Italia o al estero, cerco i mercati locali e ci vado a curiosare e, spesso, a fare le spese. Ritorno da ogni viaggio stracarica di robe da mangiare di ogni genere, a volte anche di atrezzi da cucina, di oggetti sempre riguardanti il cibo... Così una volta sono tornata dal Marocco con un enorme tagine, da Barcellona - con una paellera, in Finlandia cercavo un affumicatoio che poi me l'hanno portato gli amici che vivono lì, in Costa Azzurra quest'anno ho comprato mezzobancone di formaggi e di paté, a Madrid - un pata negra intero e un bel tagliere, ad Alba... béh, questo l'avevo già raccontato..
Insomma, sono una maniaca.
Però il mio mercato sotto casa non offre, per fortuna, queste occasioni pericolose, perciò compro "soltanto" (per modo di dire, perché faccio la spesa con un bel carrellino di vimini!) frutta e verdura e a volte pesce.
Ieri avevo voglia di alici. Infatti ne ho comprato un chiletto per cucinare 3-4 cosine diverse: le classiche alici marinate, una sfiziosa tartara, le alici impanate fritte e infine le alici con la panatura di erbe conle cipolle marinate. Quest'ultima ricetta ho intravvisto in un curioso libricino su pesce azzurro, ma l'ho cambiata a modo mio.

250 g di alici
2 fette di pancarré
un mazzetto di prezzemolo, basilico, finochietto
olio
sale
pepe
2 patate
1 cipolla rossa
4 + 4cucchiai di aceto
1 cucchiaino di zucchero
olio per friggere

- affettare finemente le cipolle ( magari con l'aiuto di una mandolina)- sistemare in una ciotola. aggiungere metà aceto, un pizzico di sale e zucchero, mescolare e lasciare a aìmarinare per un'ora.

- frullare il pancarré con le erbe fino a ottenere le briciole, salare, pepare.

- pulire le alici, aprendole a libro, togliendo la testa e le lische. Sciacquare sotto l'acqua corrente e mettere in una ciotola con l'acqua e il resto del aceto (per togliere il leggero gusto amarognolo), lasciare 5 minuti, poi scolare e asciugare.

- impanare le alici da tutti e due lati nelle briciole verdi e sistemare su una placca coperta con la carta d a forno. Spruzzare di olio e infornare a 200° 10 minuti.

- affettare sottilmente le patate, friggerle nel olio bollente e asciugare sulla carta assorbente.

- comporre gli stuzzichini: su una fetta di patata adagiare un'alice impanata sulla quale mettere un ciuffo di cipolle marinate sgocciolate.

Veramente gustoso!!!



Aaaa, due cose:
1. se non vi va di friggere le patate, potete prendere le chips oppure i nachos
2. la panatura rimanente ho usato oggi per arrostire i pezzi di pollo con le patate.


.

17 commenti:

Gunther ha detto...

per me è molto buono ed è quelo che conta

manu e silvia ha detto...

Sarà anche povero, ma sicuramente è gustosissimo!!
bravissima!
un bacio

stopdrug ha detto...

io lo assaggerei...

Pippi ha detto...

molto invitante e poi gurada quegli anelli di cipolla......mon dieu.....hehehe io adoro la cipolla!!! brava che bel libro che hai scrittoa proposito di verdure...ma è uscito anche in Italia?
un bacio Pippi

gambero azzurro ha detto...

Fa sinceramente venire l'acquolina in bocca e quella cipolla credo possa farmi impazzire...Ho letto che pippi parla di un libro ma dove lo troviamo?
Copio e incollo, ovviamente con tanto di diritti d'autore!
Baci

gambero azzurro ha detto...

Questa ricetta la trovate pubblicata anche sulla Scuola di Cucina Pepeverde. Grazie a Giulia...

Rossa di Sera ha detto...

Gunther, la stessa cosa conta anche per me!

Manu e Silvia, grazie! Ma tanto si sa, il cibo povero può offire delle grandissime soddisfazioni!

Stopdrug, te lo offrirei volentieri, ma l'abbiamo già pappato tutto!

Pippi,amo le cipolle anch'io! E le uso molto spesso in cucina.

Per quanto riguarda i miei libri, sono usciti soltanto in Russia, mi dispiace.. Sai, l'esclusiva delle case editrici, i diritti d'autore ecc... Ma cercherò di combinare qualcosa anche in Italia!

Caro Gambero, la situazione con i libri l'ho già spiegata...
Buon assaggio di cipolle!

Rossa di Sera ha detto...

Gambero Azzurro, mi potresti contattare tramite e-mail?..

gambero azzurro ha detto...

Fatto...

Susina strega del tè ha detto...

leggendo l'articolo che hai appena scritto, mi sono immaginata due rosse, stracariche di pacchetti, che con gli occchi spiritati cercano affannosamente di far entrare tutto dentro a una macchina... indovina un pò di chi stò parlando??? ^__^ quando entro in un mercato mi viene la febbre, peggio dei drogati da videopoker!!!!
O_O

Rossa di Sera ha detto...

Ma chi l'avrebbe mai detto??? ahahahah!..

Sono sicura che andrebbe proprio così se un giorno davvero andassimo a fare shopping insieme... Mio marito volentieri cederebbe il suo ruolo, magari a te, un'altra cibodrogata!

Sere ha detto...

uff..io non ho mai il tempo per andare al mercato e quando il tempo ce l'ho è sabato e lo sfrutto per far altro!! Che bella ricetta, mi piace moltissimo!!!
;-)

Lo ha detto...

sai che ho in mente di preparare una cena a base di finger food...con gli amici! ;)

Rossa di Sera ha detto...

Sere, ma grazie!!! Io al mercato ci vado la mattina presto, sennò dopo non posso.. Mi alzo pure prima del solito!

Lo, sarò onorata se per la tua finger cena prendi spunto anche dalla mia ricettina!

marcella candido cianchetti ha detto...

che buono ciao

Dolce e Salata ha detto...

ma che meraviglia..sei bravissima!!!
baci e grazie del complimento...
crediamo tutte molto in questo progetto e ce la stiamo mettendo tutta!
baci
laura

Rossa di Sera ha detto...

Ciao, Marcella, mi fa sempre piacere vederti!

Laura, i complimenti erano sinceri, avete tanta grinta e passione, il vostro è un progetto destinato ad avere successo!

Un abbraccio

Related Posts with Thumbnails